Pixologic, al  ZBrush Summit, ha svelato alcune delle nuove feature che saranno presenti nelle prossime versioni di ZBrush, tra cui una fotocamera standard con obiettivi e lenti del mondo reale, cartelle per il raggruppamento di SubTools e un nuovo sistema di UV Unwrap.

La nuova fotocamera standard, replicherà le proprietà di una fotocamera reale come la lunghezza focale e l'ampiezza del campo visivo, rendendo più semplice inserire le proprie sculture digitali su sfondi presi da una foto. La demo allo ZBrush Summit ha mostrato un personaggio che, inserito in un ambiente esterno, si è adattato perfettamente con lo sfondo generando le giuste ombre sul terreno.

Pixologic ha anche mostrato Peel UV, un nuovo plug-in di unwrapping UV. A differenza dell'attuale UV Master, Peel UV consente agli utenti di posizionare le cuciture in modo preciso selezionando gli spigoli nella vista 3D. Una volta che è stato fatto l'unwrap del modello ci sono una serie di controlli che consentono di manipolare le isole UV risultanti in modo da migliorare la mappatura UV.

L'opzione per raggruppare le SubTool in cartelle adesso può essere eseguita dalla palette SubTool o selezionando direttamente la geometria e utilizzando il manipolatore Gizmo 3D. Una volta create, le cartelle possono essere duplicate, permettendo di gestire sistemi complessi di sub-object, mentre l'opzione Boolean Folder permette di combinare tutti i singoli SubTool in un'unica superficie.

Qui di seguito potete vedere l'annuncio delle nuove funzionalità svelate durante lo ZBrush Summit 2018