AMD ha rilasciato Radeon ProRender for Blender 2.0, l'ultimo aggiornamento dell'edizione per Blender del suo renderer GPU fisicamente corretto, come open beta.

Questo aggiornamento introduce il supporto a Blender 2.80 e aggiunge il nuovo sistema di denoising guidato da intelligenza artificiale, campionamento adattativo e supporto per il rendering dei capelli.

Anche se per configurazioni di livello avanzato sia sempre possibile utilizzare i suoi shader proprietari, adesso ProRender è in grado di utilizzare i più comuni shader node di Blender, incluso il Principled Shader.

AMD non ha rilasciato dati ufficiali sul miglioramento delle performance, ma le prestazioni del viewport e del rendering finale sono state migliorate rispetto al vecchio plug-in per Blender 2.79.

Ricordiamo che, anche se ProRender è un motore di rendering indipendente dall'hardware, per l'accelerazione GPU, ovviamente sono raccomandate le schede grafiche AMD. È possibile utilizzare qualsiasi scheda Intel o Nvidia che supporti OpenCL 1.2, ma solo su Windows 10 o Linux.

L'update al momento è disponibile solo nella versione per Windows, mentre per Linux e macOS dovremo aspettare ancora qualche tempo.

Oltre all'aggiornamento per Blender, il plugin è stato aggiornato anche per 3ds Max, introducendo il supporto alla versione 2020, e per Maya (solo per i plug-in Windows e macOS), aggiungendo il supporto per Maya Fluid Volumes, che consente di eseguire il rendering di effetti avanzati come fumo, nebbia e nuvole, la possibilità di convertire materiali Arnold Renderer e Redshift in materiali Radeon ProRender e il supporto per Maya 2019. 

Per maggiori informazioni: https://community.amd.com/community/radeon-pro-graphics/blog/2019/04/09/amd-radeon-prorender-nab-2019-updates-include-plug-in-for-blender-280-beta-ai-accelerated-denoising-and-more