Next Limit Technologies ha annunciato l'uscita entro il mese di settembre di Maxwell Render 4, una major release attesa ormai da molto tempo, pre rendere disponibili alcune feature richieste ormai a gran voce dalla community di utenti di questo storico renderer unbiased.

La nuova versione porta con sè una interessante promozione di lancio. Chi acquisterà Maxwell Render entro l'uscita della versione 4, oltre all'update gratuito dalla versione 3 attualmente disponibile, potrà godere del 30% di sconto sul costo ufficiale della licenza (per maggiori informazioni ricordiamo che Maxwell Render è disponibile sullo shop ufficiale di Treddi.com).

Vediamo le principali novità che saranno introdotte in Maxwell Render 4.

GPU RENDERING

Come preannunciato, si tratta della novità più importante di Maxwell Render 4, un nuovo motore di rendering GPU based, in grado di sfruttare i processori CUDA delle schede grafiche NVIDIA.

A livello utente, non ci saranno differenze tra la tradizionale versione CPU e la nuova versione GPU based. Questo vuol dire che il workflow non subirà variazioni di alcun genere e gli utenti potranno decidere quale hardware sfruttare per il rendering in maniera assolutamente trasparente, senza differenze a livello di risultato sull'immagine.

MAXWELL MULTILIGHT™ STANDALONE

La tecnologia Multilight è sempre stato un punto di forza di Maxwell Render. Il fatto di dover calcolare una sola volta il rendering e poter intervenire in post produzione sulle caratteristiche cromatiche e sull'intensità delle luci presenti nella scena costituisce un time saver decisivo.

Maxwell Render 4 avrà un nuovo Multilight Standalone, con nuovi strumenti e potenzialità per avere una serie di vantaggi così sintetizzabili:

- infiniti setup di lighting in tempo reale;

- possibilità di risparmiare molto tempo nel setup della scena, potendo intervenire successivamente al rendering per il fine tuning, direttamente sul risultato dell'immagine;

- possibilità di creare con un unico rendering un catalogo di lighting design da sottoporre al cliente;

- una volta definito il catalogo di lighting della scena, questo può essere aggiornato automaticamente posizionando le luci in maniera differente, così come modificando le geometrie presenti nella scena.

Alcuni di questi concetti sono facilmente riscontrabili nello sneak peek ufficiale.




NUOVA GALLERIA MATERIALI

Maxwell Render 4 metterà a disposizione dei propri utenti una galleria materiali totalmente rinnovata. Oltre ad una maggior quantità di risorse di qualità elevata, le nuove librerie, oltre al filtraggio per tipologia (es. legno, plastica, metallo, ecc.) avranno anche la possibilità di una categorizzazione per qualità, intesa in termini di performance level, in modo da risparmiare molto tempo nell'ottimizzazione dei parametri.

gallery.png


SUPPORTO DEDICATO A RHINO FOR MAC

Maxwell Render 4 tra i propri plugin di connessione avrà un nuovo tool esclusivo per Rhino for MAC, l'ultima versione introdotta sul mercato da McNeel. Il nuovo plugin consentirà un workflow ottimale grazie alla tecnologia di live linking tra Rhino e Maxwell Studio, la versione standalone che oltre al motore di rendering contiene anche lo scene editor proprietario.

Rhino for MAC potrà dunque disporre di tutti i Maxwell tools disponibili, tra cui FIRE, Multilight, material editor, network tools, advanced render extensions e tanti altri.


rhino_mac.png


INTEGRAZIONE CON REVIT

Totalmente rinnovato il plugin di connessione di Maxwell Render e Revit, con importanti miglioramenti, tra cui l'introduzione di FIRE (il tool real time che consente la preview interattiva di Maxwell, NdR), oltre ad una toolbar che sintetizza i principali strumenti messi a disposizione per il celebre BIM di casa Autodesk.

revit_integration.png


Maxwell Render 4 arriverà durante il mese di settembre e sarà disponibile con tutti i plugin di connessione con i software già supportati dalle precedenti versioni.

Per maggiori informazioni su Maxwell Render 4 è possibile consultare lo shop ufficiale di Treddi.com