Ciao a tutti, sono Lisa, 3D artist con una particolare passione per gli interni.


Qui di seguito mostrerò i passaggi che ho seguito per creare l'immagine della camera da letto per il mio progetto personale: Boho, realizzato in 3ds max, Corona e post prodotto in Photoshop.

References:

Avevo già in mente quello che volevo creare, ma per realizzarlo al meglio il mio primo step (come quasi sempre) è stato quello di collezionare dei riferimenti e crearmi un moodboard, sia dal punto di vista stilistico, che di illuminazione. 

Qui di seguito alcuni riferimenti da cui ho preso ispirazione.

1ace3b0bf1824ad8112a22de1433d58a.jpg


3D :

Una volta deciso il tipo di spazio e illuminazione che volevo ottenere ho modellato una stanza e applicato i materiali principali.

Un consiglio che posso dare è, quando si lavora con questo tipo di interni, applicare un chamfer alle pareti, in modo che la luce interagisca meglio con gli angoli e la geometria non risulti troppo netta, per poterlo fare naturalmente pareti e soffitto devono essere un unico edit poly.


a0231825ab19b20b5a50c59503fc9566.jpg


Sempre facendo riferimento alle references ho iniziato a inserire nella scena mobili, modificandoli secondo lo stile che avevo in mente, e modellando quello che non sono riuscita a trovare, come il comodino. Ho aggiunto poi gli accessori, alcuni dei quali scaricati appositamente per questa scena da 3dsky, come questo set.


Camera :

A questo punto ho impostato la camera. Per gli interni cerco di tenere sempre la camera non troppo alta, a seconda di dove voglio far cadere l'occhio (in questo caso 150cm da terra) e gioco leggermente con il perspective control della physical camera. Setto subito la focale che mi interessa, in questo caso un 50mm, e abilito il depth of field, posizionando il focus con l'opzione custom (purtroppo ci sono spesso dei bug in corona quando si usa il target) per decidere quale parte dell'immagine voglio sia totalmente a fuoco e nitida. In questo caso, non trattandosi di un close up ma di una scena, non ho spinto troppo l'apertura, per non ottenere un effetto troppo sfuocato, ma visto il cono della camera in pianta so già che il backplate che andrò ad inserire sarà completamente fuori fuoco, ed è esattamente l'effetto che volevo raggiungere.


c5c74879c982a5b38e45d3d42907f54b.jpg


Luce :

Una volta che tutti gli elementi sono in scena ho iniziato a lavorare sulla luce. Iniziando con un daylight system con CoronaSun e CoronaSky nell'environment. Ho aggiustato l'esposizione della camera, aumentato leggermente l'highlight compress per non bruciare troppo i bianchi e aumentato la dimensione del sole per ottenere delle ombre più morbide.


fddd3e7a8e2799eefa719405605e15a4.jpg


Successivamente ho posizionato fuori dalla finestra un albero (di cui ho fatto un proxy per non appesantire troppo la scena), in modo che interferisse con la luce del sole e creasse un effetto più naturale di luce tra le fronde. Non avevo interesse che l'albero fosse visibile avendo giá il backplate posizionato (e non essendo la qualità del modello all'altezza) per cui nelle proprietà dell'oggetto ho tolto la spunta a "visible to camera" e "visible to reflection/refraction".


c517fafe2b8b13d17ee4028e2f5df091.jpg


A questo punto, vedendo che la scena era piuttosto scura e con poca luce diretta ho deciso di posizionare un piano con assegnato il materiale CoronaPortalMaterial a coprire interamente ed esternamente il foro della finestra, per aiutare e velocizzare i tempi di renderizzazione.


b8ff21832fe9697924be5f5ac5a9dd03.jpg


Un ulteriore passaggio per lavorare sulla luce naturale è stato quello di modificare leggermente il materiale del CoronaSky che si trovava nell'environment. Ho aumentato la turbidity per avere u maggior effetto di cielo nuvoloso e ne ho leggermente diminuito l'intensità.

88738f3f0ae3e28a29df285213bceeb0.jpg


Come ultimo passaggio per quanto riguarda la luce, ho aggiunto due Corona Light, che agissero - tramite l'opzione object included- solo su alcuni oggetti in scena, che ritenevo essere un po' troppo "piatti" (la lampada e gli oggetti sulle mensole), a queste luci ho tolto tutte le spunte alle opzioni di visibilità.


b3f6e40d79cb098e33a20dd87bab0d4e.jpg


Render :

Una volta ultimate anche le luci in scena ho impostato i render elements, compreso il lightmix, che mi serviranno successivamente per la post, e impostato il limite di passes oltre al denoise. 

In questo caso non ho toccato i valori GI vs. AA balance e/o Light samples multiplier, perchè tramite l'utilizzo del CoronaPortalMtl ottenevo già un buon risultato, senza troppo noise con dei tempi di renderizzazione buoni.


ed1f22ddb19c918b49d3dca2fbcb8958.jpg


Post Produzione :

Per la post sono partita dal raw render che risultava essere piuttosto piatto

4472c86f634259c0a537650f01d1512f.jpg


e ho eseguito i seguenti passaggi :

  • Sovrapposto l'Ambient Occlusion al raw render, in multiply al 20%

b9f5ec39dd058c7ed314f1af46e47655.jpg

  • Lavorato con delle maschere sul Macramè appeso al muro e sul pavimento, aggiustando i livelli, e sovrapponendo gli la riflessione e l'ambient occlusion (in modalità diverse e con valori di opacità molto bassi).


a7d5431c95143fab5207cbc491c66545.jpg

  • Iniziato gli ajustment finali, sovrapponendo reflection e raw reflection in modalità soft light, al 20%

301443ae892603fcace4ee76dcd4f474.jpg

  • Lavorato con gli elements delle luci ottenuti dal lightmix, sovrapponendoli in modalità screen, e tramite maschere "tirando fuori" solo quanta luce mi interessava aggiungere alla scena per migliorarne l'atmosfera.

4a6684d63d1fb28a60735f70b4cf34c0.jpg

  • Ho lavorato poi con curve e livelli, prima una curva ad S, per aumentare i contrasti, e tramite maschera l'ho concentrata solo al centro della scena, poi sistemato i livelli di bianco e nero, e infine con una curva più scura e tramite maschera ho aggiunto una leggera vignettatura.

338f1444dc2c40ac9d452d1353d69e39.jpg


  • Per ultimare la post produzione, con lo shortcut Ctrl-Alt-Shift-E ho creato un nuovo livello che fosse il merge di tutti i livelli sottostanti, e l'ho trasformato in smart object, così da poterci applicare dei filtri, ma nel caso in cui volessi apportare ulteriori modifiche in futuro, fosse un'operazione reversibile. Allo smart object ho lavorato inizialmente con camera raw, successivamente ho applicato un Gaussian Blur di 0.6 pixel, smart sharpen, e infine lens correction per aggiungere un pelo di aberrazione cromatica e renderlo più simile ad una fotografia.


34bf1aa02f01f7d138aaa54e53ae4f17.jpg


E questo è il risultato finale :)


4a91fc31ce5a8c9f3a2c67670f101ded.jpg


Grazie a tutti per l'attenzione!

Lisa