<< Seconda parte

LAVORARE CON GLI OGGETTI

Un oggetto in Expression Blend è qualsiasi cosa che può essere posizionata sull'artboard (layout panel, forme geometriche , testi, immagini, tasti, control template…), ogni volta che create un oggetto verrà posizionato sopra agli altri. Potete spostare un oggetto lungo l'asse Z nel pannello "Object and timeline" oppure con i tool "Order" nel pop up menù che si apre selezionando l'oggetto e cliccando il tasto destro del mouse.
Blend21

Potete modificare (scalare, ruotare, spostare…) gli oggetti in diversi modi usando le maniglie degli oggetti (che compaiono selezionando l'oggetto) oppure, con maggiore precisione, inserendo dei valori nel pannello "Properties".
Quando aggiungete un oggetto nell'artboard comparirà anche nel pannello "interaction" -> Tab "Object and timeline", quando si hanno diversi oggetti dello stesso tipo e quindi con lo stesso nome sarà difficile distinguerli. Per rinominare un oggetto si può procedere in 3 modi:
1. Con l'oggetto selezionato dal box "Name" nel pannello "Properties"
2. Con il tasto destro scegliendo l'opzione "Rename" sul nome dell'oggetto nel pannello "Interaction"
3. Cliccando 2 volte sul nome dell'oggetto nel pannello "Interaction"

Per Tagliare/copiare/incollare uno o + oggetti trovate i comandi Cut/Copy/Paste nel menù "Edit" o nel pop up menù che compare cliccando con il tasto destro del mouse.
Nel menù "Object -> Align" (o nel pop up menù) trovate i tool per allineare orizzontalmente e verticalmente una serie di oggetti selezionati.
In alcuni casi può essere comodo raggruppare alcuni oggetti attraverso il comando "Menù Object -> Group Into" e scegliere il tipo di Layout-panel in cui raggruppare gli oggetti, per rimuovere il raggruppamento (con il group selezionato) usate il comando ungroup, per selezionare un oggetto all'interno di un group usate il tool "Direct selection"
dirSelIco%20copy
In Expression Blend sono presenti tutti i tool "standard" di disegno vettoriale per poter creare path, shape e mask; per gli strumenti avanzati di disegno si può utilizzare MS Expression Design che può esportare in formato .XAML.
La grafica vettoriale è definita geometricamente attraverso punti, linee, curve, superfici e la qualità è indipendente dalla risoluzione in DPI.
Nel Toolbox trovate i tool + comuni per creare e modificare shape e path: Rectangle, Ellipse, Line, Pen, Pencil, Selection e Direct selection.
Le shape, come Rectangle e Ellipse (tenendo premuto il tasto "shift" si crea rispettivamente un quadrato e un cerchio, mentre tenendo premuto il tasto "Alt" lo shape verrà creato dal centro), sono oggetti vettoriali; anche le Path sono oggetti vettoriali ma + "flessibili", sono composti da una serie di linee e curve collegate tra loro. Una volta disegnata una path sull'artboard potete rimodellarla, combinarla, modificarla in modo tale da ottenere un'altra forma. Gli strumenti per creare i Path sono: Pen, Pencil e Line; per le modifiche invece si usano i tool Selection e direct Selection.
Le Shape non possono essere modificate come le path, ma possono essere convertite in path con il comando "Object -> Path -> Convert to Path". Una volta convertita non avrete + a disposizione le proprietà tipiche degli shape (come ad esempio il raggio degli angoli di un rettangolo).
Per modificare il raggio degli angoli di un rettangolo (Shape) si possono trascinare le apposite maniglie (posizionando il mouse sopra le maniglie degli angoli compare un'icona con un +), per modificare il raggio in un'unica direzione (X o Y) bisogna tenere premuto il tasto "Shift"; inoltre è possibile modificare il raggio con maggiore precisione immettendo dei valori nel pannello "Properties".
Blend22
2 o + oggetti (Path o Shape) possono essere combinati in un'unica path
Blend23
Quando create un "Compound Paths" (Menù Object -> Path -> Make compound paths) ogni parte intersecante delle 2 path viene sottratta e il risultato prende le proprietà della path sottostante. Per applicare il comando a delle shape bisogna prima convertirle in path. Con il comando "release compound Paths" ritornate alla condizione di partenza (le 2 path divise e sovrapposte9, ma non recupererete le proprietà della path superiore.
Blend24
Con il comando "Menù Object -> Path -> Make clipping path" applicate una path o uno shape a un altro oggetto, serve a nascondere le parti esterne al clipping path. Con il comando "Menù Object -> Path -> remove clipping path" si torna alla situazione iniziale.
Blend25
L'opacity mask può essere una path o uno shape applicato a un altro oggetto, per ogni oggetto può essere definita un'opacity mask. Si tratta di un riempimento gradiente (lineare o radiale) che permette di gestire la trasparenza dell'oggetto
Blend26
L'apparenza degli oggetti (colori, trasparenze, bordi, proprietà di visualizzazione e di selezione) si modifica dal pannello "Properties" nei tab "Appearance" e "brush.
Blend27
Le proprietà + comuni di un oggetto sono:
- Fill: riempimento di una shape o di un path
- Stoke: il bordo esterno di una shape o di un path
- Background: riempimento di sfondo di un oggetto, proprietà tipica dei control (ad esempio i button control)
- Foreground: riempimento di primo piano di un oggetto, proprietà tipica dei text box control
- BorderBrush: bordo esterno di determinati control
- Opacity: trasparenza di un oggetto
- Visibility: determina se un oggetto è visibile o nascosto
- OpacityMask: trasparenza determinata da un riempimento gradiente

I settagli del pannello "brushes" definiscono l'apparenza dell'oggetto nell'artboard, ogni settaggio ha diverse tipologie:
- No brush: nessun colore
Blend28
- Solid color: riempimento uniforme con un unico colore
Blend29
- Linear gradient: riempimento composto da una gradazione lineare di colori
Blend30
- Radial gradient: riempimento composto da una gradazione radiale di colori
Blend31
- Tile: il riempimento può essere creato da un'immagine, da un disegno vettoriale o da un control (ad esempio un button) che viene poi ripetuta
Blend32
Dopo aver creato un brush in un oggetto è possibile convertire il brush in un resource da poter applicare a altri oggetti, è possibile creare anche un resource dictionaries con i propri brush da poter riutilizzare nei vari progetti.
Il color editor serve a modificare i brush e ha 5 modalità: hex mode (sempre visibile come box), RGB, HLS, HSB, CMYK. Per cambiare modalità basta ciccare su una delle lettere e scegliere la nuova modalità nel pop-up menù.
I tool "Eyedropper" e "Paint Bucket" presenti nella toolbox servono per copiare un riempimento da un oggetto a un altro, mentre il tool "Brush transform" serve a modificare alcune proprietà di un riempimento (ad esempio la direzione di un linear gradient).
Nel tab "apparence" cliccando sulla freccia in basso appariranno le opzioni avanzate, ad esempio per lo stroke (bordo esterno) si potrà scegliere la tipologia degli angoli (StrokeLineJoin) o della parte terminale delle linee aperte (StrokeEndLineCap)
Blend33
Per il controllo della trasparenza c'è l'opacity mask (vedere sopra), l'opacity nel tab "appearance" che controlla la trasparenza dell'intero oggetto, il canale alfa che controlla la trasparenza dei sincoli componenti (Stroke, Fill, Opacity mask) e l'opzione "visibility" che serve a nascondere gli oggetti (molto utile durante la creazione di animazioni).
Blend34
In Blend sono presenti anche degli effetti da poter applicare agli oggetti chiamati "Bitmap Effects":
Blend35
A presto x la quarta parte ;)

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui