L'industria dell'automotive è un ambito storicamente privilegiato per il 3D, che ne ha agevolato l'evoluzione sotto vari aspetti, che vanno dalla modellazione dei concept, alla realizzazione dei prototipi, fino ai contenuti multimediali per le campagne di marketing e comunicazione, oltre alle esperienze interattive prodotte ad hoc per gli eventi e gli showroom di tutti i principali brand automobilistici. Per non parlare di tutti i configuratori 3D online e offline per personalizzare ogni aspetto dell'auto dei nostri sogni, anche grazie a media coinvolgenti ed immersivi come la realtà virtuale e la realtà aumentata.

Oltre ad avere una risposta per ogni possibile esigenza, il 3D risulta fondamentale anche in altri aspetti, forse meno noti, meno rivelanti a livello mediatico, ma certamente fondamentali quando parliamo di dare letteralmente forma ad un concetto, tanto più se il prodotto che si intende creare è davvero innovativo, dirompente o fuori dagli schemi, scegliete voi l'espressione che più vi aggrada per descrivere qualcosa che non c'è.

E' il caso di TUC Technology, di recente visto al CES di Las Vegas. Si tratta di un rivoluzionario concept legato ad una mobilità totalmente differente da quella che ora concepiamo sui veicoli che utilizziamo per spostarci. Un progetto ideato da Ludovico Campana e Sergio Pininfarina, i due fondatori della startup torinese.

Per dare vita a TUC, Ludovico e Sergio hanno dovuto superare molte difficoltà legate alla comunicazione, su tutte quella di riuscire a spiegare il progetto ai partner che hanno collaborato sin nelle fasi iniziali, per realizzare il prototipo funzionale presentato a Torino nel settembre 2018, a meno di due anni dall'inizio dei lavori. Chi opera nel settore sa benissimo che si tratta di un vero e proprio record, in funzione della complessità del progetto e delle ridotte dimensioni del team che lo ha sviluppato, per quanto costituito da autentiche eccellenze (Sabelt, Samsung, Lavazza, Adient e BasicNet). Il 3D e il rendering hanno dunque agito come linguaggio comune, capaci di riunire sotto lo stesso tetto operativo varie competenze, mettendole in relazione tra loro per dare luogo ad una cooperazione efficiente.

Su 3D STORIES è disponibile l'intervista integrale a Ludovico Campana, che spiega come grazie al 3D e al rendering sia riuscito a ideare TUC e renderlo, passo dopo passo, una realtà concreta. TUC Technology - il futuro della mobilità in 3D

This article is available in english language too - TUC Technology - the future of mobility in 3D

A seguire una sintesi di TUC Special Event, presentazione ufficiale del progetto avvenuta a Torino nel settembre 2018.


3D STORIES tornerà su Treddi.com con la sesta uscita, dedicata al proficuo rapporto tra Sport e Stampa 3D. Faremo un tuffo nel passato, a Rio 2016, per riscoprire quelle storie tutte in 3D che hanno contribuito a dare luogo a nuovi prodotti, oggi sempre più alla portata di tutti gli sportivi.


3D STORIES è una collaborazione editoriale volontaria tra Treddi.com e Protocube Reply, finalizzata ad divulgare l'utilizzo delle tecnologie 3D in ambito enterprise.