In questo periodo di informazioni multimediali audio-visive, ove le grandi aziende fagogitano il più possibile per determinare un monopolio informatico, culturale ma sopratutto commerciale, è sempre piacevole mettere in evidenza realtà che cercano di discostarsi da uno status quo per dedicarsi ad una concezione il più artistica possibile del "vedere", mantenendo comunque di altissimo livello le proprie interpretazioni del vero e del vissuto.

Tra questi troviamo una interessente raccolta di giovani e talentuosi filmmakers di tutto il mondo in WhiteList , ove i produttori Jerad Anderson, Holly Ross, Jeremy Hodges, Nikki Weiss-Goldstein e Jared Shapiro cercano di creare un ambiente produttivo emotivamente impattante, dove l'arte della visione è la regola. Non manca di certo il 3D in molte opere, ma il tutto per rendere interessante una visione; un giusto mix tra finzione e realtà la quale ci parla di un qualcosa di non scontato.

Tra tutti i loro filmati, vale la pena vedere "The Future Of Storytelling" (diretto da Mishka Kornai e Drew Heskett), una visione prossima futura di come le nuove tecnologie (3D, stampa 3D, scannerizzazione ecc.) possono raccontare qualcosa in più, lontano da steriotopi sempre più frequenti e, in definitiva, oramai passati.

Per maggiori informazioni vedi QUI