Vai al contenuto
EYECAD VR: La realtà virtuale per architetti e interior designer
By: Francesco La Trofa 3.483 • 2

EYECAD VR: La realtà virtuale per architetti e interior designer

Tra le esperienze della Milano Design Week 2017 abbiamo potuto conoscere e testare a fondo un software nuovo, qualcosa che davvero non c’era nell’orizzonte della realtà virtuale. Un progetto innovativo sviluppato da una realtà tutta italiana come Digital Atom: stiamo parlando di Eyecad VR.

Vogliamo ora scoprire nel dettaglio e presentarvi un progetto ambizioso, nato dall’idea di ragazzo siciliano, in grado di intuire come le enormi potenzialità delle tecnologie immersive potessero tornare utili agli architetti per presentare i loro progetti. E soprattutto che fosse necessario farlo con strumenti adatti nello specifico alle loro esigenze.

L’IDEA: UN TOOL PER LA VR ACCESSIBILE A TUTTI

Per scoprire le radici di Eyecad VR dobbiamo fare un salto indietro nel tempo. Prendiamo la nostra DeLorean e torniamo nel 2014, nelle aule della Facoltà di Architettura dell’Università di Catania. Dove troviamo Stefano Bosco. Ci aspetteremmo un guru del software development, ritroviamo un semplice studente di architettura con la passione del 3D.

Durante le sue prime esperienze con gli studi professionali, Stefano modella e renderizza scene di progetti di vario genere, ma in testa inizia a maturare un pensiero fisso: “Mancava – spiega Stefano - uno strumento semplice, immediato per creare contenuti VR, svincolato dall’esigenza di dover sviluppare su piattaforme come Unity o Unreal Engine, favolosi, ma al di fuori della portata di architetti e designer, nella maggior parte dei casi sprovvisti di conoscenze informatiche così approfondite”.

f2d194f1d45659142df191ee8cdc7072.jpg

Stefano Bosco, Co-Fondatore e attuale CEO di Digital Atom, startup che ha creato Eyecad VR


Sulla base di questa analisi, Stefano Bosco e i suoi soci hanno redatto il Business Plan per un software VR orientato alla progettazione, concepito per essere utilizzato dagli architetti, prima che dai tecnici della CG: “L’esigenza principale di uno studio di progettazione – analizza Stefano -  è quella di poter disporre di un software in grado di produrre risultati in giornata. Sia per valutare il progetto, sia per revisionarlo con il cliente man mano che questo evolve. Farlo con la VR costituisce un notevole valore aggiunto. Ma quanti studi possono permettersi stabilmente degli sviluppatori su Unity o Unreal Engine in grado di generare quotidianamente questi contenuti? La maggioranza dei professionisti necessita di una soluzione autonoma perché sia realmente funzionale alle sue esigenze”.

L’ingresso nel TIM WCAP Accelerator consente a Stefano di trovare le collaborazioni ed i finanziamenti necessari per creare la startup Digital Atom. Il resto è storia recente. Riprendiamo dunque la DeLorean e torniamo nel 2017, dove scopriremo le caratteristiche di Eyecad VR.

LA SOLUZIONE: EYECAD VR

Basato su una logica “architect friendly”, Eyecad VR si struttura attraverso il workflow sintetizzato nel seguente trailer.


Nella sua prima edizione, Eyecad VR è già in grado di importare le geometrie di una scena in molti formati, dal .3ds al .FBX, fino ai comuni formati di interscambio .obj e .dae, in attesa che il supporto venga esteso anche ad altri formati proprietari.

All’interno del software si procede con la definizione dei materiali e l’inserimento di tutti quegli elementi necessari al completamento del progetto, come le luci, fino ad impostare tutte le interazioni e le opzioni di configurazione che l’utente finale potrà esplorare nell’esperienza in realtà virtuale.

9bac22dc8a3120fa40bdb42455632e8f.jpg

L'interfaccia operativa del software consente di muoversi liberamente all'interno dello spazio. Non vi sono differenze sostanziali tra la fase di creazione e quella di output, se non per la qualità dell'immagine finale. L'obiettivo è quello di cercare di rendere immersiva l'esperienza dell'utente in tutti i momenti di utilizzo del software (credits Digital Atom)


Tutta la fase di creazione è vissuta all’interno della viewport prospettica in tempo reale. Oltre a rendere particolarmente intuitivo il workflow, ciò consente di avere un feedback il più possibile immediato e naturale di quanto accade nel progetto e di modificarlo di conseguenza.

La dimostrazione pratica di come l’architetto non debba preoccuparsi dei comandi, dei settaggi, ridotti all’essenziale, ma possa concentrarsi soprattutto sulla componente creativa del suo lavoro.


L’AMBIENTE REAL TIME DELLA VR EXPERIENCE

In Eyecad VR la scena è configurabile attraverso un HDRI environment in grado di recepire le variazioni di lighting che si susseguono nell’arco della giornata. L’esperienza real time consente all’utente di variare l’ora del giorno, con un feedback immediato della luce ambientale. E’ inoltre disponibile un sistema di luci artificiali posizionabili e configurabili a piacimento all’interno degli spazi di progetto. L’utente finale potrà pertanto accenderle o spegnerle sulla base delle interazioni previste.

40aa5ae9724ba69200ec111ec0faa631.jpg

Lo slider orologio consente, sia in editing che in VR mode, di impostare l'orario della scena, variando in tempo reale le condizioni di lighting della scena, gestite da Eyecad VR con un sistema HDRI (credits Digital Atom)


PIU’ DI UN SOFTWARE VR, UN VERO ECOSISTEMA PER LA PROGETTAZIONE

Eyecad VR nasce per un’esperienza immersiva in realtà virtuale, ma è innanzitutto un software 3D real time e come tale consente molte possibilità di rendering, che vanno ben oltre quelle visualizzabili con i VR headset. Nel dettaglio, Eyecad VR si configura nelle seguenti tre modalità.

  • DESKTOP / MONITOR: E’ la situazione di default, cui si accede quando si avvia il software. In questa modalità è possibile creare ed esplorare a video il progetto, oltre a poter “scattare” dei rendering statici della scena.
  • HEADSET VR: premendo semplicemente “go to vr”, ci si ritrova all’interno del nostro visore preferito. Attualmente Eyecad VR risulta pienamente compatibile sia ai sistemi Oculus Rift che Htc VIVE, comprensivi dei relativi controller, attraverso cui l’utente può interagire con tutti i menu e le opzioni di interazione.
  • MOBILE: installando sul proprio smartphone la app “Eyecad VR”, è possibile accedere ad uno spazio cloud personale, collegato direttamente al proprio account, in cui Eyecad VR può salvare più rendering 360°, visualizzabili sia con un visore Cardboard che senza. Attualmente disponibile agli utenti come beta, la app è in costante sviluppo e verrà presto resa disponibile nella sua prima versione finale.

2b5db8231919b715a1d279ad2d1564f9.jpg

La app mobile di Eyecad VR garantisce di poter visualizzare ovunque le immagini 360 esportate dalla scena di progetto e poterle visualizzare ovunque, sia con che senza Cardboard. Questo consente ad esempio agli architetti di far provare un'esperienza immersiva del progetto ai propri clienti con un semplice smartphone, senza dover avere sempre con sé un kit VR (credits Digital Atom)


Grazie alle tre modalità previste, Eyecad VR è in grado di assecondare le esigenze del progettista in tutte le situazioni che possono configurarsi durante la sua attività professionale, senza dover per forza disporre di un Headset VR.


IL 3D REAL TIME SEMPRE A PORTATA DI MANO, NON RIMANE CHE PROVARLO

Che si tratti dunque di creare un rendering per una revisione al volo, di un progetto interattivo da allestire in uno stand o di un 360 da vedere ovunque su un semplice smartphone, Eyecad VR è in grado di rispondere davvero “in real time” alle esigenze di un architetto o di un interior designer. In qualsiasi momento, sia il progettista che il cliente possono dunque avvalersi di contenuti immersivi utili per qualsiasi fase operativa, dalla progettazione alla vendita.

In attesa di presentarvi la nostra recensione, sulla pagina software di Eyecad VR potete approfondire le features relative alle varie versioni, registrarvi e scaricare la trial, con cui provare direttamente il software, importando direttamente uno dei vostri progetti.

Piace a Emy Bezze e LucaRosty

Comments

Io non sono riuscito a scaricare la versione trial, qualcuno ci è riuscito? 

Condividi questo commento


Link al commento

Sarebbe interessante capire le differenze con Lumion: penso il prezzo...

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

Eventi di grafica

×