Tra le funzioni più innovative introdotte dal 3Dconnexion CadMouse c'è senza ombra di dubbio la rotella "smart scroll".

Untitled-5.jpg

Che differenza c'è tra la rotella del CadMouse e quella della maggior parte dei mouse tradizionali?

Semplice. La rotella qui fa solo la rotella, non è condizionata dalla pressione demandata all'apposito pulsante centrale. Il driver che la interfaccia con i software utilizzati rende la rotella in grado di comportarsi in modo "intelligente". Smart, per l'appunto.

Se la rotella del mouse tradizionale costringe l'utente a girarla perennemente per alimentare il processo di scrolling, la rotella smart del CadMouse è in grado di implementare uno scroll a velocità incrementale, senza essere oltretutto a "girare la manovella". Nello smart scroll, la rotazione imprime un accelerazione al movimento. Se non si interviene più, la velocità di scorrimento tende a rallentare progressivamente, non si arresta di colpo, come farebbe in una situazione standard.

La cosa più singolare è che l'applicazione più utile di questa funzione non la si riscontra probabilmente nemmeno nei CAD 3D, ma sui più comuni applicativi desktop, tra tutti i browser.

Pensate ad esempio a Facebook. Oppure tanti siti internet progettati con criteri responsive, che sono in buona sostanza dei paginoni infiniti, da scrollare in continuazione su e giù. In queste circostanza, giusto il tempo di abituarsi al nuovo criterio di scrolling, e diventerà difficile fare a meno della comodità di non dover scrollare in eterno per raggiungere una determinata posizione.

Anche in questo caso, è opportuno sottolineare come si tratti un particolare tecnologico progettato non soltanto sulla base di una ricerca sull'interfaccia. L'attenzione è sull'ergonomia. A lungo termine lo smart scroll è in grado di evitare un numero molto elevato di piccoli movimenti della mano, riducendo complessivamente lo stress articolare.

Untitled-9.jpg

Nei CAD 3D la funzione di smart scroll è ovviamente configurabile nel caso specifico a seconda del software utilizzato. Le impostazioni sono dettagliabili nei particolari utilizzato i settings previsti dal driver unificato 3DxWare, di cui parleremo nel prossimo capitolo.