Autore: RobuschiArteImage
Titolo: Contest IX "Wonder of the world" - Giardini pensili di Babilonia
Modellazione: 3Dstudio Max
Render: Vray
Post Processing: Photoshop

gallery 6117 216 2434274



Concept
La mia scena si svolge su di un pianeta lontano, probabilmente in un universo parallelo.
Le caratterisiche ambientali del pianeta sono molto simili a quelle che si possono ritrovare nelle sorgenti sulfuree o geyser , con molta concentrazione di zolfo e anidride carbonica (da qui i colori forti del paesaggio che fara' da sfondo ai miei giardini di Babilonia).
La scogliera e le pietre hanno colori giallo/rossastri, con forme tipiche delle roccie calcaree.
In un pianeta con intesa attivita vulcanica come questo non è difficile reperire metalli o pietre preziose, percio' le sculture e alcune decorazioni saranno realizzate in oro, pietre vulcaniche dalle strane colorazioni verdastre, ecc.ecc.
Alcune miliaia di anni fà, questo pianeta era del tutto simile alla terra, mari , oceani,montagne, boschi...
Naturalmente le speci erano molto differenti da quelle che conosciamo noi sulla terra.
Col passare del tempo alcuni di queste forme di vita si svilupparono e divennero esseri senzienti, fino a creare un vera e propria civilta'.
Ma un giorno sulla stella piu vicina, il loro sole, scoppio una tremenda tempesta solare di enormi dimensioni, i raggi cosmici e le radiazioni che ne sprigionarono colpirono il pianeta come un'ondata strapando via la maggior parte dell'atmosfera.Le temperature divennero estreme, i vegetali scomparvero e solo alcuni animali riuscirono a sopravvivere.
Fortunatamente la loro conoscienza scientifica era molto sviluppata e riuscirono comunque a sopravvivere e salvare tante specie di vita vegetali e animali, allevandoli in enormi serre.
Ma col tempo l'acqua del sottosuolo si stava esaurendo, e fu cosi che inventarono i Giardini di Babilonia : un gigantesco apparato che trasformava l'acqua sulfurea (di cui il pianeta ne era ricco) in acqua pulita.
Come funzionasse è un mistero ma dicono che usassereo alcuni vegtali, forse alcune alghe che assorbivano l'anidride e lo zolfo, rilasciando ossigeno.
Con i Giardini di Babilonia sparsi su tutta la superficie, il pianeta stava lentamente riaquistando la sua atmosfera,e la gente si comincio' a spostare all'esterno creano piccoli accampamenti.

Questo è il nostro FRAME, il punto della storia in cui ho deciso di "fotografare" i Giardini di Babilonia.

Ecco alcuni esempi di immagini da cui ho preso ispirazione :

2


3


4


5



Modeling

Ho cominciato la modellazione partendo dalle parti che richiedevano piu tempo e attenzione, come le statue e le colonne, scolpendo il tutto in 3ds max semplice modellazione poligonale e turbosmooth, partendo da alcune immagini di riferimento trovate sul web, ( miticissimo Google )  =) .

7


8


9


Data la natura ormai antica del mio PC =) ,  ho scolpito una mesh leggera con meno poligoni possibile,  non ho badato molto ai particolari anche perche il punto di vista per il render finale era abbastanza lontano , diciamo che ho cercato un buon compromesso tra leggerezza e bellezza .

11

Statua senza smooth

13

Statua con TurboSmooth a 1 di interazione.

15

Statua finale wire.



Roccia, alberi e fiori
Per quanto riguarda il motore di render uso v-ray , con la roccia ho preferito lavorare di Vraydisplacement tenendolo a valori alti e modellare sommariamente la roccia ( scelta poco consigliata ) perche è vero che in fase di lavoro riesco a muovermi piu velocemente ma rischio di crashare durante il render se dispongo di poca memoria, io stesso ho trovato non pochi problemi ma si puo sempre prendere in considerazione di renderizzare la scena a passaggi .
Se dovessi rifare la roccia ora userei le Normali, che permettono di avere un buonissimo effetto bump e displacement mantenendo leggera la scena, ma è una cosa che ho imparato da poco e all'alba di 3 mesi fa non ne sapevo nulla ....  =).
( un grazie mille a treddi.com per tutti i tutorial pubblicati ).

18


19


20

Color map e Displacement

22


Gli alberi sono formati da pochissimi poligoni circa 20-30 l'uno mentre il tronco è un solo poligono con modificatore Vraydisplcement combinato con una mappa Opacity , una colormap e un bump.
L' aspetto degli alberi da vicino non è dei migliori ma nella scena sono abbastanza lontani così posso utlilizzare strutture low low poly.

24


25


26




Shading

28


29


30


32


33


34


Le cupole trasparenti non sono in vetro, volevo che avessero le sembianze delle bolle di sapone, come a simboleggiare una sacca d'aria pura.
Se fosse vetro si depositerebbe la sabbia e i raggi del sole non penetrerebbero, questo è un materiale di tecnologia aliena......... =)
I grandi cerchi concentrici al disotto della scalinata centrale e ai lati della struttura sono vasconi di depurazione delle acque.

36


37





Rendering & lighting

Solitamente mi piace creare due render finali con due illuminazioni diverse e unirli assieme in photoshop. In questo modo posso aumentare o diminuire la luce in alcuni punti,o aggiungere riflessi  ecc.ecc.
Facendo questo l'immagine finale risultera un po' meno satura di rosso e un po più verde azzurrina.

39


40


Qui sotto potete vedere il risultato delle due immagini unite, con qualche ritocco.

42


44


45




Note sull'autore

Marco Robuschi
nato a Fiorenzuola d'Arda Piacenza il 09/01/1981 lavoro a Milano come Render Artist in ambito Architettonico
sito web :  http://robuschiarteimage.blogspot.com/
e-mail : robuschiarteimage@yahoo.it

Un grazie ancora alla redazione!
Un saluto a tutti i partecipanti del contest  spero di risentirvi presto!
Ciao!

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui