Tra i vari software dedicati alla modellazione 3D, rigging, animazione, simulazione, rendering, compositing e motion tracking, editing video e gaming, Blender rappresenta il re indiscusso nel mondo open source; giunto alla sua ultima versione uscita a Settembre 2020, la 2.90, permette agli utenti più formati, di utilizzare l’API per lo scripting Python in modo tale da personalizzare l'applicazione ed utilizzare strumenti specializzati.

La Blender Foundation nata nel 2002, è un'organizzazione di pubblica utilità indipendente: la sua società spin-off Blender Institute sviluppata nel 2007, ospita gli uffici della fondazione e attualmente impiega 15 persone che lavorano al software ed ai progetti creativi per convalidare e testare Blender in ambienti di produzione.


5de10993de44af4cdc9166b868f36775.jpg


Con la nuova versione sono state eseguite delle piccole migliorie rispetto alla precedente 2.83 ma entrambe risultano valide e performanti; è importante tenere a mente che la versione di Blender 2.83 LTS sarà supportata per 2 anni: si tratta infatti di una versione stabile con correzione dei bug, che non cambierà nel tempo. La versione 2.90 è invece in via di sviluppo quindi fra 6 mesi subirà un nuovo aggiornamento; basandosi infatti sul successo della serie 2.8, Blender 2.90 continua a perfezionare l'esperienza dell'utente, introducendo miglioramenti a EEVEE, Cycles, sculpt, VR, animazione, modellazione, editing UV e molto altro ancora. Blender integra librerie standard del settore come Intel Embree, Intel OpenImageDenoise e NVidia Optix per fornire un'esperienza di rendering all'avanguardia.

Blender è un software multipiattaforma e risulta performante in egual maniera su sistemi operativi Linux, Windows e Macintosh utilizzando un’interfaccia OpenGL; per confermare la compatibilità specifica, l'elenco delle piattaforme supportate, indica quelle regolarmente testate dal team di sviluppo.


224f9f7cd0a8bd2d1841b5d5a1c38c8e.jpg


Come progetto guidato dalla comunità sotto la GNU General Public License (GPL), il pubblico ha il potere di apportare piccole e grandi modifiche alla base di codice in modo tale da sviluppare nuove funzionalità, correzioni di bug reattive e un migliore utilizzo.

La gamma completa di strumenti di modellazione di Blender rende la creazione, la trasformazione, lo sculpting e la modifica dei modelli un’operazione semplice ed intuitiva.

Gli strumenti di modellazione includono:

Scorciatoie da tastiera per un flusso di lavoro veloce

Supporto N-Gon

Bordo scorrevole, collasso e dissolvenza

Griglia e riempimento ponte

Scripting Python per strumenti personalizzati e componenti aggiuntivi

Modificatori


ec9d2143def0d0b398c04aa144b2b5fc.png


I modificatori sono operazioni automatiche che influenzano la geometria di un oggetto in modo non distruttivo; con i modificatori infatti è possibile eseguire automaticamente molti effetti che impiegherebbero l’utilizzo di molto tempo qualora realizzati manualmente (come le superfici di suddivisione) e senza influenzare la geometria di base dell’oggetto.

Gli strumenti offerti da Blender sono numerosi e facili da utilizzare; il risultato a livello di fotorealismo è piuttosto competitivo rispetto ai maggiori software a pagamento presenti in commercio. Lo sviluppo continuerà negli anni proprio grazie agli utenti stessi che contribuiscono quotidianamente alla sua evoluzione apportando modifiche e sollevando problematiche risolte successivamente dagli sviluppatori stessi; in questo modo la crescita del software sarà esponenziale e conterà un bacino di utenza sempre più grande ed internazionale.

Per apprendere in modo approfondito a modellare render 3D e video walk-through su Blender sfruttanto tutte le potenzialità dell'ultima versione, segnaliamo il nuovo corso completo di Blender 2.83 LTS offerto da GoPillar Academy per i lettori di Treddi al prezzo speciale di 99€ anziché 349€. 

---

note - l'articolo fa parte di una collaborazione editoriale tra Treddi.com e GoPillar Academy