AZYZ ha ufficialmente rilasciato anima 2.0, uno dei crowd simulator più apprezzati in ambito archviz. A vederlo come si suol dire in "first look", rispetto alla versione precedente, sembra praticamente un altro software, tante sono le novità introdotte e le modifiche radicali apportate all'interfaccia.

In anima 2.0 cambia davvero tutto, a partire dal nome. I più attenti di voi avranno notato che sono scomparse le scomodissime parentesi. Ora an(i)ma è un più semplice anima. Nessuno dovrebbe avere rimpianti sul vecchio nome.

6d0ef3223845cc0d33eabd70fd319b89.jpg


L'approccio dell'interfaccia è molto simile a Populate, la soluzione compresa tra gli strumenti standard di 3ds Max. Anima 2.0, grazie ad un potente visualizzatore di anteprima in viewport, consente animare i personaggi presenti in scena ricorrendo ad una serie di preset molto ricca, anche grazie ad un tool di blending tra differenti animation states decisamente potente.

I personaggi possono anche interagire tra di loro, sono in grado di riconoscersi reciprocamente, anzichè essere posizionati nella scena come elementi indipendenti. L'interazione è naturalmente estesa ad elementi come scale e ascensori.

Anima 2.0 può importare nativamente le proprie librerie, costituite dalle Metropoly collection di AXYZ design, così come file in formato OBJ e FBX, comprensive di rig e animazione dei modelli. L'interazione con i modelli proprietari, al di là della qualità generale, offre una serie di vantaggi in termini di configurazione, ad esempio per il colore degli abiti. Anima è in grado di utilizzare dati di motion capture, associandoli direttamente ai personaggi.

62d9ae18c74955d509ff7134cff77e6b.jpg


Anima 2.0 è assolutamente compatibile con V-Ray, Iray, Corona Renderer, Octane Render e Thea Render.

Moltissime società lo utilizzano con successo in produzione, a cominciare da Fox e Pixomondo. Le nuove features dovrebbero contribuire ulteriormente all'affermazione di Anima in diversi ambiti professionali, anche grazie ad una politica di pricing piuttosto accessibile, dal momento che una licenza costa 249 euro.

Anima 2.0, a differenza del precedente an(i)ma, è disponibile soltanto per Windows, con plugin di integrazione con 3ds Max (dalla versione 2013) e Cinema 4D (dalla versione R14).

Al momento non si hanno notizie di una eventuale versione per Mac.

Il seguente trailer dimostra in sintesi le principali feature di anima 2.0.


Approfondimenti e dettagli commerciali sono naturalmente disponibili sul sito ufficiale di AXYZ.