Tra i corsi "storici" nell'ambito della formazione CG in Italia ritroviamo senza dubbio il Master Archviz di BraveArt Academy, in precedenza nota come ViFX. Il mercato della visualizzazione architettonica rappresenta un punto di riferimento per molti giovani artisti, grazie alle opportunità offerte da questo ambito, capace di recepire un notevole bacino di attività sia in Italia che all'estero.

Lo scenario generale relativo alla formazione in Italia è piuttosto noto. I corsi universitari in architettura e design avvicinano spesso gli interessati al 3D, fanno intuire le potenzialità del rendering nella rappresentazione del progetto, ma essendo finalizzati verso altri obiettivi didattici, non offrono un livello di approfondimento sufficiente, nè la formazione di un portfolio adeguato per potersi presentare con successo nel mercato del lavoro.

I neolaureati che intendono fare della visualizzazione architettonica la propria professione si ritrovano ad affrontare un percorso di specializzazione. Un master avanzato contribuisce ad accelerare notevolmente i tempi, sia dal punto di vista tecnico che per quanto concerne l'acquisizione di un metodo, indispensabile per gestire qualsiasi incarico in ambito professionale.

Il Master Archviz di BraveArt Academy nasce per dare una risposta pratica e puntuale ai ragazzi che intendono acquisire gli strumenti necessari per diventare dei professionisti nell'ambito della visualizzazione architettonica. Cristian Sella, fondatore di BraveArt insieme a Riccardo Morici, ci spiega quali sono state le basi di un'offerta che si è costantemente evoluta e rinnovata in oltre dieci edizioni complete: "Il nostro obiettivo era, ed è tuttora, quello di garantire una formula concentrata in sette settimane, in grado di coprire tutti gli aspetti fondamentali della visualizzazione architettonica. Ci siamo ben presto resi conto che è indispensabile avvalersi di docenti esperti nella professione, piuttosto che teorici puri, anche se molto validi, perché la tecnica è indispensabile, ma serve soprattutto saperla applicare. La guida costante di un artista che costituisce un punto di riferimento nel suo ambito, e si misura ogni giorno con gli aspetti più pratici, risulta fondamentale per trasmettere indicazioni operative concrete, indirizzi di metodo in grado di superare quel senso di smarrimento che i ragazzi incontrano durante la prima esperienza professionale, quando scoprono che negli studi si lavora in maniera totalmente differente rispetto a quanto accade nel guscio protettivo delle aule delle università".

Vediamo dunque quali sono i contenuti generali del Master Archviz di BraveArt Academy, prima di entrare nel dettaglio dei moduli didattici e dei docenti che ormai da anni costituiscono un team molto affiatato.

Il Master Archviz di BraveArt Academy: 240 ore di full immersion nel rendering per l'architettura, tutte in presenza

Nonostante la pandemia Covid-19, il Master Archviz di BraveArt Academy si è sempre tenuto interamente in presenza, sfruttando i periodi in cui la Regione Veneto ha consentito lo svolgimento delle attività in aula, compatibilmente con tutte le misure di prevenzione necessarie. Una scelta coraggiosa, che ha portato a ridurre il numero di master erogati dal marzo 2020, ma indispensabile per garantire la coerenza con alcuni aspetti ritenuti irrinunciabili, come ci spiega Riccardo Morici: "BraveArt Academy si è attivata per garantire una maggior copertura online dei corsi, ma nel caso del Master Archviz abbiamo preso una decisione diametralmente opposta perché riteniamo che il valore aggiunto della nostra proposta formativa derivi dall'esperienza collegiale che si crea tra il team degli allievi e il team dei docenti, che li guida durante l'intera durata del Master, oltre alla settimana conclusiva, che da sempre è dedicata allo sviluppo di un progetto personale, dove vengono applicate tutte le nozioni apprese. Il piano di studi è molto intenso e riteniamo che soltanto il coinvolgimento in presenza possa garantire i risultati più soddisfacenti, quelli per cui da molti anni gli studenti ci affidano la loro fiducia".

La full immersion del Master Archviz si articola lungo sette settimane di calendario, che prevedono una settimana di sosta delle lezioni a metà corso, che gli studenti possono utilizzare per approfondire gli argomenti trattati fino a quel punto, prima di riprendere e concludere l'esperienza formativa, che si svolge interamente presso la struttura di villa Fabris a Thiene, dove oltre alle aule sono presenti le strutture ricettive per garantire agli allievi il totale supporto durante il loro impegno in BraveArt Academy. Si tratta di un'esperienza molto coinvolgente, come ci conferma Cristian Sella: "I ragazzi che scelgono di frequentare il Master diventano ben presto consapevoli che intendiamo offrire loro un momento di vita particolare, esclusivamente dedicato allo studio della computer grafica per la visualizzazione architettonica.

I docenti e i moduli didattici: dal concept alla post produzione delle immagini

Il programma del Master Archviz di BraveArt Academy si sviluppa in sei settimane effettiva, che con una pausa dalle lezioni prevista a metà corso, una settimana che gli studenti possono gestire come preferiscono per ripassare e approfondire gli argomenti della prima parte del corso, che prevede i seguenti moduli.

  • - 3DS Max e gestione del progetto (docente Cristian Sella)
  • - Modellazione 2D / 3D (docente Cristian Sella)
  • - Fotografia e composizione d'immagine (docente Colin Dutton)
  • - Concept: stile e tendenza (docente Sabina De Rosso)
  • - Motore di rendering V-Ray (docente Riccardo Morici)
  • - Introduzione al Lighting (docente Luca Rostellato)

La seconda parte del corso si articola invece nei seguenti moduli didattici:

  • - Lighting professionale (docente Luca Rostellato)
  • - Modellazione 3D professionale (docente Cristian Sella)
  • - Materiali e Mapping (docente Riccardo Morici)
  • - Modellazione tessuti ed imbottiti (docente Cristian Sella)
  • - Vegetazione con Forest Pack (docente Riccardo Morici)
  • - Post Produzione in Photoshop (docenti Stefano Mombelli e Samuel Silva Trovato)

L'ultima settimana è invece interamente dedicata alla produzione di un progetto personale, con il tutoraggio dello staff dello studio Level.

Tra il corpo docenti ritroviamo Cristian Sella e Riccardo Morici, docenti certificati Autodesk e Chaos, per le sessioni relative a 3DS Max e V-Ray, che è il motore di rendering su cui si basa il corso, anche se i contenuti sono facilmente adattabili ad altre soluzioni Chaos, come Corona Renderer.

Il modulo di fotografia, che prevede sia sessioni in aula che laboratori sul campo, è tenuto dal fotografo professionista Colin Dutton, che vanta una solidissima esperienza nell'ambito dei set tradizionali per l'architettura e il design., mentre le riflessioni pratiche sul concept sono affidate alla sensibilità di Sabina De Rosso, profonda conoscitrice dell'immagine dei brand.

Le due sessioni di lighting sono da anni affidate a Luca Rostellato, che affronta sia gli aspetti teorici del lighting design che la loro traduzione digitale in computer grafica, alla base di quei render fisicamente corretti che costituiscono la base per la corretta rappresentazione di un prodotto e dello spazio architettonico.

La fase di post produzione e il progetto finale si svolgono sotto la guida di Stefano Mombelli e Samuel Silva Trovato, titolari dello studio Level, una delle realtà più note nell'ambito della visualizzazione architettonica, come confermano le svariate collaborazioni con alcune delle più importanti firme dell'architettura a livello internazionale.

L'intero Master è preceduto da una fase preparatoria, che ogni studente può seguire liberamente grazie ad alcuni contenuti online ed alla guida ufficiale Autodesk a 3DS Max (edita da Tecniche Nuove) che vede tra gli autori alcuni tra i docenti del Master stesso. Tali contenuti sono inclusi dell'iscrizione e non prevedono costi addizionali.

Per ulteriori informazioni sul Master Archviz di BraveArt Academy

A seguire alcuni lavori prodotti durante le precedenti edizioni del Master.

f8cb319afce8a456f9ec142c09bead66.jpg

Edoardo Guarnieri

cef8256c17422e5173988844730dac62.jpg

Elisabetta Berlaffa

7dfd7e938a8e41e39e50b4eaf4d96c33.jpg

Francesca Caputo

cbdaa4a27acbf9dd21af65c1c7fcdd5f.jpg

Marco Branconi

053a58ab10c940594887737c7c506fca.jpg

Genny Brida

ea4788874974fe654ef66720022259f8.jpg

Maria Chiappalone

ac0d08c52a7648ed31a98eb02483ac5a.jpg

Marina Sassi

91537c6daadcc88e6151011424f199ce.jpg

Matteo Buffo

f682d7a6e9ff88e3c6d3edd84ff2a74c.jpg

Matteo Mondati

7201b47435debc0e67c5fc8dc2cf97cc.jpg

Nicolò Betti

313a41ef954f5021fcb9ea8110322341.jpg

Nunzio Di Gregorio

868f9187e82d4c862d8abe7f58fef9c9.jpg

Simone Corberi

___

articolo publiredazionale