Sulla scia delle iniziative intraprese dai suoi competitor, Google intende sfruttare la propria infinita potenza di calcolo per supportare un servizio professionale di cloud rendering: ZYNC.

Il servizio è attualmente in fase di beta testing pubblico, operativo per i seguenti software: V-ray 2 e 3, Nuke 7 e successivi, Maya 2014 e 2015, Arnold, Genarts Sapphire.

Qualsiasi utente può ottenere sin da subito 800 dollari di traffico gratuito: 300 registrandosi a ZYNC, ulteriori 500 seguendo la procedura indicata sul sito rendermore, iniziativa parallela lanciata da Google per promuovere il lancio.

ZYNC consiste in un'applicazione cloud web based in grado di gestire tutti i processi necessari per renderizzare i propri progetti, con specifiche opzioni di storage, gestione backup. Particolarmente intuitivi, a livello di first look, i management tools. ZYNC rende disponibile anche le API (scritte con Python), in modo da consentire agli specialisti IT di ottimizzare l'integrazione del servizio nella propria piattaforma aziendale, con tools e scripts aggiuntivi.

Per avere un'idea di massima relativa al funzionamento di ZYNC, Google ha reso disponibili semplici tutorial relativi a Nuke e Maya.