Il film ha fatto storcere il naso a molti, compresi i fan degli arcade anni '80, che non hanno apprezzato certi aspetti caricaturali, al di là di un valore artistico francamente rivedibile. I titoli più benevoli delle recensioni americane che ne accompagnarono l'uscita sono alla stregua dei vari: "Game over for Adam Sandler". Giusto per rendere l'idea.

Pixels non verrà certo ricordato come un capolavoro, ma sforzandosi, si può volergli comunque bene.

Niente da dire invece per quanto riguarda il comparto tecnico, in particolare gli shot di Sony Pictures Imageworks, che ha sviluppato la CG e i VFX delle scene girate a Washington. Di cui segue un accurato breakdown.