L'edizione 2017 di Udine 3D Forum amplia i propri orizzonti a molti ambiti del 3D, a partire dal biomedicale.

Tra le novità assolute dell'evento avremo Luca Borro, ricercatore dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, che ci illustrerà le principali tecnologie 3D coinvolte in medicina, presentando casi studio concreti che andranno ad approfondire l'introduzione generale che ha curato per noi nel seguente articolo.

https://www.treddi.com/cms/articles/rivoluzione-3d-in-medicina-il-ruolo-della-modellazione-e-della-stampa-3d-nel-settore-biomedicale/3848/

Luca vanta un profilo professionale decisamente fuori dagli schemi. Una prima laurea in Architettura, una seconda in Biologia in fase di conseguimento e soprattutto una grandissima passione per il 3D, che gli ha consentito di affrontare un progetto di ricerca praticamente unico in Italia. Quello di affiancare i medici nella valutazione diagnostica e della simulazione della chirurgia grazie alle potenzialità della visualizzazione e della stampa 3D.

Una storia che vale la pena conoscere. Le professioni del 3D oggi consentono di reinventare letteralmente la propria carriera, cogliendo e creandosi opportunità davvero uniche.

Per maggiori informazioni sul Workshop "Il ruolo della modellazione e della stampa 3D in medicina", in programma sabato 11 novembre alle ore 11:30, è possibile consultare direttamente il sito di Udine 3D Forum.

http://www.udine3d.it/partecipa/pass/