Vai al contenuto
  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

  • messaggi

    • Immagino per i tempi, ti incasinano per il gabinetto di un'osteria, figurati per un interno di un'auto premium. Ovviamente si parla di sfumature, ma se condividi la mia impressione ti consiglio di farlo, perché la luce/riflessi che illumina cruscotto e consolle centrale è veramente perfetta e degna della massima resa.
    • No, condivisibile invece...alla fine malgrado tutto il tempo speso per preparare modello/allestimento/set  la parte di produzione avviene in tempi molto ristretti,con cose che cambiano all'ultimo minuto. SE ho ancora tutti i canali ne preparo una con il vetro più scuro.
    • Strepitoso,  l'unica cosa che non mi fa impazzire in tutta quella bellezza nella prima immagine è il parabrezza troppo 'acceso' dalla luce sullo sfondo, che ruba un po' la mia attenzione rispetto al cruscotto. Ma sicuramente ne capisco più io di tutto il reparto marketing di Maserati... 🤣  
    • Favoloso, complimenti. 👏 E complimenti anche a @coach che come al solito tenta di sviscerare la parte tecnica confrontandosi e permettendo agli altri utenti di confrontarsi rispetto all'approccio a questi fantastici lavori. 👏
    • Grazie Coach!   allora vado in ordine:   1.GPU 2.Non uso datasmith, ho provato ma non penso mi sia utile personalmente 3.In questa scena non sono andato sopra i 1024. Il letto e' composto da piu' elementi tutti a 256 4.No, anche se e' un ottimo tool 5.Si 6.Solo sunlight e skylight. Io preferisco non usare il post process volume per bilanciare l'esposizione, percio' ho valori molto alti, tipo sunlight a 25 intensity, con 1 indirect lighting intensity, mentre per la skylight, ho usato una custom hdri, con indirect lightting intensity a 140, ma la mia hdri era abbastanza scura, percio' non so fino a che punto siano utili questi dati. Il resto dei toni caldi e' per le emission dei materiali emissivi
×