DIGITAL ART MASTERS: VOLUME 4
articolo e saggio introduttivo a cura di Francesco La Trofa (franci2k5)


L'ARTISTA DORMIENTE

“Studenti confusi, curiosi amatori dell'arte, artisti potenziali che non hanno ancora scoperto il proprio talento. Magari leggendo questo libro, inconsciamente può aprirsi un nuovo capitolo della loro vita”. Uno scenario suggestivo, che porta inevitabilmente a volare con la fantasia di fronte alla meraviglia che suscita il bello. Emrah Elmasli, chiamato a redigere la prefazione del quarto volume della serie Digital Art Masters, non poteva immaginare parole più efficaci per descrivere la risposta emozionale di chi si ritrova di fronte questo libro.

Sarà certamente capitato ad ognuno di noi di ritrovarsi di fronte ad un'opera d'arte, prodotto analogico o digitale di una creazione tesa a comunicarci un messaggio attraverso la sua figura. Risultati di eccezionale valore estetico di tecniche molto differenti tra loro. Una domenica pomeriggio al museo: quante volte ci siamo prefissati di voler provare a produrre un'opera, oltre che apprezzarla? Quante volte abbiamo iniziato a schizzare su un foglio di carta delle idee senza poi tradurle in pratica? Progetti troppo ambiziosi naufragati ancora prima di levare l'ancora in un mare di incertezze. Ripensiamoci per un attimo in questa condizione, il desiderio di essere artista e la strada che ci separa dal diventarlo per davvero.

I Masters che ci propone questa meticolosa selezione  sono artisti che ce l'hanno fatta per davvero: a iniziare un progetto, a portarlo avanti, a concluderlo senza farlo rimbalzare nei rimandi degli impegni che la vita quotidiana è capace di imporci. Artisti di cui ci è proposta soltanto l'eccellenza. C'è spazio per una gamma di figure molto ampia. Dal celebre professionista con un portfolio lavori sconfinato, quotidianamente impiegato nelle maggiori produzioni cinematografiche del mondo, al giovane artista che magari non ha ancora concluso gli studi, ma ha profuso il proprio sforzo didattico nella realizzazione di un progetto personale capace di esprimere tutto il suo potenziale.

Quando il velo cade dalla tela è l'autore stesso a rivelarci la sua opera, descrivendo nel dettaglio i tratti salienti della sua produzione. Un connubio di tecnica ed estetica che diventa essenziale quando ci si rivolge ad artisti in fieri che dopo un attimo indefinito di meraviglia, iniziano a domandarsi: “ma come ha fatto a fare questo?”.

Il team di 3dtotal.com ci ripropone, rifomulandole con paradigmi digitali, le esposizioni d'arte della Parigi di fine Ottocento, laddove parallelamente all'attività accademica germogliava il fiore creativo delle prime avanguardie.

---
Questo articolo è stato importato automaticamente dal forum il 31/lug/2014
Per vedere il post originale e/o i commenti sul forum prima di quella data clicca qui