Le situazioni che possono portarci ad apprendere in breve tempo i fondamenti di un software o di una disciplina sono molte. Sono i casi in cui "google non basta". Vi cito una situazione che mi ha interessato in prima persona. La scorsa estate sono coinvolto in una iniziativa di Design Thinking. Bene. A pochi giorni dal workshop non sapevo assolutamente nulla di concreto in merito al Design Thinking. Certo, ne avevo sentito parlare, ma le mie competenze non mi avrebbero mai consentito di interfacciarmi in maniera seria con le altre figure presenti, senza aver generato l'imbarazzante situazione dell'improvvisatore dell'ultima ora. Dopo una breve ricerca online, ho trovato un corso online sulla piattaforma Udemy: "Cooper Crash Course: Design Thinking in 3 Steps". Il titolo era esattamente quello che faceva per me. Un crash course, in grado di darmi in breve tempo le competenze entry level di cui avevo bisogno per sopravvivere al workshop che mi attendeva. I commenti positivi al corso, le ottime referenze online del docente, Alan Cooper e la garanzia di rimborso in caso di insoddisfazione mi hanno convinto a procedere all'acquisto. Con il senno di poi, la scelta si è rivelata del tutto azzeccata. Con una spesa di dieci euro ho avuto modo di seguire esattamente il corso che cercavo. Lungi dal ritenermi un esperto in materia, oggi posso dire di sapere cos'è il Design Thinking e quali sono le operazioni basilari della prototipazione.

Lo stesso ovviamente vale per quanto concerne le competenze nel 3D.

Oggi sempre più ambiti del business richiedono contenuti 3D e capita sempre più spesso di dover apprendere in breve tempo i fondamentali di un nuovo software, per poter ampliare la propria varietà produttiva.  Nell'ambito della produzione dei contenuti 3D, l'esempio lampante è  costituito dai game engine. Fino a qualche anno, fa Unity ed Unreal Engine erano usati prevalentemente dai Game Developer. La crescente richiesta di applicazioni interattive ha in qualche modo "costretto"  molti 3D Artist ad apprenderne i fondamenti. Dopo aver scaricato uno dei due middleware, arriva il momento in cui, oltre all'ampio range di risorse online disponibili, sarebbe comodo disporre di un corso online dotato di una struttura organica, in grado di darci una visione di insieme sui fondamenti di utilizzo del software. Qui entra in gioco tutta la flessibilità dei corsi di Udemy.

4e660baae46d6f190e8d70dbf0328177.jpg

L'offerta di Udemy prevede un catalogo di oltre 800 corsi sul 3D comprende sia una serie di corsi di riferimento a livello internazionale, che una crescente offerta di contenuti in Italiano, concepiti in modo particolare per i principianti. La maggior parte dei corsi viene inoltre aggiornata con l'introduzione di nuove lezioni, quando le nuove release dei software rilasciano nuove funzioni e a volte anche quando gli studenti stessi chiedono alcuni approfondimenti.  Per ora, in merito a temi ed argomenti 3D, ho avuto modo di provare i seguenti corsi.

Unreal Engine 4: dalle basi a uno Stealth Game, corso molto esteso in termini di feature, tenuto da Roberto De Ioris, docente di programmazione presso la Accademia Italiana Videogiochi (AIV).

6d57d6d94c329be08eba8af9bac26033.jpg

La tipica interfaccia di navigazione dei corsi Unity prevede a sinistra il navigatore, con le singole lezioni ed i contenuti da scaricare per realizzare il tutorial. La schermata principale prevede un player essenziale con tutte le funzioni utili a gestire lo svolgimento della lezione, compresa la possibilità di utilizzare dei comodi segnalibri, richiamabili in qualsiasi momento (credits Udemy)


Programmare con Unity 3D: creare videogiochi da zero, utile per chi è del tutto digiuno a livello di coding, per capire a cosa serve la programmazione nell'ambito di un game engine.

Corso di Blender: da Principiante a Esperto, che offre una panoramica molto estesa a livello di feature, decisamente utile per chi si avvicina ad un software 3D, ragion per cui il titolo sarebbe stato forse più appropriato con il riferimento ai soli principianti. Il docente Andrea Coppola si dimostra molto disponibile per seguire gli allievi e rilascia costantemente nuove lezioni, di pari passo con la dinamicità con cui Blender ci ha abituati all'introduzione di nuove funzioni.

Nel momento in cui scriviamo, i tre corsi citati sono oltretutto offerti in promozione per pochi giorni ad un prezzo molto interessante: 11,99 euro con uno sconto superiore al 90%.

A chi consiglierei questo genere di offerta formativa? Soprattutto a chi cerca corsi economici, da seguire comodamente in Italiano e a tutti quei ragazzi che pongono la solita domanda "meglio questo o quel software?" Prima di iscriversi a corsi e master presso accademie che impegnano molti mesi e migliaia di euro, seguire online un corso base. Per sua definizione, un corso di base ovviamente non forma "from start to end" un professionista, ma mira a formare una visione operativa da cui partire verso direzioni più approfondite.

7f01a038a91e91f1b96e9f7d7232511f.jpg

Udemy, con i suoi 20 milioni di studenti in 190 paesi in tutto il mondo è ormai da considerarsi a pieno titolo tra i colossi della formazione online, ed offre un catalogo immenso (ad oggi oltre 65.000 corsi, NdR), che riguarda moltissimi ambiti della produzione digitale, con un comparto dedicato alla formazione personalizzata, riservata in esclusiva alle aziende.


Si ringrazia Udemy per il supporto e la collaborazione dimostrata nell'ambito della ricerca svolta per la produzione del presente articolo publiredazionale