Vai al contenuto

Logo

La Luna


  • Please log in to reply
5 risposte a questa discussione

#1 franci2k5

franci2k5
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:Torino (Piemonte)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Libero Professionista (Freelancer)
  • Area:Architectural Visualization, 3D
  • Software:3ds Max, Photoshop, V-Ray

Inviato 24 ottobre 2011 - 01:57

di Francesco La Trofa (franci2k5)

"Avverto una grande responsabilità nei confronti dei bambini nel raccontare loro una storia. Vorrei che i più piccoli si fidassero della loro intuizione, del loro istinto, non soltanto della ragione. Ai più grandi invece vorrei proporre un nuovo modo di vedere le cose e riportarli per un po' ai sentimenti dell'infanzia". E' la suggestiva sintesi con cui Enrico Casarosa ha calato il sipario sulla presentazione di La Luna al ViewFest di Torino.

Stiamo naturalmente parlando del corto realizzato dal giovane regista genovese per introdurre la visione di Brave, l'attesissima produzione Pixar che arriverà nelle sale la prossima estate.

Parafrasando Casarosa. Una storia per grandi e piccini. Una storia raccontata in anteprima dal suo autore, un’esperienza privilegiata che aiuta a osservare l’opera finita potendo portare l’occhio su quei particolari che altrimenti rischierebbero di passare inosservati.

i primi trenta secondi di La Luna


Il primo contatto con La Luna è di quelli che lasciano il segno. Non ce l'avessero detto prima, avremmo comunque riconosciuto quelli che sono i marchi di fabbrica di una produzione Pixar: concept curatissimo, tecnica eccellente e una storia divertente ma carica di contenuti e metafore, mai banale.
A differenza di quanto avviene in altri blockbuster, negli studi di San Francisco l'animazione e gli effetti più avanzati sono costantemente rivolti al servizio della storia. Strumenti visivi per raccontare e generare emozioni. Quel carattere che fa ancora del cinema un’arte, qualcosa di non confezionato con una scadenza, quella del progresso tecnologico, ma di potenzialmente immortale, come la forza di un’idea che si articola in una storia da raccontare.

la-luna-poster_mid.jpg
l'immagine scelta per la locandina di La Luna

Operativamente, lo storyboard è il punto di partenza. Ma cosa c'è dietro le sue vignette? Quali sono le fonti di ispirazione che guidano la matita in questo processo? "Sono sempre attratto dal fantastico e dalla sua unione con il reale - rivela Casarosa - Guardo, riguardo e cerco di analizzare nei minimi dettagli le opere di Miyazaki e dello Studio Ghibli, che trovo eccezionali, senza tempo. Ma l’ispirazione non viene solo dal cinema. Allo stesso modo mi sono ispirato ai libri di Italo Calvino".

enrico-casarosa-la-luna-foto-01_mid.jpg
Enrico Casarosa, abilissimo anche nelle illustrazioni

In Pixar c'è sempre una grande attenzione per la ricerca. Quando si apprezzano le sequenze dell'opera finita, spesso è difficile immaginare quanto lavoro ci sia dietro, anche soltanto nella selezione degli elementi, nella definizione degli oggetti. Per la realizzazione della barca, Casarosa è tornato alle origini: "Sono rientrato a Genova e ho guardato i particolari delle barche dei pescatori liguri. E' stato fondamentale osservare come sono costruite, le assi utilizzate, i tanti strati di vernice utilizzati". Tutto il color script deriva proprio dai colori della barca e caratterizza in modo imprescindibile il lighting del film.

la-luna-characters-03.jpg
illustrazione di studio dei personaggi papà e nonno

La stessa filosofia operativa è stata seguita per definire molti altri elementi della scena. Alcuni hanno preso forma da un semplice schizzo, altri sono stati ispirati direttamente dalla natura, come il percorso di navigazione della barca sull’acqua, simulato da varie prospettive.

La caratterizzazione dei personaggi, altro inconfondibile marchio di fabbrica Pixar. Per il papà e il nonno, l’ispirazione della voce arriva direttamente dalla Linea di Cavandoli, icona indimenticabile nello spot Lagostina negli anni Settanta: “Inizialmente - spiega Casarosa - abbiamo contattato John Gilkey, celebre clown, che ha fatto sicuramente un ottimo lavoro, ma non era fisicamente conforme alle caratteristiche dei nostri personaggi. Abbiamo allora cercato dei soggetti che richiamassero a tutti gli effetti i caratteri fisici del papà, molto grosso, col vocione, e del nonno. Per il papà la scelta è caduta sul nostro collega Tony Fucile, che oltre a essere un grande animatore si è calato perfettamente nella parte. Per il nonno invece la ricerca si è fermata quando abbiamo trovato Phil Sheridan, favoloso nella sua versione sdentierata”.

La_Linea.png
La Linea di Cavandoli, fonte di ispirazione per i dialoghi dei personaggi di La Luna

Se guardando La Luna riconoscerete il gesticolare dell’indimenticato Massimo Troisi, sappiate che Casarosa si è ispirato direttamente a lui, con particolare riferimento ad alcune scene de Il Postino. Le curiosità sono moltissime. La barba del nonno ha una caratteristica forma ad uncino, come la sua scopa, in riferimento alla stessa ramassa che il produttore esecutivo John Lasseter utilizzava quando faceva lo spazzino a Disneyland.

Nulla è lasciato al caso. Ogni dettaglio, anche il meno evidente, è sempre il risultato di un’attentissimo processo di studio e selezione.

Il reparto audio non si limita alle voci dei protagonisti. Molto suggestive le musiche, composte come sempre da Michael Giacchino, premio Oscar già ospite in una precedente edizione di View. Casarosa confessa di aver notevolmente influenzato la sua produzione: "Quando scrivo, cerco sempre di ascoltare qualcosa. Avere un sottofondo musicale. Qui volevo qualcosa di italiano, ma non banale, mandolino, queste cose qua. Ho cercato dei pezzi di Nino Rota, ma anche di Roberto Murolo. Repertorio popolare e li ho fatti ascoltare a Michael Giacchino".

La-Luna-HI-RES-Moon-Rising-1024x427.jpg
artwork di La Luna

Un capolavoro digitale Pixar non prescinde mai dalle componenti analogiche. Casarosa ama ricordare una citazione di Linda Barry: “In the digital age don’t forget to use your digits”. Ed è proprio lo spirito su cui si struttura un po’ tutto il workflow. La fase di concept, di illustrazione, di messa a punto di tutti i dettagli ha visto una grandissima quantità di illustrazioni manuali. Lo stesso Greg Dykstra è stato chiamato per scolpire fisicamente tutti i personaggi in modo da avere un’anteprima reale nel vero senso della parola. La controparte digitale è stata essenziale per dare forma al cortometraggio. Dai primi test di animazione, essenziali, fino alla fusione all’implementazione degli stessi con gli shader scritti da Davide Pesare (altro ospite di questa edizione di View, NdR) e al rendering finale con l’ormai celeberrimo Renderman.

Casarosa ha convinto. La sua storia è stata capace di trasportare e trasmettere quelle emozioni evidenti sui volti del variegato pubblico presente in sala. Dopo averlo apprezzato sia in 2d che in 3d nell’anteprima torinese, non ci resta che attendere La Luna al suo esordio ufficiale. Non vediamo l’ora di mettere le mani anche su Brave.

nota - le immagini pubblicate nell'articolo sono di proprietà Disney-Pixar e dei rispettivi proprietari

Immagini allegate

  • la luna 02.jpg

Messaggio modificato da franci2k5 il 24 ottobre 2011 - 02:51

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust)
"Due sono le cose infinite esistenti: l'universo e la stupidità degli uomini, ma sull'universo ho ancora qualche dubbio" (Albert Einstein)

#2 D@ve

D@ve
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:Pisa (Toscana)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Libero Professionista (Freelancer)
  • Area:3D, Animation

Inviato 24 ottobre 2011 - 08:24

Bellissimo! grazie France!  :Clap03:
Acquistando un account Premium ci darai la possibilità di fornire un servizio sempre migliore!
Chiedi un preventivo per la pubblicità su questo sito - Workstation professionali ad un prezzo speciale.

#3 gurugugnola

gurugugnola
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:Perugia (Umbria)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Impiegato (Employee)
  • Area:Industrial Design, 2D
  • Software:3ds Max, Cinema 4D, Softimage, Rhinoceros, Photoshop, Mental Ray

Inviato 24 ottobre 2011 - 09:00

Visualizza MessaggioD@ve, il 24 ottobre 2011 - 08:24, ha scritto:

Bellissimo! grazie France!  :Clap03:

Grazie 1000 Fra' :)

#4 huber

huber
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:Messina (Sicilia)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Libero Professionista (Freelancer)
  • Area:3D
  • Software:3ds Max, Maya, ZBrush, Photoshop

Inviato 24 ottobre 2011 - 13:31

:Clap03: :Clap03: :Clap03:

#5 ampafra

ampafra
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:n.d.
  • Sesso (Gender):n.d
  • Impiego (Employment):n.d.

Inviato 26 ottobre 2011 - 07:42

C'ero anch'io quel giorno e devo dire che è stata una bella esperienza sentirsi raccontare dalla fonte principale tutti i passaggi di ideazione e produzione de La Luna.
Pixar ogni volta supera se stessa.

#6 kino2

kino2
  • Nazione (Country):n.d.
  • Località:Genova (Liguria)
  • Sesso (Gender):M
  • Impiego (Employment):Libero Professionista (Freelancer)
  • Area:3D, 2D, Animation
  • Software:3ds Max, Cinema 4D, ZBrush, Photoshop

Inviato 23 gennaio 2012 - 16:42

:eek:  mitico!

_kino_




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi