Vai al contenuto
Blender 2.74 disponibile
By: elvios 2.547 •

Blender 2.74 disponibile

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
This page is also available in english.

Importante (e sofferto! con 4 release candidate) rilascio per Blender.
Per la versione 2.74 si è lavorato molto sulla stabilità e sul fixing oltre all'aggiunta di alcune importantissime nuove features, col solito massiccio contributo del progetto Gooseberry. Eccone alcune:

-migliorie per cycles riguardanti velocità, rumore e aggiunta di un nuovo nodo ("pointiness");
-ambient occlusion e depth of field via OpenGL in viewport;
-nuovi strumenti per la modellazione, come "custom normals" (per gestire meglio lo smusso delle normali) e "data transfer modifier" (per trasferire attributi da una mesh all'altra, come gruppi di vertici e mappature UV);
-massiccio miglioramento della fisica e delle collisioni per la particelle hair, direttamente dal progetto Gooseberry...

Come al solito al sito ufficiale per la descrizione completa delle nuove features (inglese) e per il download.

 


Comments

Per me un'interfaccia un po' più intuitiva ... a volte si fa fatica a ricordarsi tutti i comandi a mente.

E' vero che nelle ultime release è migliorato molto però secondo me c'è ancora un bel po' da fare :)

Condividi questo commento


Link al commento

Sulle librerie commerciali concordo pienamente. Cosa intendi invece con "utenti pro"?

Per quanto riguarda gizmo, uvw map e interfaccia non è che mancano. Saranno scomodi e magari nascosti ma non è che sono funzioni che non esistono.

 

Ps. per l'interfaccia mi piaceva molto la proposta di Andrew Price di qualche tempo fa.

Condividi questo commento


Link al commento

Sono d'accordo su ciò che dice Stab. Effettivamente l'interfaccia si fa fatica a capirla.. la parte più ostica oltre alla manipolazione di particelle ecc per via dell'andirivieni tra un controllo ed un altro su diversi punti della UI. Per il resto lo trovo veramente cool, come ad esempio la simulazione Fume ecc :) 

Condividi questo commento


Link al commento

per pro intendo professionisti, studi, freelencer, che usino blender nella piperline, in italia

Condividi questo commento


Link al commento

Vero! Anche una libreria "ufficiale" dalla quale partire per fare i propri shader non sarebbe affatto male ...

Condividi questo commento


Link al commento

Vi presento un'utopia forse. Ma se chi investe ogni tot 4000 euro (ma possono essere molti di più) per un programma commerciale pagasse invece un programmatore che aggiunge le funzioni desiderate e le rilascia per tutti così altri possono investire su altre funzioni. Oppure si potrebbero organizzare come dei gruppi di acquisto per pagare programmatori esperti (e non per ingrassare multinazionali che stanno creando dei monopoli) su determinati task.

Sogno troppo?

Condividi questo commento


Link al commento

@statib

non so se lo conosci e non so che tipo di mappature ti servano, ma se hai bisogno di semplici cubiche ho trovato un ottimo script di nome sure UVW mapping, molto intuitivo

Condividi questo commento


Link al commento

emilierollandin è una vita che lo dico basta mettere asssieme 10 utenti e col badget risparmiato potresti implementare le figure che ti interessano in modo pazzesco, stesso discorso per le librerie, con i 4000 euro di max spendo 2000 per librerie evermotion e altre 2000 per pagare una buona anima che in un mese mi converta tutto.Purtroppo gira che ti rigira gli user di altri software si fermano al " l interfaccia è ostica" senza contare che ovviamente è la piu personalizzabile che io abbia mai visto.L' unica via praticabile è creare una piccola comunity con lo scopo di baipassare questi ostacoli, che esempio converta un po di quella marea di modelli free che si trovano sul web, che crei e ordini librerie di materiali, ecc.Attenzione non un portale un forum o altro, ce ne sono gia molte e non hanno avuto il ben che minimo impatto.E questa se mi permettete è una piccola critica ai forum di grafica, dove la tendenza è "ti faccio vedere quanto son bravo e tu sei bravo?" mentre sarebbe fichissimo se fossero orientate a creare dei progetti e delle sinergie.

Condividi questo commento


Link al commento

Sono d'accordo con te statib.

Se avete bisogno di supporto per creare nuove sezioni del forum dove fare "gruppo" io sono a disposizione :)

Purtroppo però dipende molto dagli utenti se hanno voglia di partecipare o no ...

Condividi questo commento


Link al commento

quoto Statib, ma credo anche che non essendo impiegato notevolmente/massivamente e sopratutto essendo FREE questo software non avrà mai il rilievo che si merita.

 

Diventasse a pagamento, pure per poche centinaia di euro (perndendo il suo lato di sharing/open) non sarà mai a livelli competitivi di altri (perché molto spesso le persone sono sfiduciate).

 

A tal punto è proprio uno dei punti che si domandano in alcuni studi con i quali collaboro... "ma essendo free un domani smetteranno di svilupparlo? Allora stiamo con ************ che si paga e siamo sicuri che non crolla...".... questa è un po' la mentalità diffusa...

 

Matteo

Condividi questo commento


Link al commento

Come se i software proprietari rimanessero nell'eternità... Vedasi "immagineSoffice" o probabilmente in futuro o "Atzeca" o "3dAlex" ;)

 

ps. divertente questo "prostarsi" alla Autodesk come se fossero impronunciabili le lamentele con la paura che da domani tutte le nostre licenze vengano commutate in comodi abbonamenti mensile col sangue :)

Condividi questo commento


Link al commento

D@ve sarebbe bello avere i "mi piace" nelle news!!!! Qualcuna/o un paio se li meriterebbe  :)

Condividi questo commento


Link al commento

Mi permetto anche dire che il pensiero comune è: free è c...a a pagamento è cool. Ció a volte é la cosa più sbagliata e Blender ne é la prova. Fiducia significa anche fare donazioni a qui ragazzi che mettono in pratica idee e sviluppo per il puro piacere di condividere e aiutarli a programmare. Come detto nel mio post precedente, lo sviluppo dei fluidi e fume in Blender, in 3dsmax ad esempio, rimane un sogno; ora 4000 + iva (da ora solo in cloud) valgono lo sviluppo di tale caratteristica? La cosa lascia interdetta sinceramente. Blender foundation ha dimostrato che free è cool e basta dargli la fiducia che merita ( cosi come in tutti quei soft free di rilievo)

Condividi questo commento


Link al commento

dave, si sarebbe da pensare, magari e un ipotesi da valutare seriamentemat, il bello dell open è proprio questo, hai il codice libero, non può morire perchè nessuno lo detiene, può essere solo accantonato o abbandonato.dice bene emil, è piu probabile che un software proprietario muoia perche se non da profitto non solo non viene più implementato, ma essendo proprietario nessuno al di fuori dei creatori lo puo implementare, metti il caso che la blander fondation chiuda i battenti, frega poco il codice è libero ti paghi dei programmatori e te lo fai costumizzare, 10 utenti di max ogni 3 nni spendono 4000 euro son 40000, hai gia pagato un programmatore per un anno che lavori sempre e solo sul tuo software, mettiamone 100 di user son 4000000 euro ai voglia a costumizare il codice, te lo fai come max o come maya il buon vecchi blende, vuoi un modulo sculpturing piu performantwe, chiami il tizio che ha fatto, come si chiama quello di zbrush, sculptris? ecco quello gli dici , scolta nattimo ti bastan 12 mesi di contratto per inserirmi quel core in blender?

Condividi questo commento


Link al commento

Io proporrei tipo i gruppi di acquisto (in questo caso di donazione) legati ad un obiettivo. A me di dare soldi che vanno in un calderone che non so cosa sia non mi piace. I passi sono: capire cosa manca/da modificare e che nessun volontario ha voglia di sviluppare a breve, trovare chi il lavoro te lo fa e te lo monetizza, aprire una donazione specifica tipo crowfounding in cui è spiegato bene l'obiettivo e te lo vende! Poi in base se si è raggiunto il budget si attiva oppure si passa ad altro.

Lo sviluppo andrà avanti finchè qualcuno paga o i volontari hanno voglia di sviluppare.

Condividi questo commento


Link al commento

Porto la mia umile esperienza: anni a faticare su software proprietari, con la spada di Damocle della non retrocompatibilità delle nuove releases pronta a tagliarti la testa. E vai di aggiornamenti.

Sono entrato nel mondo Blender da relativamente poco, neanche un anno. Ed è tutto un'altro pianeta. La mia opinione è che sia molto più "cool" far parte di una comunità mondiale di utenti/sviluppatori/tester che fanno quello che fanno senza finalità di lucro ma solo e unicamente per il piacere di condividere e innovare.

Condividi questo commento


Link al commento

Comunque giá ci sono persone che creano donazioi e in Blender e non penso che pagare tot per il tizio Y equivalga alla passione per l'open source. Se ti va programmi altrimenti no. Sempre come l' esempio citato prima da me, lo sviluppatire del modulo fluid (non ricordo ora il none) si è dato degli step da perseguire. Pagina web dedicata, obbiettivi mensili, apertura di credito verso tutti, step perpetui e voilá, modulo pronto per ulteriori sviluppi.Insomma se si usasse in maniera piú massiccia sarebbe di gran lunga molto megli di altri programmi closed source

Condividi questo commento


Link al commento

Ragazzi, non credo sia un fatto di "essere cool" o "non essere cool".... come non è una questione di Autodesk o di altri (perché esistono anche altri rivenditori di software come la The Foundry ad esempio)...

 

Il discorso è che se sei costretto ad utilizzare un software lo usi e usi quello perché ti è imposto dal mercato o dal cliente (e non ditemi che con Blender o uno free si possono fare le parametrice di PTC o Inventor) quindi sei limitato ad utilizzare quel software che abbia o no dei reali  aggiornamenti. Come non puoi pretendere che in situazioni con 10-15 persone si utilizzi un software free da un giorno ad un altro perché non si ha più voglia di pagare le licenze, magari è un passaggio che fai gradualmente e difficilmente lo puoi fare se le persone non sono in linea tra loro o disposte.

 

Allo stesso tempo se si è una realtà relativamente piccola o si lavora per conto proprio e si può scegliere allora è una delle possibili strade che si possono intraprendere, dall'altra parte (ok Softimage ha fatto una brutta fine) capite bene che un'azienda con un flusso di lavoro, con lavori da mila euro (non da mille, ma mila) magari preferisce andare sul sicuro pur pagando uan "mazzetta" ad una software house.

 

Poi ognuno fa il percorso che vuole e personalmente prima di imparare un software cerco di capire quanto poi sia utile al percorso che voglio fare io professionalmente in futuro cioè se imparo Blender posso lavorare in quale settore? questo ? ok, lo faccio... se imparo Maya in quale? ok... Se imparo Modo?... Houdini... e via dicendo.... Penso sempre che molto sia soggettivo e (sfortunatamente) in altri casi imposto.

 

Matteo

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

Eventi di grafica

×