Un tardo pomeriggio come tanti, contrassegnato dalla routine lavorativa. Solite scadenze, soliti telefoni che squillano, soliti pensieri che si rincorrono, troppe cose da fare, sempre troppo poco tempo. Ad un tratto, si illumina l'iconcina di Skype. E' Beaztie. Subito non ci faccio granchè caso, mi avrà certamente contattato per parlare di qualche nuovo album heavy metal o di qualche concerto sperduto in Bulgaria. Invece no: "Franci, ho l'accordo con Chaos, si fa un evento per il lancio di V-Ray 2.0, qui ad Arezzo, il 3 e il 4 dicembre. Dobbiamo lavorarci su".

E così, ci lavoriamo su. Iniziamo a pensare che quello che in prima impressione poteva essere un evento dedicato al lancio di V-Ray, andasse pensato in termini un po' diversi, per lo meno essere l'occasione per una riflessione più ampia, proprio prendendo spunto da quelli che sono le principali feature che la nuova versione del programma andrà ad offrire ai propri utenti.

Il periodo che stiamo attraversando, al di là delle metamorfosi in atto nel sistema socio-culturale, di conseguenza economico, che sta influenzando molto i mercati, sta portando grandi novità tecniche che potrebbero stravolgere, in tempi più o meno brevi, le pipeline produttive.

La rivoluzione è già in atto. Ed è rappresentata in realtà da un'evoluzione naturale, che finalmente ha portato gli sviluppatori dei motori di rendering a prendere in considerazione l'ipotesi di sfruttare il calcolo vettoriale delle GPU, avvalendosi quindi di una risorsa inestimabile presente, se pur in misura differente, su qualsiasi pc.
Cosa ci riserverà il futuro? le CPU continueranno a fare il loro lavoro, le GPU diventeranno la parte essenziale? Sicuramente si va sempre di più nella direzione di un mercato che necessita di soluzioni ibride.

Presentare un motore di rendering, senza far riferimento all'hardware, alle configurazioni su cui si appoggia, è ad oggi un'operazione limitante, miope, che non offrirebbe agli interessati un quadro generale di riferimento, indispensabile per fare delle valutazioni.

Per questi motivi, DDD non parlerà solo di software, ma lo farà sempre riferendosi ad una specifica configurazione hardware. L'obiettivo è dimostrare, fornendo basi teoriche e dimostrazioni pratiche, quali sono le possibilità offerte da V-Ray in termini di calcolo su CPU e GPU nella sua versione RT, ormai direttamente integrata con il tradizionale modulo Advanced. DDD offrirà gli elementi per capire anche cosa significa renderizzare su una configurazione piuttosto che su un'altra. Si andrà da esempi sulla singola workstation fino al calcolo distribuito su più nodi. Chiunque, anche senza essere un'esperto, potrà maturare un'idea molto concreta su quali siano le configurazioni hardware più adatte alle sue necessità produttive.

La tecnologia che supporta un discorso tecnico quale V-Ray RT GPU ha reso spontanea, naturale ed immediata la partnership con NVIDIA, principale produttore al mondo di schede video dedicate al mercato professionale. NVIDIA sarà parte attiva in DDD, presentandoci alcune importanti riflessioni sull'argomento.

DDD è un evento pensato per professionisti, anche se il semplice amatore potrà comunque apprezzare i contenuti divulgativi che verranno presentati da testimonial d'eccezione nel quadro italiano, quali Tax Free, Neiko e Loop.

Per dimostrare le potenzialità di V-Ray 2.0 abbiamo previsto un ampio spazio dedicato al seminario di Nikki Candelero, artista che non ha certo bisogno di presentazioni.

Non solo software, anche iniziative, con la nostra collaborazione con Chaos Group per un contest che prenderà il via a breve su treddi.com. Ci sarà spazio anche per l'editoria. Francesco Legrenzi ci parlerà della sua famosa guida ufficiale, per lungo tempo unica pubblicazione di riferimento su V-Ray, ad oggi prodotto unico nel suo genere.

DDD, al di là degli eventi in programma, sarà soprattutto un vero e proprio meeting di professionisti ed appassionati CG, l'occasione per conoscerci direttamente dopo tante giornate trascorse qui sul forum, per passare un fine settimana divertente, oltre che formativo.
La prenotazione all'evento non è obbligatoria, ma rimane fortemente consigliata, in quanto i posti disponibili in sala stanno andando in rapido esaurimento.
Per qualsiasi informazioni aggiuntiva, potete contattare ddd@3dws.net
Ci vediamo ad Arezzo.

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui