Dopo le anticipazioni di NVIDIA circa l'addio di Mental Ray e Iray quali rendering di sistema, Autodesk conferma e rilancia, ufficializzando il rumor che voleva Arnold quale nuovo motore di render di riferimento di 3ds Max 2018.

Sostanzialmente, l'integrazione seguirà per molti versi quella già effettuata lo scorso anno per Maya 2017. Arnold sarà infatti gratuito quando utilizzato direttamente tramite l'interfaccia di 3ds Max su una singola workstation, mentre sono previste soluzioni a pagamento per l'esecuzione da linea di comando e i rendering di rete (compreso ovviamente l'utilizzo di una renderfarm, NdR). I prezzi in questo caso partono da 1.220 dollari per la licenza singola, con una serie di sconti previsti per i bundle. Se il sistema non trova licenze valide, esegue comunque il rendering, applicando dei watermark.

L'integrazione di Arnold avverrà grazie al plugin MAXtoA, compreso gratuitamente in 3ds Max 2018. Dovrebbe trattarsi della prima versione full di un tool finora disponibile in versioni alpha e beta. Da valutare dunque la stabilità a pieno titolo per il render engine di SolidAngle, società acquisita da Autodesk nel corso del 2016.

In rete si riscontra una notevole curiosità in merito alle potenzialità di Arnold su Max, anche considerando che si tratta di uno dei più diffusi motori di rendering nella CG Industry, dove spesso e volentieri ha costituito una valida e più semplice alternativa al più blasonato Renderman.

Per quanto riguarda Mental Ray, come avvenuto anche in questo caso per Maya, NVIDIA verrà reso disponibile gratuitamente per l'utilizzo su una singola macchina, con le stesse limitazioni previste per Arnold. Andrà però scaricato direttamente dal sito ufficiale, non sarà più compreso negli installer di Autodesk.

Anche Iray sarà disponibile, come plugin, con la formula commerciale rental only. Garantita la retrocompatibilità con i progetti realizzati con Mental Ray e Iray fino alle versioni incluse in 3ds Max 2017.

Oltre ad Arnold, che costituirà senz'altro la novità più interessante sul fronte rendering, sono confermati l'antico Scanline, Quicksilver e il nuovo ART Renderer, atteso a significativi progressi dopo un avvio che ha generato notevoli perplessità in merito al suo utilizzo in produzione. In caso contrario, potrebbe essere ben presto destinato alla strada dell'oblio.

3ds Max 2018 arriverà sul mercato il 12 aprile 2017, quando saranno contestualmente introdotte per questo software le modifiche di prezzo annunciate per i vari piani maintenance.

Ancora nessuna news ufficiale in merito a Maya 2018, il cui arrivo è atteso più avanti nel corso del 2017.