Il mouse è un oggetto tecnologico molto complesso, in quanto combina aspetti di precisione con qualità ergonomiche che derivano dal risultato di studi molto approfonditi sul design.

L'obiettivo di 3Dconnexion è dichiaratamente quello di offrire un mouse che non scenda mai a compromessi, per garantire la miglior esperienza d'uso possibile ai professionisti. A chi è consapevole del valore del proprio lavoro e vuole assicurarsi i migliori strumenti disponibili per raggiungere i propri obiettivi.

La cura nel dettaglio e la qualità dei materiali impiegati fa la differenza. Nel CadMouse si tratta di particolari emergono fin dal momento in cui si estrae il dispositivo dalla sua pratica e robusta confezione.
La base del mouse è assicurata da una solida e leggera sagoma in lega di metallo satinato, sotto il quale è alloggiata una piastra molto rigida, su cui insistono il box del sensore laser e piedi di appoggio in PTFE, dal caratteristico profilo arrotondato.

Untitled-4.jpg

Il sensore laser del CadMouse garantisce una precisione a 8200dpi, con una frequenza a 1000Hz. Numeri al top in termini di specifica.

Si tratta di parametri che a questi livelli soltanto una connessione cablata è in grado di garantire con una soluzione davvero stabile.

Un particolare che emerge anche dall'analisi dei più importanti mouse progettati in ambito gaming. La sfida all'ultimo frame che è stata alla base della progettazione al servizio dei videogiocatori, è stata interpretata da 3Dconnexion per garantire la massima precisione e velocità nel puntamento in quelle viewport in cui spesso e volentieri sono visualizzate grandissime quantità di elementi, milioni di poligoni.

Utilizzando il CadMouse, si acquisisce ben presto la sensazione di riuscire a controllare ogni singolo pixel presente sul monitor.

3d-connexion-cadmouse-bottom.jpg

Prendendo in mano il CadMouse, si ha una sensazione di leggerezza unica. I 130 grammi del mouse non si sentono. Sembra di spostare una piuma.

Una sensazione che in prima istanza può addirittura spiazzare, in quanto non si avverte resistenza, ma dopo pochi minuti di impiego rende subito la percezione di quello che 3Dconnexion intende come mouse per i professionisti. Spostare per ore ed ore un mouse su un piano di lavoro comporta uno stress fisico che un attento studio a livello ergonomico è stato in grado di ridurre ed ottimizzare. A livello di salute, questo si traduce in una potenziale riduzione del rischio di tendiniti croniche. Un aspetto assolutamente da non sottovalutare.

3Dconnexion è riuscita nel risultato di ottenere il minimo attrito possibile, grazie ad una serie di accorgimenti specifici.

Mentre i mouse gaming hanno come principale obiettivo quello della velocità, quindi un fondo ultrapiatto e scorrevole, come le vere e proprie auto da formula1, il CadMouse ha come obiettivo primario la leggerezza, il minor attrito per la maggior precisione possibile.

I tre piedini in PFTE sagomato consetono di avere sempre la minor superficie a contatto con il piano di lavoro, una caratteristica geometrica che combinata con la naturale scorrevolezza del materiale, garantiscono al CadMouse una sensazione di attrito quasi nulla.

Per enfatizzare al massimo questo risultato, 3Dconnexion ha progettato un pad specifico: il CadMouse Pad.

3dx_mousepad_perspective_mouse2.png

Il CadMouse Pad garantisce un'area di lavoro ragionata nelle dimensioni per garantire tutta la superficie necessaria, senza risultare eccessivo nell'ingombro, un "errore" in cui spesso cadono alcuni pad specifici per i gaming mouse.

La sua composizione consiste in tre layer principali. Una base in gomma, destinata a dare la necessaria aderenza rispetto al piano di appoggio. Un sottile strato centrale rigido ed una superficie pratica di finitura la cui ruvidezza è stata valutata nei minimi dettagli per garantire la perfetta associazione con i piedi in PFTE del CadMouse. Tutti aspetti che, qualora ce ne fosse il bisogno, confermano una volta di più la grande attenzione che la casa tedesca dedica alla progettazione dei propri prodotti.

warstwy.jpg