Anche se Unreal Engine è stato nominato miglior game engine dell'anno dai recenti Develop Awards, il suo principale competitor, ad oggi senza dubbio Unity, non rimane certo a guardare. Anzi, potremmo scherzosamente dire che da questa situazione Unity incassa e rilancia.

Unity Tecnologies ha infatti ufficializzato la capitalizzazione della società di 181 milioni di dollari, che, secondo il New York Times, porterebbero il valore della società ad un ammontare complessivo di 1.5 miliardi di dollari.

Questo forte investimento, stando a voci vicine alla società, avrebbero un obiettivo ben preciso, quello di supportare la ricerca e lo sviluppo dei comparti mobile, VR e AR.

Il successo di Pokémon Go, sviluppato peraltro proprio con Unity, ha fatto rizzare letteralmente le antenne sulle potenzialità commerciali di una tecnologia come la realtà aumentata. E' scontato che altre software house seguiranno l'esempio di Unity Technologies, con investimenti più o meno significativi sia nello sviluppo di applicazioni di questo genere, senza naturalmente trascurare la realtà virtuale.

Anche se Unreal Engine gode certamente di una fama superiore a livello di grandi produzioni nel settore games, Unity è più popolare in termini complessivi. La sua straordinaria flessibilità gli ha garantito una base di utenti quantificabile nell'ordine di 5.5 milioni di registrazioni, a fronte dei circa 2 milioni del concorrente di casa Epic Games.

La fonte originale della news è integralmente disponibile su Techcrunch, cui rimandiamo per ulteriori approfondimenti.