Adobe ha rilasciato Substance in Maya 2.0.1, una versione completamente riscritta del plug-in di integrazione di Substance, che viene fornito nativamente con Maya e Maya LT. Il plug-in consente agli utenti di manipolare i materiali procedurali nel formato .sbsar direttamente in Maya.

Le nuove funzionalità includono il supporto per texture con risoluzioni fino a 8K, l'opzione per utilizzare output numerici dai materiali e il supporto "one-click" per motori di rendering come Arnold, Maxwell, Redshift, RenderMan and V-Ray Next.

Le modifiche al flusso di lavoro includono un nuovo sistema di preset che consente agli utenti di salvare, riutilizzare e condividere le impostazioni dei materiali substance e l'opzione per importare i materiali tramite batch.

Per chi avesse la necessità di creare strumenti personalizzati, l'aggiornamento fornisce anche la nuova API Python che è stata introdotta nelle recenti versioni di Substance Designer.

Anche l'interfaccia utente è stata aggiornata, introducendo un nuovo Substance shelf che contiene comandi di uso comune, oltre all'accesso a 22 nuovi materiali da Substance Source.

Per maggiori informazioni: https://www.substance3d.com/blog/substance-maya-rendering-future