Grazie ad oltre dieci edizioni realizzate, il Master Archviz di BraveArt Academy ha formato e lanciato centinaia di giovani artisti, attualmente impegnati con successo nella libera professione o in importanti studi in Italia o all'estero. Nel corso del seguente articolo conosceremo le testimonianze di quattro ragazzi che hanno scelto di partire dalla formazione del Master Archviz e successivamente scelto strade molto differenti, condividendo la stessa grande passione per la visualizzazione architettonica.

Attraverso le loro testimonianze, avremo modo di conoscere le storie di Michela Napolitano, Alessandro Bellizzi, Edoardo Guarnieri e Andrea Cardone, oltre al loro personale punto di vista nei confronti dell'esperienza didattica presso BraveArt Academy.

Michela Napolitano (architetto presso CIRCLELAB - Architecture and Engineering Group)

Dopo essermi laureata in architettura ho scelto di frequentare il Master Archviz di BraveArt Academy per approfondire e perfezionare le mie competenze nell'ambito della visualizzazione architettonica, ai fini di comunicare e rappresentare in maniera più efficace i miei progetti.

Durante il percorso universitario si è puntualmente sommersi da mille cose da fare e non si ha pertanto modo di concentrarsi su un aspetto complesso come la comunicazione del progetto, che non è soltanto caratterizzata dal rendering, come molti impropriamente sminuiscono, ma è il risultato di una serie di competenze multidisciplinari, che partono dalla capacità di saper vedere lo spazio nelle sue varie espressioni. Si tratta di una lacuna complessa da colmare nel periodo universitario e che ritengo costituisca un notevole limite per l’espressione creativa.

Il Master Archviz di BraveArt Academy mi ha fornito ciò che speravo: gli strumenti indispensabili per una progettazione cosciente e completa.

Visualizzando ciò che si immagina nelle fasi di concept, grazie al render fotorealistico, gli ambienti oggetto di studio si mostrano in tutte le loro potenzialità e/o criticità. Emergono problemi realizzativi futuri, con la possibilità di affinare la qualità estetica dei singoli lavori. Comunicare in maniera coerente un'idea di progetto aiuta tutti gli stakeholder a comprenderla meglio, facilitando notevolmente il ciclo di revisioni necessarie per ottenere un'approvazione.

Lo studio delle materialità, delle luci e delle inquadrature implementa il valore della creazione e la professionalità di chi lo esegue; ne deriva che  il risultato di un lavoro altamente specializzato permette di catturare l’attenzione del cliente, emozionandolo e coinvolgendolo sin dai primi passi con adeguato linguaggio. Trattandosi di un percorso realizzativo piuttosto lungo, partire con il piede giusto risulta oltremodo essenziale.

Tali competenze mi hanno consentito di esprimere in modo più completo le mie qualità di progettista,  evolvendo nella materia e ponendo la medesima cura e attenzione anche nei dettagli. Queste competenze mi hanno aiutata all’interno nelle realtà lavorative con cui collaboro, con un ruolo chiave nella definizione delle scelte di progetto in itinere e definitive oltre che nell’elaborazione di progetti d’interni che per loro natura richiedono un’estrema accuratezza, che emerge appieno durante le fasi di visualizzazione.

In conclusione, l’esperienza del Master è stata fondamentale per il mio percorso e per lo sviluppo professionale che sto seguendo. Il bagaglio che ne ho tratto è ampiamente al di sopra delle aspettative e sconfina gli aspetti puramente tecnici, aprendomi gli orizzonti sul mondo della computer grafica e facendo scaturire in me l’ulteriore interesse verso l’applicazione in ambito architettonico di software legati alla realtà virtuale; la cui applicazione ad oggi sta fornendo ulteriori migliorie nel workflow dello studio d’architettura così come nei risultati ottenuti.

Pensavo di imparare solo un programma invece l'esperienza del Master Archviz di BraveArt Academy ha fatto crescere l’architetto che è in me.

1f409ed23f89e623a602b46948156e89.jpg

Immagine realizzata da Michela Napolitano durante la settima edizione del Master Archviz, anno 2018


Alessandro Bellizzi (3D Artist presso Hot Lab)

Il Master Archviz di BraveArt Academy mi ha fornito i mezzi e la sicurezza necessari a rendere la passione per il 3D un impiego appagante ed apprezzato, realizzando pienamente il mio obiettivo professionale.

Grazie al portfolio realizzato in occasione del Master, sono riuscito a propormi ed entrare in OFF Arch, uno studio di architettura di Milano, con il quale ho avuto l’opportunità di diventare il responsabile della visualizzazione e modellazione architettonica 3D nell’ambito del fashion retail e della ristorazione. Negli anni di lavoro in OFF Arch, ho avuto la fortuna di poter capitalizzare tutte le competenze apprese durante il Master, comprese le nozioni di Marvelous Design, fondamentale durante la progettazione e definizione delle linee di imbottiti per gli store.

La partecipazione al Master si è rivelata una scelta fondamentale per la mia crescita come render artist. Ogni modulo del corso è stato utilissimo per la realizzazione delle immagini 3D. Lo studio delle luci, che abbiamo appreso durante il modulo di Lighting, è una delle cose che si applicano con grande frequenza in professione, per riuscire a definire nel modo più fedele l'atmosfera degli ambienti prima che vengano realizzati.

Grazie al rendering è infatti possibile intuire degli aspetti altrimenti destinati a rimanere intangibili fino alla realizzazione. Le competenze in illuminotecnica acquisite durante il Master Archviz mi hanno consentito di diventare il referente per diversi fornitori del settore, acquisendo un ruolo di maggior responsabilità all'interno dello studio.

Dopo la stimolante collaborazione con OFF Arch, durata due anni e mezzo, sono stato contattato da Hot Lab, studio di yatch & design di Milano. I lavori mostrati hanno colpito i selezionatori, i quali si sono soffermati con particolare interesse proprio sulle immagini realizzate grazie alle nozioni apprese durante il Master. Da poco più di un anno collaboro con Hot Lab, dove faccio parte del team di visualizzazione 3D. Finora la collaborazione sta andando molto bene e sento di avere l'opportunità di crescere ulteriormente come professionista.

da2c4e2db7e5ad6df9b53f6bb1f51b36.jpg

Immagine realizzata da Alessandro Belizzi durante la quarta edizione del Master Archviz, anno 2016


Edoardo Guarnieri (3D Artist presso Hyper Creative Hub)

Dopo aver studiato Design dei nuovi Media alla NABA di Milano, nel 2018 ho deciso di seguire un corso di Houdini alla BraveArt Academy di Thiene, che quando ho frequentato si chiamava ancora ViFX. In quell'occasione ho conosciuto tante persone interessanti che si occupavano di 3D in vari ambiti, e mi sono appassionato ancora di più alla computer grafica rispetto a quanto lo fossi prima.

Memore di quell'esperienza, nel 2019 ho deciso di seguire anche il Master Archviz e subito dopo sono stato contattato da Marco e Francesco, i fondatori di Hyper Creative Hub, che avevo conosciuto proprio durante il corso di Houdini, svolto in precedenza sempre in BraveArt. Si tratta di una coincidenza di eventi che mi ha consentito di entrare subito nel vivo della professione.

Hyper Creative Hub, nomen omen, è un ambiente fortemente orientato alla creatività. Nello studio di Milano si lavora continuamente nella creazione di contenuti digitali che spaziano dall'archviz al design del prodotto, dalle immagini per i cataloghi delle aziende, fino alla realizzazione di esperienze interattive. Ogni progetto rappresenta una nuova sfida, che consente di utilizzare molte tecniche digitali basate sul 3D e soprattutto di impararne sempre di nuove.

L'aria che si respira in ufficio è molto stimolante, anche per la varietà di lavori e per le persone con background differenti che passano dallo studio. Ho inoltre ritrovato due docenti del Master, Stefano Mombelli e Samuel Silva Trovato, di Level Creative Studio, che condividono lo spazio di lavoro con Hyper Creative Hub.

Nel mio primo anno ho avuto la possibilità di partecipare alla produzione di immagini da catalogo per aziende, di contenuti per il settore immobiliare e di esperienze interattive. La varietà è una delle cose che apprezzo di più in questo momento. Non ci si annoia mai e si impara sempre qualcosa di nuovo, cosa che soprattutto all'inizio dell'esperienza professionale ritengo sia fondamentale per orientarsi al meglio e capire sempre più nel dettaglio come funziona il mondo della produzione, che è totalmente diverso dalla teoria dei banchi di scuola.

Da un punto di vista puramente personale invece mi sento di dire che in BraveArt, oltre agli ottimi corsi, il valore aggiunto è stato quello di creare legami umani e professionali con persone con in comune la forte passione per la visualizzazione 3D. Nel mio caso credo di essere stato oltremodo fortunato, perché questi contatti si sono tradotti in vere e proprie esperienze di lavoro, con persone con cui mi trovo benissimo.

c159a895857b27e63633f7ef1da430e4.jpg

Immagine realizzata da Edoardo Guarnieri durante il Master Archviz 10, anno 2019


Andrea Cardone (3D Artist libero professionista)

Ho frequentato il Master Archviz di BraveArt Academy, nella sua ottava edizione. Tutto è nato dall’esigenza di voler raccontare il progetto architettonico in maniera più realistica, uscendo dal guscio dei disegni CAD in 2D e per comunicare meglio al cliente le mie idee.

Subito dopo il percorso formativo svolto a Thiene, dove sono letteralmente partito da zero nel 3D, mi sono dato un periodo di sei mesi, decisivo per mettere a punto gli insegnamenti del Master in funzione di quello che mi interessava realizzare. Il mio obiettivo era quello di rimanere a Napoli, dove vivo, e cercare di diventare un punto di riferimento locale nell'ambito della visualizzazione architettonica. La prima cosa da fare era quella di iniziare a costruire una reputazione a livello locale.

Ho iniziato a produrre molte immagini, aggiornando integralmente il proprio portfolio, oltre a svolgere il cosiddetto personal branding sui social network. Passo dopo passo, senza la fretta di voler tagliare le tappe, ma al tempo stesso senza pausa, dedicando moltissimo tempo per migliorare immagine dopo immagine. Sapevo che non sarebbe stato semplice, soprattutto in una realtà come il sud, dove le opportunità di lavoro sono sicuramente inferiori rispetto ad una realtà come Milano o il Veneto dove ha peraltro sede BraveArt Academy. Ma sentivo che sarebbe stato soltanto questione di tempo e che continuando ad impegnarmi il mio momento sarebbe finalmente arrivato.

Dopo tanti curriculum inviati e tante mail senza risposta, immagino una condizione abbastanza comune per tanti ragazzi alla ricerca di una prima esperienza, mi sono reso conto del ruolo fondamentale della rete dei contatti personali, che ho cercato di costruire grazie agli insegnanti, ex colleghi e amici del periodo universitario. Grazie alla mia relatrice di tesi è arrivato il primo cliente, per delle immagini di un progetto di una residenza a Napoli.

Da allora per fortuna non mi sono più fermato. È stato infatti l’inizio di un percorso che mi ha portato a produrre immagini per vari architetti della zona, in particolare per un mio vecchio compagno di corso alla facoltà di architettura che lavora come architetto sempre a Napoli, da cui è nata una collaborazione forte che riguarda progetti del settore residenziale privato e della ristorazione. L’obiettivo è quello di riuscire a costruire una realtà lavorativa sempre più concreta qui in Campania.

Ora ho acquisito una buona continuità lavorativa come freelance e sto iniziando ad apprezzare sempre di più il percorso svolto durante il Master Archviz di BraveArt Academy. Inizialmente avevo dato meno peso a questo aspetto, ma è in realtà quello più importante per chi vuole affrontare la difficile carriera del freelance, in cui tutto ricade inevitabilmente su di te. In particolare, l’insegnamento più grande acquisito durante il Master Archviz è stato il workflow, un metodo di lavoro, che nei momenti difficili mi consente, ogni volta, di ottimizzare il tutto e riuscire a rispettare qualsiasi consegna secondo le aspettative previste dal cliente.

Ogni lavoro, con i suoi tempi stretti e le sue richieste specifiche, mi consente di rivivere il periodo finale del laboratorio del Master, svolto con Stefano e Samuel di Level Creative Studio. Grazie a loro ho capito come sia importante imparare a gestire la pressione e incanalare le idee nel verso giusto riuscendo ad ottimizzare i tempi, senza negarsi dei piccoli momenti di svago. Così si riesce a lavorare divertendosi e apprezzando davvero ogni momento del proprio lavoro. A Thiene durante il Master sono nate delle vere amicizie, sia con i docenti che con i miei compagni di studi ed è un ricordo che porterò sempre con me.

fb9a9555153303854a3778905416b1e8.jpg

Immagine realizzata da Andrea Cardone durante il Master Archviz 8, anno 2018


Per saperne di più sul Master Archviz e sui corsi di BraveArt Academy

NOTA - Cover image realizzata da Matteo Bianchi durante il Master Archviz 13, anno 2021

____

articolo publiredazionale