Vai al contenuto
Corona per C4D Alpha 6: la prima build per Mac OS X
By: Francesco La Trofa 1.226 •

Corona per C4D Alpha 6: la prima build per Mac OS X

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0

Render Legion ha scelto di fare un bel regalo di Natale agli utenti di Cinema 4D, in particolare coloro che utilizzato il software 3D di Maxon su Mac OS X. La final build di Corona Renderer Alpha 6 per C4D è infatti compatibile sia per Windows che per i dispositivi di casa Apple.

Corona Renderer per C4D sta iniziando a vedere implementate sempre più feature già presenti in quella che finora è l'unica versione commerciale, ossia Corona Renderer 1.5 per 3ds Max (e le rispettive 1.6 daily build, NdR). Il seguente trailer mostra infatti strumenti già noti a coloro che utilizzano Corona per Max, su tutti il formidabile Interactive LightMix, chiaramente ispirato al Multilight di Maxwell Render, che è stato il primo software commerciale ad introdurre la possibilità di modificare intensità e colore delle luci senza dover ricalcolare il rendering.


Giunto alla sesta alpha, Corona per C4D è un progetto iniziato nel 2014, sempre più maturo in prospettiva della sua prima versione final. Sul blog ufficiale Render Legion sostiene infatti che ormai manchino "only small changes", ossia soltanto dei piccoli cambiamenti. Una messa a punto finale prima di poter apprezzare Corona nella sua proverbiale potenza e versatilità anche per Cinema 4D.

Corona per C4D comprenderà dunque sin da subito feature fondamentali per il workflow della visualizzazione architettonica, quali il denoiser, il Lightmix interattivo, oltre ad un frame buffer in grado di sostenere gran parte della post produzione necessaria per le immagini.

Entrato sul mercato e salutato da molti come una alternativa più semplice a V-Ray, storicamente "accusato" di avere moltissimi parametri e opzioni da gestire. Corona Renderer è logicamente oggetto di una strategia di marketing che mira ad aggredire un mercato, quello archviz, in cui il render engine di Chaos Group è notevolmente radicato.

Uno dei punti di forza di V-Ray è proprio il fatto di essere disponibile per tutti i principali software 3D, un obiettivo che logicamente un software giovane come Corona dovrà inseguire per aumentare la propria diffusione, proprio facendo leva sulle qualità che lo hanno reso molto apprezzato da una community che sta crescendo a vista d'occhio.

Per conoscere tutti i dettagli relativi a Corona Renderer Alpha 6 per C4D è possibile consultare direttamente il sito ufficiale al seguente link: https://corona-renderer.com/blog/corona-for-c4d-alpha-6-final-released/

Il software, in versione alpha, è ancora disponibile per il download gratuito.

Piace a D@ve e riccardocosco

Comments

Non ci sono commenti da visualizzare.

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

Eventi di grafica

×