TvGrafica.com è un portale italiano dedicato a videocorsi italiani sui diversi applicativi grafici.
In questa recensione prenderemo in esame il Corso Avanzato Pixologic Zbrush 3.5, videotutorial della durata di circa 10ore.

Questo videocorso è la conseguenza del primo videocorso base di Zb, Corso Completo Pixologic ZBrush 3.1, il cui oggetto era la conoscenza base del sw della Pixologic cercando di prendere confidenza con i diversi tool.
Il videocorso appena pubblicato è dedicato quindi a un'utenza con già la conoscenza del software nelle sue fondamenta e nella ricerca e familiarità con i concetti&strumenti di sculpting.
Il videotutorial si sviluppa in 2 macro aree: la prima riguarda le novità di ZB 3.5 mentre la seconda si occupa dello sculpting e definizione di un dromedario, partendo da una low mesh realizzata in maya.

Partendo dalla prima macro area, della durata complessiva di circa 1 ora, ci vengono proposte in 6 capitoli le principali feature introdotte con l'aggiornamento alla versione 3.5 di Zb: si parte dal planar brush, toccando le ZSphere2, Zsketch, noise surface e operazioni booleane.

Ogni singolo capitolo è dedicato al tool specifico, cercando di toccare ogni parametro e spiegandolo con esempi molto chiari ma elementari.
L'interfaccia di ZB non aiuta nell'usare correttamente i tool menzionati ma il continuo richiamo con shortcut e subito dopo la ricerca della funzione nell'interfaccia fa apprendere in fretta l'uso delle caratteristiche.

noise


Il nuovo ZB ha introdotto dei nuovi brush (planar brush), ideali per lo sculpt di solidi & design. In pochi click l'uso dei brush non avrà più segreti anche se ci sarebbe piaciuto un approfondimento con forme più complesse per capire maggiormente le potenzialità di questi nuovi tools.
Interessante il confronto evidenziato fra Zsphere e Zsphere2, mostrando l'evoluzione topologica della mesh creata con il nuovo algoritmo e la possiblità di switchare fra il vecchio e il nuovo metodo.

zsphere2 1


Le Zsketch sono invece utilizzate per ricostruire un umanoide, step by step, partendo dalla base di Zsphere e costruendo le masse muscolari principali per definire la forma base del character.
In ultima analisi, viene trattato l'argomento delle operazioni booleane: utilissimo strumento per unire più mesh con continuità di sculpt.

Conclusa questa prima parte, si viene introdotti alla vera e propria modellazione organica e definizione del texturing completo di un dromedario.
Come già detto, è la parte più corposa del prodotto (circa 9 ore) suddivisa in 28 capitoli.

menu


Si parte dall'iniziale sculpting delle masse approsimitative del dromedario fino alla definizione delle singole rughe e pieghe della pelle.
Gli step trattati sono spiegati minuziosamente e anche se nel lungo percorso dello sculpt possono risultare lenti, risulteranno alla fine esaustivi per lo scopo del corso.
Non ci dilungheremo ora a scrivere la recensione per ogni singolo capitolo ma ci soffermeremo a sottolineare la presenza di alcuni trick&tips (tipo l'aggiungere edge loop/poly alla mesh base dopo aver terminato lo sculpt) molto utili e che non sempre vengono menzionati.

edgeloop


L'utente viene portato per mano per ogni step, anche piccolo, dello sculpt: dalla definzione delle unghie delle zampe alle più importanti rughe del dorso fino al viso.
Nulla viene lasciato indietro e l'impressione di essere in tempo reale è del tutto veritiera.
Passano circa 5 ore fra brush, mask e suddivisioni varie per arrivare fino al termine della prima fase: lo sculpting.

La seconda fase (che occupa circa 4 ore) è dedicata al painting della mesh direttamente in zb.
A seconda delle zone, vengono usate diverse tecniche: si parte dal polypainting semplice campionando il colore base da foto reali, all'aggiunta di dettaglio attraverso l'utilizzo della MaskbyCavity, fino alla ZappLink che permette di interfacciarsi con Photoshop per proiettare texture/foto (nel caso in questione, gli occhi) in maniera immediata e veloce.
Definite tutte le texture del modello, si passa poi all'esportazione corretta delle stesse (colore, normal o displace) per l'uso all'interno del vostro sw 3d preferito e alla posa del modello tramite il plugin Transpose.

pose txtr


Gli ultimi capitoli sono molto interessanti perchè vengono presi in esame tool di zb applicati al nostro caso pratico: l'uso del noise e HDGeometry.
Il noise (quello trattato nei primi capitoli) per far risaltare maggiormente il tipico effetto di peluria e di irregolarità della pelle del dromedario. Tramite pochi esempi vengono portate alla luce le differenze di risultato a seconda dei parametri utilizzati.
L'HDGeometry è invece dedicato a tassellazione successive per aumentare il dettaglio in zone molto particolari, tipo il viso, che necessitano di ulteriore definizione senza però suddividere ulteriormente tutta la mesh, procedura che risulterebbe inutile e dispendiosa dal punto di vista della memoria utilizzata.

hd geometry


Il videocorso si conclude con 3 capitoli generali dedicati al plugin ZAppLink, a come creare un TurntableMovie in ZB e al Decimation Master (plugin utile per ridurre drasticamente il numero di poly senza perdita di dettaglio visibile).

Conclusione: il videocorso, che come detto dura circa 10 ore, ha un agevole menù che permette di passare in modo rapido e veloce da un argomento all'altro.
La suddivisione in un gran numero di capitoli può risultare fastidiosa ad una prima lettura ma aiuta successiviamente a focalizzare l'argomento cercato in pochi click.
La qualità video è buona, l'audio anch'esso ma ha talvolta da capitolo a capitolo variazioni di volume, comunque mai fastidiose.
L'argomento e' trattato in maniera sempre precisa, anche se abbiamo notato un pò di "lentezza" in alcune fasi. Ipotizzando che il prodotto sia rivolto ad un'utenza intermedia/avanzata, alcuni passaggi potevano essere anche saltati.
Da sottolineare in positivo la promozione temporanea per chi acquista il videocorso in questione, dell'aggiunta gratuita del nuovo videocorso Modellazione Troll in ZBrush 3.5

Immagine inserita


Nel complesso ribadiamo un giudizio positivo per il target e per lo scopo per cui è stato concepito il videocorso da noi esaminato quest'oggi.
Lo sviluppo del progetto trattato viene narrato in maniera coesa e semplice, di facile lettura e riconducibile in maniera veloce nel proprio apprendimento.


Note
TVGrafica.com è lieta di annunciare il riconoscimento ufficiale arrivato da Pixologic, per i video corsi distribuiti sul software di scultura digitale Zbrush.
Oltre alla certificazione ufficiale e relativo inserimento nella lista ZCI dell'autore dei nostri video tutorial, siamo adesso presenti anche nella pagina 3rd Party Training della sezione Education del sito stesso Pixologic.com

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui