Manca ormai pochissimo al via della nona edizione dei DDD - Digital Drawing Days, che si preannuncia davvero molto importante in termini di contenuti ed esperienze, grazie ad artisti già molto noti al pubblico delle precedenti edizioni. Parliamo di nomi come Dionysios Tsagkaropolous, Ivan Basso, Alessandro Cannavà, Rodolfo De Bernardi, Fabio Dal Molin, Alessandro Cangelosi e Luca Rostellato.

Molto solido anche il parco degli speaker che sarà al DDD in collaborazione con i partner ufficiali dell'evento, come Yana Andreeva (Chaos Group), la voce di V-Ray nonché unica eccezione ad una lineup volutamente ed orgogliosamente Made in Italy, che avrà nuovamente con sè Giuseppe Massoni (McNeel) con le ultime novità su Rhino 6 e Rhino 7. Torneranno anche le mitiche masterclass su Unreal Engine di Enea Le Fons, che immergeranno tutti gli appassionati di real time e VR in una travolgente esperienza "from zero to hero". Fabio Allamandri toglierà il velo sulle ultime novità di Treddi.com, mentre il co-fondatore del DDD, Francesco La Trofa, presenterà un nuovo progetto editoriale focalizzato sulle professioni della VR e delle tecnologie immersive.

Infine, non poteva mancare il deus ex machina del DDD. Non è bastato un clamoroso incidente a metterlo fuori gioco durante la scorsa edizione, figuriamoci oggi che si preannuncia più in forma che mai. Stiamo naturalmente parlando dell'inimitabile Dimitar Dinev (3DWS), che impazzerà come al solito in lungo e in largo con le anteprime delle più importanti novità hardware e software, messe a punto per risolvere le esigenze di qualsiasi professionista del 3D.

L'edizione 2018 dei Digital Drawing Days ha inoltre dedicato grande attenzione per scoprire e valorizzare nomi nuovi nel firmamento mediatico del 3D. Non ci riferiamo di certo alle giovani promesse, ma ad autentici veterani su cui nessuno ha finora posato la luce dei riflettori. E' il caso di Alberto Venier, Manolo Munaretto, Alberto Cibinetto, Marco Brunato, Archimek e altre sorprese che avremo il piacere di scoprire direttamente sul palco del DDD.

Altrettanto significativi i nomi di chi non salirà sul palco, ma avrà come ogni anno il piacere di condividere due bellissime giornate tra amici, prima ancora che come professionisti del 3D. Come "semplici" spettatori dell'evento avremo artisti che con ogni probabilità da altre parti farebbero la fila per avere nel proprio programma. Ed è facile capire il perché se andassimo semplicemente a sfogliare i portfolio di personaggi del calibro di Fabio Feltrin, Andrea Bertaccini, Vittorio Bonapace, Kril Damianov, Romy Tesei, Marco Rossetti, Giacomo Dalle Vaglie, così come moltissimi altri artisti che alcuni dei più giovani probabilmente non hanno mai sentito nominare, ma sono delle vere e proprie leggende della CG Art.
E' il caso di Nikki Candelero, che tornerà al DDD dopo alcuni anni di latitanza. Lecito chiedersi che fine avesse fatto. Per chi non lo conoscesse, Candelero è stato per diversi anni uno tra i più noti CG Artist al mondo, soprattutto per i suoi lavori in ambito architettonico. I suoi punti di forza erano la composizione ed il lighting, doti che gli sono servite anche per la sua seconda carriera artistica. Oggi Nikki Candelero ha appeso il 3D al chiodo, per diventare un apprezzato fotografo. Sarà proprio lui ad immortalare i momenti più significativi dei DDD 2018, un'edizione davvero da non perdere.
Vi aspettiamo ad Arezzo.

Per tutte le informazioni relative ai Digital Drawing Days - http://digitaldd.org/

832e59eaaf2cb0011e29d8ff61bf2d6e.jpg

fd1dcd7459f92bd858544c4f8946f115.jpg

ac53da3fa57e7d8df0264184a45fc4d4.jpg

cae799c62a2e418ad31941ee50f7ee8d.jpg

eb0d108b4d7b0d8d7aca7a9e0e08df22.jpg

9853c0adc5ccfb4e10d3a44ddd96a229.jpg

Note - le immagini utilizzate nella presente news sono state realizzate da Nikki Candelero.