Oltre al carbone, la Befana quest'anno ha portato dell'altro.

Era una delle notizie più attese per questa Epifania, almeno per quanto riguarda l'ambito puramente tech. Dopo un numero incredibile di indiscrezioni, rinvii e rumors architettati nel migliore dei modi per creare hype attorno alla vicenda, Oculus Rift è finalmente in vendita.

Lo shop ufficiale consente di ordinare la prima release commerciale di Oculus Rift, oltre a mettere a disposizione un tool per verificare se il proprio pc soddisfa almeno i requisiti minimi per poterlo utilizzare.

Un'ottima mossa commerciale, dal momento che Oculus stessa, se il tool riporta un fallimento nelle specifiche necessarie, suggerisce il link allo shop delle configurazioni definite "Oculus Ready". Un'operazione in partnership con Asus e Dell (anche con il marchio gamer Alienware).

palmer-luckey-750x400.jpg

Il fondatore di Oculus, Palmer Luckley

Dopo aver analizzato per mesi e mesi le sue caratteristiche grazie ai due development kit rilasciati, finalmente possiamo fare delle considerazioni relative ai prezzi e alle previsioni di incidenza sul mercato, almeno al suo rilascio effettivo, previsto per il mese di marzo, quando inizieranno le consegne dei kit venduti a partire da oggi.

I 599 dollari previsti per il mercato americano diventano misteriosamente 742 euro spedizioni incluse per il mercato italiano. Non chiedeteci perchè. Passiamo oltre.

prezzo.jpg

L'interno del Oculus Rift DK2. L'attesa di poter fare altrettanto con la versione commerciale è febbrile, anche pensando a quanti vorranno lanciarsi nella solita raffica di videorecensioni che impazzeranno su youtube. A livello di gadget e dispositivi tech, Oculus Rift rappresenta certamente l'evento clou del 2016

Quanto ai requisiti di sistema, necessari per avere un'esperienza si presuppone almeno decente di Oculus Rift, si parla di un processore i5 4950 (quarta generazione), una NVIDIA GTX 970 o AMD Radeon R290, oltre a 8GB di Ram.e tre porte USB 3.0.

Per ora è impossibile fare valutazioni o previsioni sulle performance, in quanto tutto dipenderà dalle applicazioni. Dalle potenzialità del SDK e dal risultato delle ottimizzazioni effettuate dai programmatori sui titoli che verranno rilasciati.

oculus-rift- price-750x400.jpg

oculus-touch-hands-on-e3-2015-4-750x400.jpg

Oculus Rift non arriva certamente da solo, ma accompagnato da un'ampia famiglia di accessori, tra cui spicca sicuramente il touch, un controller progettato nello specifico per interagire con le applicazioni che supporteranno il visore

A differenza di altre periferiche, la cui incidenza può anche essere considerata marginale, Oculus Rift è il pioniere di un vero e proprio nuovo segmento di mercato, la realtà virtuale, su cui praticamente tutti i maggiori produttori stanno spingendo con investimenti da miliardi di euro.

Il successo dei dispositivi VR dipenderà da molti fattori. Su tutti la quantità e qualità dei giochi che verranno rilasciati, si parla di circa un centinaio di titoli per il 2016. Oculus prevede di vendere circa 5 milioni di Rift nel 2016. Una previsione che ad oggi, visti i prezzi proposti, pare piuttosto ottimistica.

Oltre al mercato consumer, su cui è fisiologico prevedere un periodo di diffusione prolungato, che potrebbe vedere delle accelerazioni in caso di un price cut, sarà interessante vedere l'impatto della realtà virtuale in ambito business, in particolare per quanto concerne settori quali l'advertising, la comunicazione, il retail shop e le applicazioni industriali.

countdown-web2.jpg

Il conto alla rovescia è terminato. Oculus Rift è atteso alla prova dei fatti