Agosto decisamente caldo per la game industry, con tantissime novità, sul fronte degli annunci, dei rilasci videoludici, con gli occhi puntati sulla Gamescom, evento europeo di riferimento per il settore. Giorni caldissimi anche per quanto concerne le acquisizioni. E' il caso di Milestone Interactive, da pochi giorni diventata una company di THQ Nordic, che l'ha acquisita per una cifra intorno ai 45 milioni di euro, destinata a salire nel caso in cui vengano raggiunti dei target di vendita sui progetti attualmente in fase di sviluppo (che nella nota di acquisizione sarebbero ben cinque).

Milestone, che vanta la propria sede operativa a Milano, ha acquisito una notorietà internazionale grazie allo sviluppo di giochi racing, in cui spiccano i franchise MotoGP, MXGP, Gravel e l'ottima serie di Ride, considerato a pieno titolo il Granturismo delle due ruote, per un totale di circa 8 milioni di copie vendute dal 2013 al 2018, il range valutato da THQ Nordic nel valutare l'acquisizione (fonte gamesindustry.biz)

Una notizia importante, che ha colto di sorpresa molti, per un'azienda che occupa anche molti 3D artist e ci si auspica possa dare nuova linfa a produzioni sempre più nell'orbita AAA, in grado di focalizzare budget importanti sia per sostenere la base di lavoro necessaria per svilupparle (impiegando un numero maggiore di ragazzi), sia per garantire la giusta spinta in fase di distribuzione e marketing che soltanto un grande nome dell'industria ad oggi può garantire.

Se l'acquisizione di Milestone ha giustamente catalizzato l'attenzione dell'industria nostrana, il colpo principale dell'estate l'ha per ora messo a segno Sony, assicurandosi la proprietà di Insomniac Games, leggendario sviluppatore che ha negli anni dato i natali a serie come Spyro, Ratchet & Clank, fino a sorprendere tutti con l'ottimo Marvel Spider-Man, che consente ai player su PS4 di svolazzare con Peter Parker in una Manhattan interalmente ricostruita in 3D.

Sony si assicura dunque le esclusive dei prossimi progetti, tra cui si vociferà un ritorno di Ratchet & Clank in previsione dell'esordio della PS5, mentre il team di sviluppo di Insomniac Games potrà naturalmente contare su un supporto molto più solido rispetto a quella che era finora una collaborazione molto stretta, ma tra aziende del tutto differenti. Nulla da fare per Spyro, originariamente sviluppato da Insomniac, i cui diritti rimangono però saldamente in forza ad Activision Blizzard, che continua a sfruttarli a dovere con rilasci multipiattaforma.