Box World
Box_Has_0049_R.jpg
Master_Canon549_R.jpg
Master_Canon863_R.jpg

Box World


Ciao a tutti

 

Ho (finalmente) il piacere di presentarvi l’ultima “fatica”: si tratta di un progetto che mi ha portato a collaborare con lo studio di produzione fotografica di Firenze "Darden Studio", specializzato in fotografia settore Moda e Still Life.

 

Il progetto ha come principio di base quello di relazionare le mie conoscenze in grafica 3D alle professionalità dei fotografi e post-produttori dello studio di produzione fotografica, in modo da realizzare un set di immagini attraverso il compositing di un set prodotto completamente in CG, con l’ausilio di Cinema4D e Vray, e di una serie di foto realizzate in sala di posa, attraverso un Canon EOS 5D e una Hasselblad HD3DII.

Dopo un rapido brainstorming abbiamo optato per la realizzazione di un set che richiamasse le ambientazione sci-fi del film "Il Quinto Elemento".

Primo passo è stato quello di abbozzare su carta qualche idea preliminare, per poi iniziare la modellazione su Cinema 4D; inizialmente sono andato a briglie sciolte, cercando un mood generale della modellazione che potesse soddisfare entrambe gli attori interessati.

Una volta completata la fase di modelling, e parallelamente alla fase di texturing, i componenti dello studio fotografico hanno proceduto a studiare e preparare il set di posa in modo da ricreare le condizioni chiave del set 3D (per esempio la veneziana).

 

Chiusa la fase di texturing e selezionate le foto migliori da una vasta collezione di scatti, ho affrontato la parte più difficoltosa del progetto, ovvero il matching della camera, in modo da trovare le impostazioni delle camere che permettessero un compositing ottimale in fase di post. Difficoltosa perché è la prima volta in cui mi son trovato a inserire una foto (più precisamente una parte di essa, la modella scontornata) all’interno di un progetto 3D, rispetto ad una situazione “standard” in cui inserisco un progetto 3D all’interno di una foto (per esempio un classico fotoinserimento architettonico).

E’ stato particolarmente interessante e istruttivo destreggiarsi tra lunghezze focali, aperture, rapporti lente di macchine diverse: alla base dell’idea di progetto c’era anche questa fase di implementazione di nuove conoscenze, sia da parte mia sia da parte dei componenti dello studio Darden.

 

Una volta cotte le immagini (indicativamente 5000px lato lungo a 300dpi, IR+LC con Vray PhySun + Vray PhySky) la palla è passata completamente allo studio, che si è occupato di compositing e post-produzione.

 

Il set si compone di 4 immagini, scelte tra una collezione di 30/35 foto scattate in sala di posa. 

 

Spero possa essere un progetto apprezzato, un saluto a tutti!