12


Questo tutorial è dedicato all'uso dell'hair&fur di 3ds max, modificatore che permette attribuzione di capelli e peli agli oggetti.
La maggiorparte delle volte h&f è usato proprio per generare peluria di ogni genere: a ciuffi, rada, riccia, lunga, corta, mossa, liscia, acconciata, trecce, ecc... ma poche volte è utilizzato per altri scopi.
In questo breve e conciso tutorial vi mostrerò come creare delle anemoni marine con pochi e veloci click, per poi animarle in maniera molto semplice.

0

Partiamo dalle mesh base. Creiamo un fondale marino partendo da un semplice piano, modificandolo come più ci piace.

1

Il secondo step è ricreare la forma dell'anemone. Per fare ciò si può tranquillamente partire da una spline, eseguire una rivoluzione su se stessa (lathe) e dettagliarla in modo da avere una buona segmentazione sull'asse verticale. Questo perchè la mesh sarà usata come "anemone tipo" e siccome si dovrà piegare, necessita obbligatoriamente che fin dall'inizio abbia sufficienti vertici per piegarsi.
2

Applichiamo al nostro piano h&f. Come da figura, i peli si orientano come sempre sul piano in maniera uniforme. Ovviamente se necessitiamo di far occupare solo alcune zone del nostro fondale marino, si dovrà procedere a selezionare le singole facce (come da manuale)

3

A questo punto, andiamo nel pannello "tools" dell'h&f, clicchiamo nella casella vuota "Instance node". Questo tool permette di dare una mesh ai singoli fili di pelo, dimenticandosi delle caratteristiche del pelo (hair segmentes, passes, ecc..). Dopo di chè si deve cliccare sulla mesh Aneomne creata precedentemente (nel mio caso, line01)

4

Ora vedrete la distribuzione delel vostre anemoni sul vostro fondale e pian piano sta prendendo forma il vostro paesaggio marino.
Ora però c'è da affinare il processo di creazione. I comandi density, scale, thick sono ancora attribuibili alle nostre anemoni. Proviamo ad aumentare la dimensione dei "peli"

5

Ora utilizziamo i singoli parametri frizz e kizz per osservare come si comportano le nostre anemoni. Se la nostra mesh base non è sufficientemente tassellata, vedremo angoli molto spigolosi e poco realistici.

6

7

Ora che avremo sperimentato i vari parametri, resettiamolo in modo da rendere abbastazna filiformi i singoli anemoni. Se andiamo nella tendina dynamics, scopriremo che le nostre anemoni si ocmporteranno come i capeli, quindi si accasceranno, cadranno e piegheranno. Se clicchiamo su live vedremo lentamente come si comportano le singole mesh.

8

Non dimentichiamoci che rimangono sempre "hair" quindi perchè non pettinarli? i normali tool per acconciarli continuano a funzionare quindi possiamo posarli come più ci piace

9

Una volta deciso in quale maniera averli, non ci resta che attribuire un materiale e procedere con il render, e le nostre anemoni avranno finalmente vita.

10

Possiamo a questo punto provare a variare un pò la densità per organizzare meglio la distribuzione sul nostro fondali. Ecco alcuni esempi di quello che si può fare

1f

2f

3f

Ora, se si vuole davvero vita alle anemoni, i passaggi per fare ciò sono molto semplici. Accednedo il "Live" vedremmo cadere i singoli anemoni. Per ovviare a ciò si può giocare sul parametro "root hold" ma questo causerebbe una rigità totale della mesh. Per rimediare a ciò si tiene il root hold relativamente basso ma si imposta la gravity al negativo (tipo -2,33) in modo che saranno "attratti" verso l'alto.
Creiamo un space warps->forces->wind e piazziamolo di lato.
Nel pannello deil'h&f->dynamics aggiungiamolo alla tendina "external forces".

11

A questo punto la simulazione può essere definita facendolo precalcolare la simulazione. Impostiamo la cartella in cui salvare i singoli file per ogni frame e clicchiamo "Run". Dopo il calcolo, ci basterà passare in modalità "Precomputed" e vedremo i singli anemoni animati.
Un esempio di quello che si può ottenere è il seguente


Spero che possa essere stato d'aiuto questo tutorial su come sfruttare questo strumento per altri scopi dai soliti consueti. L'uso dell'hair & fur è molto vasto, dai capelli normali, ai rasta, penne degli uccelli.... e perchè no? Per le anemoni!!!

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui