Foundry ha rilasciato Nuke Indie, una nuova edizione da 499$/anno del software di composizione rivolto a liberi professionisti e piccole startup.

Questa nuova edizione si basa su Nuke Studio e include le sue capacità editoriali e di revisione, esporta a risoluzioni fino a 4K, ma salva in un formato proprietario e manca del pieno supporto a Python e ai plugin.

Nuke Indie colma una lacuna nella gamma di prodotti Foundry tra la versione di Nuke Non-Commercial gratuita, rivolta alle persone che imparano Nuke, e le edizioni complete del software, il cui costo però parte da poco meno di 5.000$.

Rispetto alla versione non commerciale, Nuke Indie include funzionalità come i keyer Chroma Primatte e Ultimatte, il nodo WriteGeo, l'opzione per esportare LUT ed EDL e il supporto per monitor video esterni. L'altra limitazione principale è la mancanza di supporto per il codec video H.264 e il codec audio AAC, sebbene Foundry ci informi che si tratta principalmente di un problema di licenza. Anche la massima risoluzione di esportazione di Nuke Indie è superiore a Nuke Non commerciale: 4K anziché Full HD, sebbene sia possibile eseguire il rendering solo su un singolo computer, non tramite una render farm.

Per maggiori informazioni: https://www.foundry.com/products/nuke/nuke-indie