Vai al contenuto
3DWS CX R2 - La recensione
By: Francesco La Trofa 3.182 •

3DWS CX R2 - La recensione

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
3DWS CX R2 - La rivoluzione nella filosofia di 3DWS
 
Con la versione R2, sarà davvero dura considerare la CX semplicemente come la sorellina minore della DX, il top di gamma che abbiamo svelato pochi giorni fa come punta di diamante del restyling dell’intera linea di workstation che 3DWS sta progressivamente introducendo all’interno del nostro shop, con la conferma delle esclusive condizioni di vendita dedicate agli utenti del vostro portale preferito.

Ricordate lo speciale sulle performance delle cpu analizzate negli ultimi dieci anni? Al di là dell’amarcord, la lacrimuccia sarà scesa a tanti ricordando giornate e nottate trascorse a combattere contro rendering per cui la potenza di calcolo non bastava mai, la considerazione conclusiva, a sintetizzare un discorso decisamente più pragmatico alla luce di quanto avviene oggi metteva in evidenza un aspetto molto chiaro: la linearità del rapporto prezzo/prestazioni.
 

DX Closed


Questo dato ha consentito a 3DWS di progettare una linea di workstation andando in un certo senso contro quelle che erano state le sue prerogative in fatto di configurazione. A differenza di molti produttori dai nomi ben più blasonati a livello internazionale, 3DWS si è sempre rifiutata di montare una sola CPU su macchine basate su una scheda madre dual CPU. Perchè questo? Perchè ragionando in termini di singola CPU, non c’era alcuna convenienza in termini di performance rispetto a workstation specificatamente progettate per montare un solo processore. Chipset più diffusi, più economici, così come tutta una serie di componenti che consentono di ridurre il conto complessivo proprio perchè prodotti in quantità ben maggiori e maggiormente orientati anche al mercato game/consumer. Questa logica è alla base di tre linee di workstation presenti all’interno dello shop: la 3X, la AX e la BX. Che senso avrebbe far spendere ad un utente più soldi dandogli una CX con un solo processore, quando gli sarebbe sufficiente una BX per poter contare sul massimo della performance ottenibile con una sola CPU? La risposta è semplice: nessuna. Il senso sarebbe stato quello di montare sul telaio di una ferrari un bel motore granturismo, non un motore da formula 1, quello che sarebbe lecito aspettarsi dall’eccellenza.

Oggi, come abbiamo visto nella rassegna che vi abbiamo proposto di recente, le cose sono cambiate, e la CX è diventata la CX R2.

Come avrete facilmente intuito, sulla base della linearità prezzo/prestazioni, 3DWS ha finalmente potuto caratterizzare molto di più la famiglia CX R2, che viene offerta sia in configurazioni a doppio processore, sia a processore singolo, per quanto riguarda le CPU di fascia più alta, che si ritrovano già in configurazione dual CPU nella serie DX.
 
 
LE CONFIGURAZIONI DELLA CX R2

La nuova CX R2 monta in configurazione dual cpu tutti i processori Intel Xeon E5 26xx V2, dal modello 2620 v2 fino al modello 2650 v2, mentre in configurazione single cpu possiamo ritrovare i modelli superiori, in particolare il 2680 v2 e l’incredibile 2697w v2. Questi modelli single CPU sono upgradabili in qualsiasi momento con l’aggiunta di un secondo processore analogo a quello già installato, trasformando in buona sostanza la CX R2 in una DX R2 a tutti gli effetti.
Nel seguente schema potete verificare il progresso in termini di performance dell’intera serie CX R2, ordinata con i valori crescenti in GHz relativi (considerando con incidenza percentuale anche il contributo della tecnologia HTT).

** CX-20 - 2.1/2.4/2.6 12 core + HTT - 39 GHZ Relativi
* CX-1x80 - 2.8/3.1/3.6 10 core + HTT - 41,3 GHZ Relativi
** CX-30 - 2.6/2.9/3.3 12 core + HTT - 46,3 GHZ Relativi
* CX-1x97 - 2.7/3.0/3.5 12 core + HTT - 48 GHZ Relativi
** CX-40 - 2.0/2.3/2.5 16 core + HTT - 49 GHZ Relativi
** CX-50 - 2.6/2.9/3.3 16 core + HTT - 61,7 GHZ Relativi

NB - i modelli contrassegnati da * sono single cpu (upgradabili a dual cpu), mentre i modelli ** sono dual cpu.

LA PROVA SUL CAMPO

Dopo l’ampia premessa che vi abbiamo proposto che riflettere sul senso pratico di una configurazione single cpu o dual cpu, vediamo come si sono comportante le CX R2 sul campo di battaglia, alle prese con i consueti benchmark cui sono state sottoposte dopo aver peraltro superato la solita incredibile routine di stress test che 3DWS impiega per assicurarsi le configurazioni che propone sul mercato siano assolutamente rock solid, stabili 24/7 per qualsiasi condizione di utilizzo.

Le macchine sottoposte ai test sono state tre, nel dettaglio

- CX-30 R2 - con due processori E5-2630v2 12 core (2 x 6core)
- CX-1x80 R2 - con un processore E5-2680v2 10 core
- CX-1x97 R2 - con un processore E5-2687v2 12 core

Per evitare una ridondanza di dati, abbiamo infatti proposto di limitare il benchmarking a tre macchine, in quanto la CX-20 e la CX-40 hanno performance simili rispettivamente alla CX-1x80 e alla CX-1x97.
Un discorso particolare va invece speso per la CX-50, che purtroppo non abbiamo ricevuto in tempo utile per sottoporla in maniera accurata a tutti i test. Dalle prime impressioni, pare che abbia prestazioni superiori del 28% rispetto alla CX-1x97 che vedete in questa rassegna. Un valore che sarebbe di poco inferiore a quello della DX-60-R2, già testata in occasione della review della gamma DX R2, che può vantare di una potenza di calcolo relativa di circa 4 GHz superiore.
Un ulteriore dato che confermerebbe la linearità delle performance cui abbiamo accennato più volte, confermandolo dati alla mano.
 

cx dx cinebench1

Il grafico mostra simultaneamente sia il rapporto thread/GHz complessivi delle workstation prese in esame che i risultati ottenuti dalle macchine in configurazione test con le due versioni di Cinebench utilizzate

 

cx vray1

 

cx vray2

 

I grafici sintetizzano i risultati ottenuti con le varie modalità nelle versioni 2.4 e 3.0 di V-Ray, con e senza la tecnologia Embree attiva

 

CX R2 vs DX R2
 
Con le versioni R2 le workstation della linea CX si pongono in continuità con la linea DX. Un fattore importante soprattutto per le configurazioni con un solo processore, che possono essere in qualsiasi momento upgradate con l'installazione della seconda CPU. Questo ha comportato un allineamento anche per quanto riguarda la parte propriamente strutturale. Entrambe le linee di workstation sono infatti assemblate con lo stesso case e lo stesso alimentatore di base.
 
Ulteriori approfondimenti in relazione alle specifiche sono disponibili all'interno della scheda e nel configuratore del nostro shop.
 
 
 
 

Comments

Non ci sono commenti da visualizzare.

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

Eventi di grafica

×