Adobe ha annunciato l'avanzata fase di sviluppo di Fresco, un nuovo tool creativo per drawing e painting su iPad, che presenta, almeno sulla carta, caratteri di innovazione legati ad un sistema di effetti pittorici basati sull'intelligenza artificiale, da combinare creativamente con i classici pennelli creativi.

L'intelligenza artificiale, vuoi per un fatto di trending, nessuno ne può letteralmente fare a meno, vuoi per un fatto di un'oggettiva maturità raggiunta in ambiti come la image recognition, sta diventando una costante nello sviluppo dei nuovi software. Fresco non sarebbe dunque una copia di Photoshop, peraltro disponibile nella versione CC anche su iPad, ma qualcosa di realmente nuovo nella nutrita flotta di strumenti Adobe.

Precedentemente noto come Project Gemini, Adobe Fresco utilizza di base lo stesso brush engine di Photoshop, integrandolo con le funzioni di natural media AI driven, basate su Sensei, il sistema di machine learning proprietario di Adobe. L'obiettivo di questo connubio tecnologico è quello di ricreare degli effetti di tratto e pittura naturali e realistici. Si pensi alla pittura ad olio, o ai colori ad acqua, in cui la materia prima esercita un ruolo di primissimo piano. Essere in grado di simulare in maniera realistica il loro comportamento può introdurre una varietà creativa assolutamente inedita nel contesto delle applicazioni digitali, storicamente sviluppate migliorando incessantemente una serie di tool dalle regole assolutamente predeterminate.

E' sufficiente dare una rapida occhiata alla demo rilasciata da Adobe per rendersi conto quali siano le potenzialità di un software come Fresco, in funzione della flessibilità che deriva dall'utilizzo su un tablet. I più attenti di voi noteranno oltretutto più di qualche analogia con Corel Painter, di recente rilasciato nella versione 2020, o con Procreate, un tool della Savage Interactive noto proprio per i suoi innovativi natural media tool.


A livello di interfaccia, Fresco pare disegnato in modo specifico per gli input method touch di un tablet, presentando dunque molte meno icone a video rispetto alla tradizionale interfaccia di Adobe Photoshop, con un metodo molto pratico ed intuitivo per richiamare rapidamente layer, metodi di fusione e maschere.

Secondo le notizie trapelate in sede di annuncio, Adobe Fresco potrà esportare in PDF, PSD e PNG, risultando pienamente interoperabile con i software di terze parti, ed è molto probabile che sarà dotato di una corsia di scambio privilegiata con Photoshop in termini di formati proprietari.

Adobe Fresco è attualmente in fase di closed beta e non si conoscono dettagli in merito al prezzo e alla data di rilascio della prima versione commerciale, che sarà sicuramente disponibile soltanto per iPad, prima di trovare un supporto più esteso nell'ecosistema dei device mobile.

Per ulteriori informazioni - Adobe Fresco sito ufficiale