Autodesk conferma la propria volontà di investire con forza nel settore della stampa3d.

Nel giro di pochissimi giorni il colosso californiano ha scosso il mercato con due notizie di notevole portata: il rilascio open source (licenza creative commons) della stampante Ember e l'acquisizione di netfabb, uno dei più diffusi e performanti software dedicati all'ottimizzazione dei modelli per la stampa3d.

AutodeskFITnetfabb.png

I dettagli dell'operazione sono disponibili su un dettagliato comunicato ufficiale.

Ember_open_3D_printer.jpg

Con queste operazioni Autodesk mira a potenziare il proprio ecosistema: la piattaforma Spark, che comprende già software di modellazione come Fusion 360, di generazione parametrica come Within, app come la suite 123D, oltre ad una serie di soluzioni hardware e software specifiche per la stampa3d.

La piattaforma Spark è mirabilmente sintetizzata nella seguente infografica.

spark_diagram_architecture_v05.png