In linea con le solite tempistiche ed ancora una volta senza teasers o sneak peak (salvo per gli utenti registrati di MODO), Foundry rilascia l'ultima versione del suo software 3D Generalista: MODO 12.0!

Rimane la stessa formula dei 3 macro-update annuali, composti da una prima release (modo 12.0) e le successive installazioni con MODO 12.1 e 12.2, che si vedranno nell'arco del 2018.

Ci troviamo dunque di fronte al primo "terzo" degli update che si faranno largo in questa versione ed in questo momento si concentrano principalmente intorno al dipartimento modellazione, sia procedurale che diretta.

Tra questi miglioramenti troviamo:

-Vertex Slide Tool, che permette di spostare un vertice lungo gli edge che si collegano al vertice stesso, garantendo uno slide estremamente semplice;

-Nuovi Falloff, tra cui il Weight Map falloff, l'Incidence Falloff ed il Falloff Operator, in grado di leggere le weight map applicate ad una mesh operation, senza dimenticare la possibilità di utilizzare un gradiente per regolarne l'intensità;

-Hatchet Collection Python Scripts, una collezione di script realizzati da William Vaughan in grado di migliorare l'user experience, semplificando alcuni step di modellazione che prima richiedevano passaggi più meccanici;

-Jitter Tool, un comando già presente dentro MODO che ora vede tra le sue proprietà i nuovi Rigid Translate, Rigid Rotate e Lock Stacked, opzioni che permettono di modificare un'unione di poligoni in base al loro bounding box, estremamente utile per animazioni o modellazione di parti meccaniche (e non solo);

-Polygon Bevel Tool, nuove proprietà anche per questo semplice comando, tra cui il Max Smoothing Angle e lo User Vertex Normal Map.

Per la modellazione procedurale troviamo finalmente il Merge Meshes e il Triangulate Tool ed infine, per MeshFusion, l'applicazione di booleane non-distruttive più famosa dentro MODO, sono state implementate le Surface Strips, che permettono appunto di creare degli strip di poligoni molto precisi e puliti su qualsiasi superficie.

Altri miglioramenti riguardano invece alcune feature più sparse tra cui il Mesh Paint, per la distribuzione di mesh su una superficie attraverso il pennello; Export to Facebook attraverso il formato glTF2.0, un formato estremamente utile per visualizzare oggetti 3D in real time sul social più famoso del mondo con tanto di materiali PBR applicati e per concludere, alcune modifiche minori all'UI per renderla meno frammentata, consentendo di accedere a qualsiasi contenuto (uvmapping, rendering, modeling, sculpting, etc..) attraverso poche icone collocate in alto a sinistra nell'interfaccia.

Come ogni volta, Foundry mette a disposizione un mese di trial gratuita e questo per ogni singola uscita (12.0,12.1,12.2) garantendo ben 90 giorni di trial gratuite ogni anno.

Qualora foste interessati a provare il software prima dell'acquisto, potete trovare il link di seguito: https://www.foundry.com/products/modo/new-releases