Grande cinema di animazione a Udine 3D Forum 2016. Direttamente da Blue Dream Studios di Valencia, i supervisor Ottaviano Brando e Maud Muratore terranno in esclusiva il workshop "Animal Crackers: rendere facile il difficile".

Il workshop affonterà nello specifico lo sviluppo della pipeline di Lighting e Lookdev in un lungometraggio di animazione, facendo riferimento all'esperienza attualmente in corso di produzione per Animal Crackers.

Con Ottaviano e Maud saremo letteralmente catapultati all'interno della realtà di un vero studio di produzione, alle prese con una produzione milionaria.

12ed7a2eb5c81ab2304d7320f684aa1d.jpg

Ottaviano Brando e Maud Muratore in compagnia di Juan Josè Campanella, regista di Metegol, lungometraggio in full animation prodotto e realizzato in Argentina (2013).

Ottaviano e Maud, nel workshop che si svolgerà nella mattinata di sabato 12 novembre a Udine, prenderanno in esame i seguenti aspetti:

- La crescita professionale: da junior TD nelle produzioni di tutto il mondo a supervisor in Blue Dream Studios.

- Pianificare la produzione: come definire un workflow che coinvolge molti team e modificarlo progressivamente, in coerenza con le linee guida generali del progetto. In cosa consiste il lavoro di un CG supervisor. Nel quotidiano e sul lungo periodo, come risultare flessibili alle problematiche di produzione.

- Il Lighting Department: di cosa si occupa, con chi interagisce e quali sono i problemi che deve risolvere. Con casi specifici, verranno esaminate le soluzioni che hanno portato a scegliere un'alternativa tra le varie disponibili.

- Il Lookdev / Shading Department: cosa vuol dire essere uno shader artist oggi? Come nasce il workflow che comprende la creazione di librerie, come funzionano i retake giornalieri, le approvazioni, come vanno gestite le collaborazioni e gli scambi con gli altri reparti, in particolare arte e lighting.

- Interazione tra Shading e Lighting Department: dalla visione globale ai task specifici. Dove interviene uno e dove agisce l'altro. Quali sono gli aspetti cruciali per il funzionamento di entrambi i team. Anche in questo caso, attraverso l'analisi di situazioni concrete, Ottaviano e Maud mostreranno casi reali, esperienze concrete vissute all'interno dello studio.

Attualmente non è possibile divulgare immagini e video relativi al making of del progetto, in quanto il film è ancora in fase di produzione.

Tuttavia, ci sono state concesse in anteprima alcune immagini per dare un esempio degli argomenti che verranno trattati durante il workshop di Udine 3D Forum.

e202f8fe9563dc364f18679632116ef2.jpg

Il fotogramma si riferisce ad una scena tra le più complesse in assoluto nella produzione di Animal Crackers. Il laboratorio che caratterizza l'ambiente principale conta una enorme mole di geometrie, che ha comportato un lavoro di shading e texturing molto accurato, per avere dettagli unici su ogni oggetto presente (credits Blue Dream Studios)


5a9d1d9f73e6e8d527b239c4ba0140d4.jpgL'immagine ritrae la Fat Lady, certamente non uno dei personaggi principali del film, ma caratterizzata comunque da un livello di dettaglio notevole. Alcune scene arrivano a contenere anche 20 character dettagliati ed animati nei particolari, oltre ovviamente al set della scenografia virtuale. Ciò comporta un incredibile lavoro di ottimizzazione, impensabile senza un accurato lavoro di definizione della pipeline e di programmazione delle risorse a disposizione (credits Blue Dream Studios)


65c81eeccb90d075d31ef19dbb402819.jpgL'immagine che ritrae Owen fa parte della prima scena in cui il team di produzione ha lavorato sulla trasformazione dei character. La difficoltá maggiore è derivata dal gestire la differenza di volumi durante le trasformazioni, quindi è stato necessario disegnare una pipeline che prevedesse una gestione mista dello shot, dovendo passare per il lavoro di più reparti sia prima che dopo il render delle shot (credits Blue Dream Studios)


81716be95f2bb3469b6315a574c25cd4.jpgIl quartiere e la casa in cui avvengono molte delle scene del film. La gestione della vegetazione è stato un altro punto fondamentale per avere un workflow lineare nella pipeline. Il team ha sfruttato al massimo la velocitá e la potenza degli standin di Arnold Render. (credits Blue Dream Studios)


Il workshop "Animal Crackers: rendere facile il difficile", si svolgerà sabato 12 novembre e fa parte della selezione "Open", eventi assolutamente gratuiti che Udine 3D Forum vuole offrire a tutti coloro che intendono partecipare all'evento. Per conoscere in anteprima assoluta molti dei dettagli relativi alla produzione del film è dunque sufficiente registrarsi sul sito ufficiale www.udine3d.it. Un'occasione unica per avvicinarsi o approfondire i segreti di una professione affascinante, con due professionisti affermati come Ottaviano Brando e Maud Muratore.