ESRI ha di recente pubblicato un aggiornamento per il suo celebre generatore di environment urbani: CityEngine 2019.1

La principale novità prevede Serlio, un plug-in di integrazione diretto per Maya, che consente in buona sostanza di utilizzare le stesse funzioni e tool procedurali di CityEngine nell'ambiente di lavoro del software DCC di Autodesk.

Quanto alle nuove funzioni, l'impressione è che si tratti di una release molto consistente, dal momento che CityEngine 2019.1 prevede una serie di ottimizzazioni e nuove feature, tra cui:

- new guide creation tool

- improved 2D drawing workflows

- updated Unreal Engine Exporter

- updated SPLK Exporter

- updated ArcGIS Urban integration

confermato ed esteso anche il supporto all'interoperabilità con i formati OBJ, DXF, FBX e Alembic.

Per avere una panoramica generale delle nuove funzionalità previste in ESRI CityEngine 2019.1 vi suggeriamo la visione del release trailer che segue.


ESRI CityEngine è un software di nicchia, creato per applicazioni nell'ambito dell'architettura e dell'urbanistica (GIS), ma ha saputo ritagliarsi un target molto interessante anche in ambito VFX, grazie ai suoi strumenti procedurali e alla capacità di gestire con efficienza il formato Alembic, feature che consentono di creare e gestire in maniera molto rapida scenari urbani anche molto complessi. In quest'ottica, risulta molto più semplice comprendere il rilascio di un plug-in come Serlio, in grado di integrare le funzioni di CityEngine direttamente in Maya, tuttora il software 3D di riferimento nell'industria VFX entertainment. Di recente, abbiamo ad esempio visto CityEngine nella pipeline di Scanline VFX (Independence Day) e Disney Animation Studios (Zootopia).

ESRI City Engine è disponibile per Windows, macOS e Linux. Il nuovo plug-in per Maya, Serlio, prevede l'installazione gratuita per utilizzo  dichiaratamente non commerciale.

Per info e prezzi - https://doc.arcgis.com/en/cityengine/latest/whats-new/cityengine-release-notes.htm