Sands of Time

Sands of Time


smescio

SCC 2014 - Stage 2

"Come scorrea la calda sabbia lieve

Per entro il cavo della mano in ozio,

Il cor sentì che il giorno era più breve.

E un'ansia repentina il cor m'assalse

Per l'appressar dell'umido equinozio

Che offusca l'oro delle piagge salse.

Alla sabbia del Tempo urna la mano

Era, clessidra il cor mio palpitante,

L'ombra crescente d'ogni stelo vano

Quasi ombra d'ago in tacito quadrante"

G. D'annunzio

La clessidra è il mezzo col quale, anticamente, si misurava lo scorrere del tempo. Contemporaneamente è anche il luogo in cui oltre al tempo scorre la sabbia, da un'estremità del vetro all'altra.

Ma la sabbia è anche uno degli elementi che hanno dato vita alla civiltà, ne hanno sancito la disfatta e che infine ne hanno occultato i resti, svolgendo il ruolo di direttore d'orchestra nella storia dell'uomo

Le sabbie del tempo racchiuse in questa clessidra sono le stesse che hanno visto le civiltà, gli uomini, i re e le regine passare sulla Terra, a volte nascondendo e a volte rivelando, così come accade nelle due parti del vetro della clessidra, ciò che gli anni hanno coperto.