E' senza dubbio il film del momento. Deadpool, il mercenario chiaccherone interpretato da Ryan Reynolds arriverà nelle sale italiane giovedi 18 febbraio, a coronamento di un'intensa operazione di marketing, articolata sulla base di una serie di trailer molto divertenti.

Deadpool fa parte della categoria "Rated R", i comics, e di conseguenza il film stesso, inadatti alla visione dei bambini a causa di un linguaggio non propriamente per educande oltre a scene decisamente esplicite sotto tutti i punti di vista. Chi di voi ancora non lo conoscesse è sufficiente che vedere uno dei trailer in coda al presente articolo per farsi un'idea.

 

deadpool_ver3_xlg.jpg

Una delle divertenti locandine che annuncia l'arrivo di Deadpool nelle sale. A fronte di una produzione non esorbitante rispetto agli standard raggiunti dai Marvel Movies, a livello di marketing non hanno badato troppo a spesse per promuovere le gesta del mercenario chiaccherone, con tanto di trailer in tutti i principali eventi di questo periodo: Superbowl e Festival di Sanremo compresi.

Il fatto di appartenere alla categoria Rated R (negli Stati Uniti è vietato ai minori di 17 anni, NdR) gli ha fatto battere subito un record. Quello relativo ai maggiori incassi per un progetto Rated R nel weekend di esordio, con ben 135 milioni di dollari al box office, spazzando via il precedente record di Matrix Reloaded, che resisteva dal 2003. Per rendere l'idea, oltre 40 milioni facili in più di 50 Sfumature di Grigio. In ogni caso piu' che sufficienti per ripagare con gli interessi i 58 milioni che è costato.

Come nella tradizione dei Marvel Movies, parliamo di una produzione alle cui shot hanno collaborato studi del calibro di Digital Domain, Weta Digital, Luma e tanti altri.

 

deadpool_dpl_3720b_breakdown_300dpi.jpg

Un particolare dell'animazione facciale di Deadpool, sviluppata da Weta Digital

 

Un'analisi della definizione degli effetti visivi di Deadpool è stata pubblicata da fxguide, e ci dà un'idea molto compiuta sugli aspetti che hanno riguardato la composizione generale di molte scene, facendoci venire ancora di più la voglia di andare al cinema.

Tra i contenuti premium di fxguide è disponibile anche un'intervista con il regista di Deadpool, Tim Miller.