Bertrand Benoit è ormai sulla scena della CG da anni, ma non si stanca mai di sorprendere la community con le proprie pubblicazioni. Oggettivamente molto abile nella promozione e nella divulgazione dei propri lavori, riesce a fare la differenza anche grazie ad un'attenzione quasi morbosa per i particolari che caratterizzano le sue scene. Non è un caso che i mood e i dettagli presenti nei suoi lavori siano in assoluto tra i più imitati.

Non fa eccezione la ricostruzione della Camera di Commercio di Berlino in un progetto nato per testare a fondo le potenzialità di Railclone, il plugin di progettazione parametrica per 3ds Max. Secondo l'artista, il modello sarebbe stato definito al 90% proprio utilizzando Railclone, con piccole parti di completamento in modellazione mesh tradizionale.

d6866c59626d9161bc9fcb0163d6d6bb.jpg


Dopo aver definito la modellazione dell'intero complesso, Bertrand Benoit ha realizzato i rendering finali utilizzando Corona Renderer, in particolare testando le funzioni del LightMix, per variare in maniera interattiva intensità e colore delle luci, come è possibile apprezzare nelle due immagini che seguono.

a0e2bd4c9442134e3ee14e116f76b296.jpg

0afc13b915861f792efcfd11c68ba007.jpg


La scena è in vendita su Turbosquid al prezzo di 99 dollari. Per provarla è assolutamente necessario possedere 3ds Max 2016 (o seguenti), Corona Renderer 1.5. E' disponibile anche una versione del file che comprende le mesh di RailClone collassate, in modo da non dover per forza avere il plugin installato.

Vi ricordiamo che Corona Renderer 1.5 e RailClone sono disponibili sullo shop ufficiale di Treddi.com.