Intervista a WAYNE STABLES
intervista ed editing di Francesco La Trofa (franci2k5)
traduzione di Fabio Allamandri (d@ve)


Dopo aver seguito tutta la pipeline del Signore degli Anelli e di Avatar, Wayne Stables si è occupato della supervisione dei vfx per Le Avventure di Tintin, diretto da Steven Spielberg e primo capitolo della nuova trilogia targata dall'inconfondibile marchio di Weta Digital.

Abbiamo avuto modo di incontrare Wayne al recente View Conference, dove ha condiviso con noi alcune delle esperienze affrontate durante la realizzazione di Tintin.

(T) Ciao Wayne, innazitutto grazie per averci concesso questa intervista. E’ la prima volta che vieni in Italia?

(W) Si questa è la mia prima volta in Italia, e si sta rivelando un’esperienza belissima.


(T) In qualità di vfx supervisor come si è formato il tuo background prima di entrare in Weta Digital?


(W) Il mio background si è strutturato principalmente come sviluppatore software. Il mio primo lavoro è stato quello di scrivere un software che utilizzava un sacco di grafica e suoni per aiutare l’insegnamento.

tintin locandina02
Le avventure di Tintin è uscito nelle sale italiane il 28 ottobre



(T) Puoi dirci qualcosa di specifico sul tuo ruolo nella pipeline di produzione in Weta?


(W) Principalmente lavoro al rendering e al lighting ed aiuto a sviluppare il workflow, l’insieme di tecnologie e metodi che consente agli artisti di lavorare in modo più veloce e facile quando hanno a che fare con scene complesse. Questo spesso significa sviluppare nuovi tool per i i software di lighting e rendering che utilizziamo.

tintin06
Un frame finale di Tintin, in cui si percepisce chiaramente la qualità e la profondità della realizzazione dal punto di vista tecnico


(T) Parleremo di Le avventure di Tintin. Come è stata la collaborazione con il regista Steven Spielberg? Quale era il suo approccio e le sue aspettative sugli effetti digitali?

(W) Abbiamo avuto una collaborazione continua e serrata con Steven. Era presente per visionare il nostro lavoro tutti i giorni e le sue aspettative sul nostro operato erano sempre molto alte. Il suo approccio nel fare Tintin è stato lo stesso che avrebbe avuto nel fare un film di azione, e quindi si aspettava disciplina dagli attori, cameramen e addetti alle luci. Ci forniva sempre un feedback molto preciso e ci faceva ripetere la scena fino a che non era realmente soddisfatto.

tintin07
Una delle fasi del motion capture, che vede impegnato Jamie Bell, alter ego di Tintin. Sicuramente lo ricorderete per la sua interpretazione in Billy Elliot.


(T) Hai lavorato con molti registi famosi. Vere leggende del cinema come Steven Spielberg, James Cameron e Peter Jackson. Che cosa hanno secondo te in comune?

(W) In comune hanno sicuramente la loro dedizione all’eccellenza ed una incredibile creatività.

(T) Dopo Il Signore degli Anelli ed Avatar, un’altra dura sfida per il vostro team. Quante persone lavorano in una simile produzione? Come riesci a coordinare tutte queste persone?

(W) Se includiamo tutto lo staff di produzione, servizi, IT, artisti, le persone che hanno lavorato a Tintin sono più di 800. Impostiamo tutte le grandi produzioni nello stesso modo: cerchiamo di suddividere l’intera opera in parti che secondo noi presentano le principali problematiche da affrontare, in modo da risolverle il prima possibile. Una volta strutturato l’insieme, procediamo per occuparci di un problema alla volta.

(T) Guardando Avatar abbiamo potuto ammirare un sacco di nuove tecnologie. Possiamo aspettarci lo stesso anche per Tintin? Ci saranno molte nuove features anche in questo film?

(W) Sicuramente abbiamo sviluppato nuove tecnologie per il lighting, specialmente per l’utilizzo della luce indiretta e per le area light in modo da avere ombre più sofisticate e realistiche.

tintin01
Nel film possiamo ammirare situazioni di lighting molto differenti tra loro. Le scene ambientate negli spazi interni sono spesso caratterizzate da contrasti molto accentuati, studiati per enfatizzare il tono drammatico delle scene


(T) Prima di lavorare come vfx supervisor per Tintin hai lavorato come lighter nei diversi episodi di Shrek. Cosa puoi dirci del lighting di Tintin?

(W) La maggior parte dei lighting tool in Tintin sono in realtà molto semplici. Le luci hanno proprietà che sono simili a quelle delle luci reali in modo che i nostri lighting artist non debbano lavorare con decine di parametri o impostazioni. Utilizziamo questi tools semplici e li combiniamo con sofisticatissimi shader per ottenere immagini molto complesse.

(T) Preferisci lavorare in film realizzati completamente in computer grafica come Le Avventure di Tintin o che contengono parti di girato, come Il Signore degli Anelli o Avatar? Per quale motivo?

(W) Preferisco lavorare su film completamente in CG perché mi sono reso conto che ho la possibilità di essere più creativo e agire meglio non solo nella risoluzione dei problemi, ma anche per suggerire soluzioni altrimenti non realizzabili. Quando devi creare un intero mondo in computer grafica hai la possibilità e la necessità di contribuire attivamente alla sua formazione. Sei costretto a dare un tuo input. Questo fatto è estremamente stimolante.

tintin04
uno dei primi test di resa per il volto di Tintin


(T) Sempre riguardo Le Avventure di Tintin. Quale è stata la tua scena preferita? E perchè?

(W) Mi è piaciuta tantissimo la scena di Karaboudjan, dove Tintin e Captain Haddock camminano per i corridoi andando verso il mobile del ’whisky. E’ stata una delle prime scene che ho illuminato nel film e mi è sono soddisfato del tono scuro, molto drammatico, che siamo riusciti a rendere.

tintin03
Milù, il fido che assiste Tintin nelle sue avventure, è stato oggetto di intere settimane di test prima che la produzione si convincesse del design da utilizzare


(T) C’è stata una scena che non ti ha fatto letteralmente dormire? Quale è stata la sfida più dura? Quale è stata la maggior impresa che ti senti di aver realizzato durante la realizzazione di Tintin?

(W) C’è uno shot nel film che dura 2 minuti e mezzo senza nessuna interruzione. E’ una parte dell’inseguimento nella città di Bagghar ed è stato estremamente complesso organizzarla, svilupparla e metterla insieme. Questo lavoro mi ha sicuramente causato più di una notte senza dormire. Ma sono davvero molto soddisfatto dei risultati ottenuti.

(T) Per quanto hai lavorato tempo hai lavorato a Le Avventure di Tintin?

(W) Circa 2 anni.

tintin05
Il capitano Haddock sorprende ancora più di Tintin in merito alla resa delle espressioni facciali


(T) Quale sarà il tuo prossimo lavoro in Weta Digital? Sarà il preannunciato sequel di Avatar? Puoi dirci di più sul prossimo capolavoro di Cameron?

(W) Non sono ancora sicuro. Lavorerò sul workflow fino a fine anno e per i primi mesi del 2012. Poi se dovessero fare Avatar 2 (o perché no? Tintin 2) allora potrei lavorarci… Ma per il momento l’unica cosa di cui ho davvero bisogno è un po’ di riposo!

(T) Grazie ancora Wayne, dopo aver chiaccherato con te siamo ancora più curiosi di vedere Le Avventure di Tintin. Speriamo di vederti ancora in Italia presto.


(W) Grazie a voi, spero davvero che il nostro lavoro vi piaccia. Buona visione.

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui