Autore: Sara Savi 

Titolo: Flash the little hero

Software utilizzati: Autodesk Maya, Xgen (plug-in), ZBrush, Photoshop

Motore di rendering: V-Ray  


Ciao a tutti mi chiamo Sara Savi, da sempre ho avuto la passione per il disegno e la pittura, questa mia passione mi ha portato ad iscrivermi all'Accademia di Belle arti di Venezia, dove ho conseguito una prima laurea in Pittura con discussione della tesi in anatomia artistica, per poi concludere il mio percorso di studi in Accademia verso le nuove tecnologie per l’arte, è lì che ho avuto l’occasione di avvicinarmi all'ambiente del 3D e coltivare questa passione, ho seguito poi un corso di specializzazione a Bigrock “Institute of magic technologies” e in seguito ho insegnato a Skyup Academy.

Di seguito vorrei parlarvi del mio ultimo lavoro creato in onore del mio cagnolino, il piccolo eroe. 

Ringrazio Treddi.com per avermi dato l’occasione e lo spazio per descrivervi l’intero processo creativo, spero troviate la mia spiegazione utile.

Ho deciso di riprodurre Flash il mio animale domestico, non solo in suo onore e per una questione affettiva, ma anche perché è un soggetto che vedo tutti i giorni e per questo mi è stato più facile reperire reference chiare e avere un confronto diretto dal vivo in ogni istante. 

Quindi prima di accendere il computer mi sono dedicata alle foto creando così un file di riferimento molto ricco di dettagli punti di vista e espressioni. Durante il processo di lavoro ho tenuto questo documento sempre aggiornato caricando nuovi riferimenti se ne avevo necessità e inserendo dei file di auto review con correzioni sui miei render.

41iWRXmoXNpvUFVvtGixzBAMdQYR0mjseJL5fOajGJ2FuYFpBcTbCHA9sBl8F18yoqty1dO1Vm2N48skoN76j33teS70E24g_GvQlCxP5rUhjoIvBJDXLqN_pkdq90BWZnkggyNR

Modellazione

Per questo lavoro mi sono voluta focalizzare principalmente sul grooming, quindi per la parte di modellazione mi sono concentrata principalmente sulle proporzioni e i dettagli visibili, senza perderci troppo tempo sulla muscolatura nascosta dal pelo.

Come prima cosa ho cercato quindi una foto laterale di Flash e ho creato una silhouette molto semplice, per capire di base la proporzione tra testa busto zampe, non essendo un cane di razza con proporzioni definite mi sono basata sulle foto che avevo e man mano ho cercato di aggiustare la proporzione il più possibile cercando di avvicinarmi alla sua corporatura.

SKjDXDxEPNMxzmQC9f-S-Fo2m8yPdX3z499HVYTeXq4tWgmFngRJ_oH4KK9T23u0srVPkVegTdG-ujH9I2zyucLXJduAME-aLaa-FKJeSt3NfHC-Qs4CUErzsCEmKy_cyDo0KRMt

Prima di passare ai dettagli del modello ho impostato una prima scena in maya scalando la mia geometria di base secondo una scala reale e ho creato le UV organizzando lo spazio per le future mappe di texture.

Qxsy07jdKioLPrP6978vWEne-5XHW4EZRxtSIzbfIBceRgRUoEUyNdD_b5uYWWqbufmV38vo6V1iPN5pwLY494JqRbk4zXLDo7TJgcwMbg_46W9PGAoDhyZv0X1cJjAf4tg_hA9S


Grooming/Texturing

La creazione del pelo e della texture sono avvenuti più o meno parallelamente. Prima di fare le prime guide mi sono impostata un file di riferimento in cui ho indicato in Photoshop le direzioni principali del pelo.


EyL1xJJ3s10frsSdM38F0G_XjxzDtF-ji8Wph2sp_vRkvtCd3q3junLCeCfRieXrBU8WnXoE27MKKCWNy2w409fN3Qbur7o0CdXbAhrca0qT9EqzG5_bTU0OaDV_0ZffHFuVTYPq

Successivamente in XGen ho creato una prima base di pelo che ho nominato layer_01, in questa prima descrizione mi sono concentrata sulle masse e sulle direzioni principali del pelo, avendo così una prima idea generale. 


vzYbaQAszWPxMGWOWXsUkrvR0oksSduY3sOyHhFeZxp6S21uI0J1jwqPjovxNH0-TSvL0Eb8b2MclBr9OkT8J2HxSxpxU_SsMVoxcFnQeijzHU8dfbof4Qfit9vzVVfe4QE12c_K


Sono andata poi a raffinare sempre di più la descrizione attraverso dei modificatori e più livelli di clumping (ne ho usati 5 in totale per questa descrizione) 

Ho utilizzato anche modificatori come: noise, curl, cut; Per questi modificatori ho utilizzato in modo alternato mappe di densità o forza a volte dipinte direttamente sul modello, altre volte utilizzando le mappe procedurali già presenti in XGen, per creare una variazione su tutta la descrizione.  

Anche se ho creato una mappa di densità al layer_01, per mia comodità sono andata a creare ulteriori descrizioni in cui volevo una presenza maggiore di pelo o delle variazioni ad esempio di peli bianchi qua e là.


vW_rCsVfjr1wtHJ6e7wAmbSYHik0vyaqdL4oSeYeG3G_La9TQqGRtTFV-c2-ZY_V1W_l7lwWQWtecuHDrgB9_5HDT5SuhSPd09QqXnkK7NDQE-N7kZLOi3ZE_REmMmtoha_KEd1U



Parallelamente alla creazione del pelo ho creato anche una base di mappa colore per il manto, ho fatto varie prove e mi sono auto data delle correzioni avvicinandomi il più possibile al modello finale. 



tOx40-do3ifsf6dPK2CBnFU71fp-F5ZS7IA97l4o4uWOrDpqggOxD4SsjVKVPBG37hYFrZjJ1wMevAKkmOwzMOedHGsj_ED2ZLO0Sp2Q6oB93t0dvduBhQssCQ1_USH_nWkOZsMc7FVqYYuIzpXTeTePWs64qX9haFeoCh72NMkTVjmpPJs9aQhrRrTYmzps8xQ0D2_9Dzv5mUewoFmFAa0YNqbYpn_h0kDZpE1w3q-gbhZFYQKAdOKKCnUBdSRrZGPRUYWpt6vgxild


Per ottenere un maggiore realismo ho applicato sul modello una mappa di Displacement e Normal create in ZBrush, lo stesso è stato fatto per gli occhi, ho aggiunto poi delle gocce d’acqua sul naso e sul bordo dell'occhio per renderlo un po’ languido.


a0qEa1PXhmfuPUHsYV8QYMvIWcGXQEGnmqVqpizgeF5UrS_cUTdAnXrjxjmyvNGSUOOa6nHXHb6ywPrrAFwZ7K61ILrjeLnEdr_rUeitd44Tw1XFJKaR5xNBdz-jyCavrO-2aue1


Infine ho creato un limbo e un set di luci molto semplice composto da 5 rect light e una dome, e sono passata alla fase di render. Spero che questo making of sia stato utile, colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone (colleghi, amici e parenti) che mi hanno supportato per la buona riuscita di questo progetto, e grazie ancora a treddi.com.

Ciao a Tutti.