Autore: Eder Carfagnini

Titolo: An Ordinary School Day

Modellazione: Cinema 4D, Zbrush, Marvelous Designer

Render: V-RayforC4D

Post: Photoshop


PREMESSA

Questa illustrazione è stata fatta nel tempo libero e interrotta molte volte. Nel tempo, ho addirittura cambiato motore di render, passando dal motore fisico di C4D a V-Ray per C4D. In questo making of ho cercato di semplificare il procedimento e renderlo più comprensibile al lettore.


58efb04a939ebe284034dabb_an-ordinary-sch


CONCEPT

Ho iniziato questa immagine per il contest “Baby Comics”, su questo sito, anni fa. Dovevamo immaginare dei supereroi in versione bambini. La mia idea era una classe con un pugno di alunni supereroi, lasciati per un momento soli dal loro insegnate. Ho messo insieme buoni e cattivi, in modo da creare conflitti e vecchie rivalità. Ho cercato di dare una caratterizzazione a ogni personaggio, alcune simili alla personalità originale, altre opposte:

   -  Superman è il ragazzo più bello/atletico/fico della scuola, vanesio e pieno di sé.

   -  Mistica è una svampita cheerleader, attratta dal bullo, ma dentro di sé insicura del proprio corpo.

   -  Il Dr. Manhattan è un bambino sensibile, innamorato di Mistica (blu come lui), per la quale ha creato un meccanismo a forma di cuore di vetro.

   -  Thor è un fan del baseball (Mjolnir è la sua mazza) e anche lui ama Mistica, sua compagna di banco (e anche unica ragazza della classe). Thor odia Superman, perché lei ha occhi solo per il ragazzo d’acciaio.

   -  Lex Luthor è un ricco bambino bruttino e approfitta della situazione per mettere una biglia di kriptonite nella cartella del suo odiato nemico.

   -  Spiderman è un ragazzo tranquillo, troppo impegnato ad imparare come gestire grandi responsabilità per preoccuparsi dei suoi compagni di classe.

   -  Mr Fantastic è un secchione, troppo curioso e impaziente per aspettare che torni l’insegnante per sapere il suo voto.

   -  Rorschach è un ragazzo asociale e arrabbiato, pienamente convinto che non sia lui ad essere nel posto sbagliato… sono tutti gli altri bambini ad esserlo.

   -  Hulk è un bambino gigante, buono e un po’ tonto (ho pensato a John Coffey de “Il Miglio Verde”).

   -  Batman ha iniziato a costruire il suo costume e i suoi gadget, ma ancora non è molto coraggioso.

   -  Joker è un bambino problematico e non perde occasione per infastidire il suo compagno di banco Bruce.

   -  Antman… beh, onestamente, lui non ha una vera caratterizzazione. Semplicemente, mi diverte con la sua mini-scrivania e la sua mini-scala a pioli.


MODELLAZIONE DEI PERSONAGGI

Prima di tutto, mi sono occupato delle teste dei personaggi. Ho scolpito in Zbrush una testa neutra, in modo da definire lo stile: un bambino base da cui scolpire tutti i diversi personaggi, i quali dovevano essere abbastanza diversi tra loro, ma appartenenti allo stesso “mondo”.

58efb23307084b08fd7430c7_img-02-heads.jp

Dopo aver definito quasi tutti i visi e le espressioni, ho fatto un corpo base e ho posato i vari personaggi. Ho usato lo stesso corpo per tutti i personaggi, tranne per Hulk, per il quale ho preparato un corpo enorme e muscoloso.

58efb2f260cffa5228859377_img-03-bodies.j


COMPOSIZIONE

A questo punto, ho preparato la scena. Ho modellato banchi e sedie, poi li ho inseriti, insieme alle versioni preliminari dei personaggi, sul set, per definire inquadratura e composizione. Ho stabilito subito lunghezza focale, posizione e distanza del fuoco e non ho più toccato la camera. Ho messo molta attenzione alla composizione: un’azione principale sulla sinistra, alcune situazioni correlate in secondo piano e molti soggetti secondari sullo sfondo. Ho usato il dinamismo del braccio di Mr. Fantastic per bilanciare la composizione.

58efb36d939ebe284034db39_img-04-composit


RIFINITURA DEI PERSONAGGI

Una volta sicuro dell’intero set di personaggi, ho iniziato a retopologizzare e rifinire le teste, per poi attaccarle ai rispettivi corpi. Per compensare la distorsione di lente, ho schiacciato leggermente la testa e il corpo di Mistica. Solo le parti delle mesh visibili in camera sono state finalizzate.

58efb454ba4c5e2830d24c89_img-05-refinech


VESTITI

Per i vestiti, volevo provare Marvelous Designer. Era la prima volta che lo usavo, e il risultato non è stato dei migliori. Per questo, solo tre costumi sono stati fatti interamente con Marvelous. Alcuni vestiti li ho iniziati con Marvelous per poi scolpirli in C4D, altri li ho modellati e scolpiti direttamente in C4D.

58efc243db6228040e2da104_img-06-clothes.

TEXTURING

Per il viso dei personaggi, ho dovuto enfatizzare alcune caratteristiche, come lentiggini e occhiaie, in modo da renderle visibili anche nei personaggi più lontani.

58efc2439b6440090b4644cf_img-07-texturin


CAPELLI

Di solito, nei miei modelli cartoon, preferisco usare capelli simulati, piuttosto che modellati. Inoltre, mi piace molto come V-Ray per C4D rende i capelli. Spesso uso diversi oggetti hair per pettinare più facilmente la capigliatura. Ho giocato con la quantità di capelli e il loro spessore, in modo da usare il minor numero di capelli possibile. Per la stessa ragione, ho lavorato soltanto i capelli visibili in camera. Per la treccia di Mistica, ho usato tre spline come guide per i capelli. Tra tutti i personaggi, ci sono quasi 200.000 capelli in scena.

58efc2433557bd7d503a1621_img-08-hair.jpg


PROPS

La maggior parte dei prop sono oggetti abbastanza semplici. Sono l’ultima cosa che ho modellato. Ho usato il modulo di sculpt di C4D per ammorbidire le cartelle di Superman e Mistica e l’astuccio di Mr. Fantastic. I due mantelli sull’attaccapanni sono stati fatti con Clothilde di C4D, mentre la giacca viola con Marvelous.

58efc25007084b08fd7438c4_img-09-wire.jpg


LIGHTING

Ho usato una parallel light calda per simulare un sole basso, due area light fredde per la luce artificiale della stanza, e tre omni light: una fill per Superman e Mistica, un’altra fill per illuminare il viso di Thor, sotto il berretto, e una luce per far risaltare le ragnatele sul banco di Spiderman.

df34618cee80259919078df26ab6a994.jpg

SHADING

Per la pelle dei personaggi ho usato il fast sss2 di V-Ray di base e l’ho modificato per ogni personaggio. Ho iniziato creando una pelle standard, che ho usato per Superman, poi ho fatto alcune variazioni: più chiara per Joker e Rorschach, verde per Hulk, blu per Mistica, e così via. Tutti i vestiti hanno la stessa texture di tessuto, tranne il giaccone di pelle di Rorschach, la salopette di jeans di Hulk e il berretto di Thor. Le ragnatelle intorno al banco di Spiderman sono semplici piani con un materiale alphato.

Come detto in precedenza, ho iniziato questa immagine con l’intenzione di renderizzarla con il motore di render fisico di C4D, ma nel mezzo del procedimento, ho cambiato idea e l’ho rendenderizzata con V-Ray per C4D. Così, ho dovuto convertire tutti gli shader in V-Ray materials. Ho raggiunto un risultato sicuramente migliore rispetto ai precedenti materiali, per tutti tranne che per il Dr. Manhattan. Non sono riuscito a migliorare, né a raggiungere il medesimo risultato, con V-Ray, quindi ho semplicemente deciso di tenere il render originale per questo personaggio.

58efc2520a9866045133333d_img-11-shading.


RENDERING

Ho usato un semplice preset per la global illumination, con Irradiance Map come primary engine e Light Cache come secondary. Per la foschia, ho usato l’environment fog con un’enorme sfera come gizmo.

58efc24edb6228040e2da105_img-12-renderin


POST

Con Photoshop, ho compositato la scena renderizzata con V-Ray con il Dr. Manhattan renderizzato con C4D. Poi ho fatto piccoli ritocchi e la color correction.

58efc252db6228040e2da107_img-13-color.jp


GUIDA ALLE EASTER EGGS

Sin dall’inizio, volevo riempire la scena con tutti i dettagli e i riferimenti che potevo, alcuni facili da cogliere e altri più nascosti. Partendo dai personaggi, che non indossano i costumi iconici, ma degli indumenti abbastanza comuni con tanti riferimenti ai rispettivi costumi.

58efc2508923717d426f956c_img-14-characte

58efc24fdb6228040e2da106_img-15-characte

58efc24e9b6440090b4644d1_img-16-characte

Mi sono divertito molto ad inserire oggetti buffi, come i bat gadget, e a creare le finte copertine dei libri. Alcuni oggetti sopra i banchi sono indizi per capire il loro proprietario: per esempio, una scrivania con un diario in pelle e un simbolo inciso nel legno, o una scrivania con libri sul colore blu e su complessi sul proprio aspetto fisico. Alcuni dettagli sono difficili da vedere, ma ho pensato fosse divertente lo stesso inserirli.

58efc252939ebe284034e31c_img-17-desksref

Per le pareti, volevo prendere in giro una vera classe, con l’alfabeto, le cartine e un cartellone con messaggio politicamente corretto, ovviamente tutto reinterpretato per una classe di supereroi.

58efc2500a9866045133333c_img-18-wallsref


Questo è tutto. Spero che questo making of possa essere utile a qualcuno e che vi piaccia!