Autore: Dammilo
Titolo: Sobborgo cinese
Modellazione: 3Dstudio Max
Render: Mental ray
Post Processing: Compositing e Post effettuati con Photoshop CS
WIP: Link


7



Concept
L’idea di creare un “Sobborgo Cinese” mi venne nel dicembre del 2006, quando mi ritrovai a guardare alcune fotografie di Hong Kong scattate negli anni ‘50 da Fan Ho, fotografo di origini cinesi. Fui colpito da un sapore di polvere e nebbia che le distingueva da qualunque altra foto avessi mai visto.
Riuscivano a estasiare nonostante le crepe nell’asfalto e i muri scrostati, nonostante lo sporco in terra, gli stracci strappati a stendere, la ruggine delle grondaie… una visione così distante dai canoni comuni della bellezza, da sorpassarli ampiamente.

1


Modeling

Come spesso faccio, non ho creato schizzi per questo lavoro; avevo solo l’idea nella mia testa.
L’inquadratura e gli elementi sono rimasti non definitivi fino quasi 3/4 del progetto...è stato un lavoro iniziato di getto e proseguito più o meno nella stessa maniera. Sono partito creando e dettagliando il primo palazzo, e solo poi sono passato al resto della scena, concludendo con la modellazione del risciò, della pavimentazione e di qualche oggetto di riempimento sparso qua e là (sedie, casse, cesta..).
Alla fine la scena contava circa 636.000 poligoni.

2


3



Lighting&Texturing

Il Sobborgo è stata l’occasione per provare finalmente i materiali Arch+Design integrati in Mr, e scoprirne tutte le qualità. I materiali avevano nel 90% dei casi una texture di base, normal map elaborate da me in Crazybump e Photoshop e un tweaking abbastanza impegnativo degli altri valori. Ho usato procedurali solo per materiali meno importanti (gomme, alcune corde, qualche ruggine). I materiali più complessi sono stati quelli dei “piastrelloni” (un A+D con mappa bump e displace) e quelli delle lampade (traslucidi).

4


5



Render&Post

La nebbia è stata creta direttamente durante il rendering, utilizzando lo shader Mist di Mr.
L’illuminazione finale è costituita da 10 Mr Omni per lampade, finestre e luci di riempimento, due Mr Spot per i lampioni e un mrSky con multiplier molto basso. Direi che l’uso del nuovo Mr Photographic Exposure Control è stato fondamentale.
Il primo render (640*1037) è durato poco meno di 4h, con FG a medium (2 diffuse bounces), filtro Mitchell 4,0 x 4,0 e un sampling di 1, 64. Ho esportato in .hdr, per avere più controllo in fase di post.

6


Ormai per me è una delle fasi fondamentali; permette di correggere difetti in pochi secondi evitando rendering di ore, di creare effetti che allungherebbero ulteriormente il tempo di elaborazione (come le luci volumetriche), o che non sarebbero addirittura realizzabili con il solo Mr.
Essenzialmente, il post si è suddiviso in 3 fasi: correzione di errori e piccole aggiunte, aggiunta dei bagliori e regolazione di colori e curve.

E’ stato uno dei lavori più duri che abbia mai completato, non c’è altro da dire; arrivare alla fine, però, mi ha dato una soddisfazione enorme. Spero che questo Making Of vi aiuti nella creazione del vostro sobborgo!!
Un saluto,
Federico Ciuffolini a.k.a. dammilo
ciuffni@gmail.com

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui