Vai al contenuto
Making Of Not Humans just Robots

Ispirato dal gruppo musicale Daft Punk, ho voluto realizzare una coppia di umanoidi dall'aspetto totalmente "robot style".

Volendo fare qualcosa di originale non ho preso una reference precisa da internet ma ho cercato di andare ad immaginazione anche se, chiaramente, mi sono aiutato con delle immagini prese dal web per avere qualche fonte di ispirazione.


2884e2fcae57658d841b51d3411153b2.jpg


cde7659327569993024bc9c70e9f6684.jpg

A questo punto, avendo le idee più chiare su cosa volevo creare, ho iniziato con la modellazione partendo dalla testa. 

Avendo una fisionomia umana, per la modellazione mi sono aiutato con un modello umano 3D in modo da rispettare il più possibile le proporzioni. 

5a6831260f93470b241d1029889500c5.jpg

Nella modellazione di qualsiasi oggetto che creo cerco sempre di inserire più dettagli possibile e anche se a volte molti di questi si perdono in un render "all aspect" tornano comunque utili quando si vogliono fare dei close up.

Il mio workflow nella modellazione è quello che credo venga utilizzato dalla maggior parte dei 3d modeler:

  • Volume
  • Modellazione
  • Rifinitura e pulizia di edge loop in eccesso (dove possibile)
  • Dettagli

Procedo con la modellazione delle varie parti dividendo in vari layer blocchi del mio oggetto. Questo lo faccio per un semplice motivo personale organizzativo, per poi riorganizzare in un secondo momento.

4cba86b76172fb902d29ed147ebddd20.jpg

 b3f73fb4fdc91f3e44a3d7336ee353c6.jpg


Finita la modellazione delle varie parti e dei dettagli (eseguita con tecnica hardsurface full sub_patch cercando di mantenere tutto quad poly), controllo l'aspetto globale del personaggio in modo che non ci siano errori di proporzioni o altri difetti.

efe4c7b37ab34042004cd9507118f791.jpg

Nel processo di modellazione in genere comincio anche ad assegnare i materiali alle varie superfici e comincio a dividere il mio personaggio nei layer essenziali, ad esempio: Layer 1 - Testa, Layer 2 - Torso, e cosi via per poi creare direttamente la gerarchia per una futura animazione/rig del personaggio.

cb11a090cf3eb39fdddd0b5a667db45f.jpg

Dopo questa fase passo nel Layout di Lightwave3D per definire le superfici/materiali (Surfacing). Per fare questo mi preparo una scena di test con un settaggio di luci ridotto ma sufficiente a controllare il risultato.

2fb24c3b2bd1a157807ff749f74eb7ac.jpg

Grazie al VPR (render veloce ma preciso di Lightwave) posso fare variazioni dei materiali ed avere un risposta immediata di come sarà il risultato finale. Questa opzione mi dà inoltre la possibilità di poter variare il lighting ed avere un feedback in tempo reale.

1153b6862a506c70d6cca077af13aef0.jpg

61a5e136c6b0406dcc4fc8dc6a354333.jpg
Arrivato a questo punto eseguo alcuni test di render con impostazioni medie di antialiasing, facendo anche delle variazioni dei colori dell'ambiente "provvisorio". Per ottenere una luce omogenea a 360° in genere uso anche un'immagine Hdri.

Il motore di rendering utilizzato è quello nativo di Lightwave3D.

3dda29935d09bb117417f51b9e3513f1.jpg6341a1cbe53838974bdac842bc6b0536.jpg
Grazie al mio amico René Falk Thomasius (che mi ha riggato il modello) del gruppo di Lightwave3D, ho avuto il piacere di poter vedere alcuni close up del mio modello realizzati con il motore di rendering Octane
8b12a82af35ded750a3a4a3225d6b961.jpg175d155a1833633da18d8e4dc81bb749.jpg2460b32d2767f09754b12f6c2a458593.jpg

Alla fine, per mettere in risalto il lavoro del PolyFlow, ho fatto dei render in Wireframe, facilmente ottenibili grazie ad alcune opzioni del Layout di Lightwave3D.
04ca45e940669680f1a88714eff79dd1.jpg
A questo punto ho messo in posa i personaggi, ho settato la scena finale e ... Go Render! ...per poi passare a Photoshop per una leggera post produzione. 


1e5e1ca3bc6d35f2a297474bf52d5db1.jpg


Per ottenere il secondo personaggio ho solo fatto delle variazioni dei materiali e modellato il suo casco in maniera differente rispetto al primo robot.


4069ab5d6e24e83b02b49e80d417f0b1.jpg

Visto che a me piace giocare, mi sono divertito poi a creare soluzioni alternative per il mio NE-RO (questo è il nome del mio personaggio Daft Punk Robot).

470fa80848b1b21707d3d69062387529.jpg

Sono felice di aver condiviso con voi il mio lavoro e spero che questo Making Of possa esser stato di Vostro gradimento.

Massimo Zuanazzi
https://www.zuanazzimassimo.com   (in fase di restauro :) )
https://www.artstation.com/artist/maxreal
https://www.facebook.com/zuanazzi.massimo


Comments

capitano sempre più di rado lavori con lightwave 3D nelle varie gallery, pertanto è sempre un piacere vedere all'opera questo glorioso software :D

molto simpatico il concept, sicuramente apprezzabile anche da chi non è propriamente un fan dei Daft Punk :ph34r:

Condividi questo commento


Link al commento
29 minuti fa, Francesco La Trofa ha scritto:

capitano sempre più di rado lavori con lightwave 3D nelle varie gallery, pertanto è sempre un piacere vedere all'opera questo glorioso software :D

molto simpatico il concept, sicuramente apprezzabile anche da chi non è propriamente un fan dei Daft Punk :ph34r:

Grazie Francesco, si purtroppo e una dura realtà, ritengo che lightwave3D non abbia nulla da invidiare rispetto ad altri Software 3D e siamo in attesa della nuova relase. Bisogna tenere anche in considerazione che Lightwave3D rispetto ad altri pacchetti 3D supera in prezzo/prestazioni.

Condividi questo commento


Link al commento

Mazza che belli e che pulizia, che modellazione superba. Meriterebbero una scena tutta per loro o come minimo texturizzare quella del sigaro magari con piastrelle luminescenti stile floor dance. Caschi e materiali li differenziano davvero molto.

Io però sono di parte, mi son fatto un paio dei loro 'concerti' dal vivo 20 anni fa... :) Valgono di più i complimenti da utenti meno coinvolti...

 

Condividi questo commento


Link al commento
10 ore fa, Gattotondo ha scritto:

Mazza che belli e che pulizia, che modellazione superba. Meriterebbero una scena tutta per loro o come minimo texturizzare quella del sigaro magari con piastrelle luminescenti stile floor dance. Caschi e materiali li differenziano davvero molto.

Io però sono di parte, mi son fatto un paio dei loro 'concerti' dal vivo 20 anni fa... :) Valgono di più i complimenti da utenti meno coinvolti...

 

Grazie :) , la scena senza textures e materiali e stata fatta proprio nell'intento di far risaltare i modelli in un contesto particolare. 
Comunque quanto vorrei vedere un loro (Daft punk reali) concerto....deve essere un evento spettacolare.

Condividi questo commento


Link al commento

La tua intenzione era evidente solo che a mio avviso non rendono nemmeno 1/10 di quello che potrebbero in quella scena. Invece le posture sono azzeccatissime, sia nel poster che appunto nella scena della sala.

Guarda, erano i tempi di homework, 2 dj che si agitano appena ritmando un po' col corpo, nessuno li guardava, ma c'era da ascoltare l'impossibile: in 2 ore non hanno suonato nemmeno una nota di homework. Solo intro totalmente nuove e sperimentali mai più udite o editate, un trionfo di creatività. Potevano fare almeno un paio di 'homework' interi nuovi di zecca, sollo stesso stile. Roba da pazzi.

Se non l'hai già fatto nei loro canali se fossi in te proporrei questi lavori, chissà mai.

Condividi questo commento


Link al commento
Il 17/2/2017 at 11:13 , Gattotondo ha scritto:

Ummm non saprei come e dove propormi. in quali canali?

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

Eventi di grafica

×