Il VFX Showreel 2017 di Autodesk mostra una grande varietà sia dal punto di vista creativo sia per quanto corcerne gli aspetti puramente tecnici.

Anziché puntare esclusivamente sui titoli più celebri usciti nell'ultimo anno, in cui si dà per scontato l'utilizzo di diversi software di casa Autodesk, lo showreel si sofferma su produzioni magari meno altisonanti, alla ricerca di uno standard qualitativo davvero eccellente.

E' il caso di Pearl, di Oculus Story Studio o Taking Flight, produzione dei celebri Moonbot Studios.

Curioso inoltre notare alcuni commercial prodotti da The Mill, Framestore e Solid VFX Lab, mai visti in Italia, in cui sono stati utilizzati Maya, 3ds Max, oltre a Flame e Lustre, le soluzioni per gli effetti visivi, il compositing ed il color grading che Autodesk intende promuovere come alternativa di mercato a Nuke, consolidato punto di riferimento nel settore.